Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

46a edizione di Filo: l’innovazione che coniuga ricerca e tradizione

luglio 28 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Como, News, Prato

Si avvicina l’appuntamento con la 46a edizione di Filo in programma al Palazzo delle Stelline di Milano nei giorni 28 e 29 settembre 2016. A guidarci in un’anteprima sui prodotti e sul clima che troveremo in fiera è Paolo Monfermoso, responsabile di Filo.

Giugno e luglio sono stati mesi difficili dal punto di vista politico-economico: prima la Brexit, poi gli attentati a Dacca e a Nizza e poi ancora il tentativo di colpo di Stato in Turchia.

«Inutile nascondere che tutti questi avvenimenti creano un clima di incertezza che rende più complessa l’attività economica – afferma subito Paolo Monfermoso, responsabile di Filo –. Però dobbiamo affrontare i problemi con razionalità. Prendiamo la Brexit: tutte le stime ci dicono che per l’Italia e in particolare per il nostro tessile le conseguenze dovrebbero essere contenute, anzi potremmo ottenere dei benefici quando l’uscita della Gran Bretagna sarà definitiva, per esempio sulla questione dell’etichetta “made in”». Aggiunge Monfermoso: «Anche per quanto riguarda la situazione dell’Italia, pur rimanendo la ripresa debole, ci sono aspetti positivi: il Rapporto di Ice-Agenzia presentato qualche giorno fa ha messo in luce come il tessile sia tutt’oggi uno dei settori trainanti dell’export del nostro paese».

Sulla 46a edizione di Filo, Monfermoso sottolinea come «gli spazi espositivi siano stati tutti prenotati con largo anticipo, con nuovi espositori che arrivano dall’Italia e dall’Europa. I pre-accrediti dei buyer sono in linea con quanto registrato nello stesso periodo dello scorso anno. Insomma, alla 46a edizione mi aspetto un clima positivo, come sempre, perché Filo è una piattaforma dove si incontrano domanda e offerta di filati di alta qualità e il nostro impegno è offrire alle aziende sempre maggiori opportunità di business, ascoltando le loro esigenze e cercando di rispondere nel modo più adeguato.

Lo dimostriamo invitando – in collaborazione con Ice-Agenzia – una delegazione di buyer da quei paesi europei ed extra-europei che danno le maggiori garanzie di saper apprezzare la qualità dei filati esposti a Filo. E cerchiamo di dimostrarlo anche attraverso eventi e collaborazioni che arricchiscono i due giorni di fiera: alla 46aedizione questo compito sarà affidato, da una parte, alla mostra sugli Archivi Tessili a cura del Centro Rete Biellese e dall’altro allo spazio su innovazione e ricerca curato da PoinTex. Ma anche il convegno-inaugurazione, ancora una volta organizzato con Ice-Agenzia, sarà un interessante momento per comprendere le opportunità offerte da mercati come Corea e Giappone».

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="46a edizione di Filo: l’innovazione che coniuga ricerca e tradizione";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.