Giornale on line del tessile, moda, abbigliamento

Grandi aspettative per Filo 51

febbraio 24 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Como, News

Dopo aver suscitato grande curiosità all’interno dell’Area Tendenze di Milano Unica tra espositori e visitatori lo spazio di Filo si candida per stupire ancora.
Presente per la terza volta alla manifestazione del tessile e degli accessori, l’installazione di Filo era parte complementare dell’Area tendenze di MU, che si ispirava a “Musica e Food” e che proponeva all’interno del Progetto Sostenibilità una ricca selezione di prodotti realizzati con processi industriali attenti al rispetto per l’ambiente.
Risulta quindi facile proseguire con il contributo apportato dalla filatura con le tendenze e i filati che sono stati di ispirazione per le collezioni di tessuti lì presentati.

Paolo Monfermoso, responsabile di Filo ha chiarito ancora una volta: “Qualità dei materiali e dei prodotti, sostenibilità del processo produttivo sono i contenuti che emergono con forza dalle tendenze proposte sia da Filo sia da Milano Unica, temi che non si esauriscono in questa stagione, ma costituiscono un trend di lungo periodo” e ora che manca davvero poco all’apertura della 51a edizione di Filo, si può quindi confermare che il tema conduttore sarà ovviamente la sostenibilità.

La fiera è in programma il 27 e 28 febbraio 2019  con orario di apertura è dalle 9 alle 18 nel primo giorno e dalle 9 alle 17 nel secondo al Palazzo delle Stelline di Milano (corso Magenta 61)

Al Salone internazionale dei filati e delle fibre quindi si discuterà, sotto il titolo “La sostenibilità è un processo virtuoso”, molto di futuro:
Nella sala Manzoni del Palazzo delle Stelline (1° piano) alle ore 11.30 del 27 febbraio 2019 parteciperanno: Carlo Piacenza, presidente dell’Unione Industriale Biellese; Laura Specchio, presidente della Commissione Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Attività produttive, Commercio, Risorse umane, Moda e Design del comune di Milano; Mauro Scalia, director sustainable businesses Euratex; Ice-Agenzia, storico partner di Filo.

Tra gli altri appuntamenti della prima giornata, vi è il Filo-cocktail, il “party di lavoro” riservato agli espositori e alla stampa.

Tra i tanti stand e la grande varietà sono già annunciati:

L’Internazionalità di Xinao Textiles:
L’azienda è nata nel 1991 Espone per la prima volta, è quotata alla Borsa di Shanghai con una vasta gamma di filati che spaziano dal puro cashmere alle miste in lana-cashmere-seta;

L’innovazione di Winnerfil:
Azienda specializzata nella produzione di filati fantasia per tessitura, jersey e arredamento; greggi, tinti e stampati;

L’attenzione all’ambiente di Varvaressos:
filati sostenibili, tracciabili e trasparenti;

L’approccio al ricicio di UTT:

UTT ha realizzato un processo di trasformazione dei prodotti post-consumo in materie prime da presentare allo stand G28;

Natura e tecnologia con Suedwolle Group:
“human touch” contemporaneo, che attraverso i trattamenti e le tecnologie di filatura innovative offre un valore aggiunto in termini di performance, funzionalità dei capi e molto altro;

Classicità e fantasia con Insieme filati:
Nei filati lineari viene esaltata la classicità del prodotto data dall’utilizzo di cashmere, lane, sete di estrema finezza e qualità;

La ricerca di Filatura Luisa dal 1966:
filati pregiati e fantasie ricercate, in pura lana e misti con fibre nobili;

Il rinnovamento di Fil-3:
Melange, pettinati, tweed, bottonati, senza tempo ed ecosostenibili;

I filati “baffuti” di Davifil:
Prevalentemente prodotti con fibre naturali, filate nei diversi sistemi di filatura: pettinata, cotoniera, open-end.

 

Carmine Russo

24 Febbraio 2019

 

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Grandi aspettative per Filo 51";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.