Giornale on line del tessile, moda, abbigliamento

Sagripanti scrive al Governo: «Le sanzioni Ue alla Russia porteranno gravi conseguenze»

dicembre 16 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Profondamente preoccupato per le conseguenze che le sanzioni economiche tra Ue e Russia stanno avendo sull’export di calzature nell’importante mercato di sbocco, il presidente di AssocalzaturificiCleto Sagripanti, ha scritto una lettera aperta aFederica Mogherini, alto rappresentante dell’Unione per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza e vice-presidente della Commissione Europea.

«L’industria calzaturiera gioca un ruolo importante in numerosi Stati membri dell’Ue, con 230mila lavoratori impiegati nel settore – ricorda Cleto Sagripanti -. In Italia sono attive circa 6mila aziende con 80mila addetti: si tratta di imprese piccole, innovatrici e caratterizzate da eccellenza qualitativa e design made in Italy».

«È importante sottolineare – prosegue il presidente di Assocalzaturifici – quanto le sanzioni abbiano impattato negativamente sul comparto. La situazione è drammatica. Nel 2013 la Russia era il quinto mercato di destinazione per importanza e diverse imprese esportano esclusivamente nella regione. Nei primi sei mesi del 2014, rispetto al corrispondente periodo del 2013, l’export italiano di calzature finite verso la Russia è calato del 17,5% in volume e del 21,4% in valore. Trend simili si osservano verso l’Ucraina (-26,2% in volume e 22,2% in valore) e il Kazakistan (-16,8% in volume e 13,9% in valore)».

Cleto Sagripanti conclude la missiva caldeggiando un incontro nelle prossime settimane «per discutere di come l’Unione Europea possa aiutare le sue imprese ad affrontare questa nuova ed enorme sfida».

 


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.