Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Hong Kong crocevia per la moda e il lusso in Asia

marzo 24 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Dopo il successo avuto a Milano, si è ripetuto a Firenze il seminario ”Hong Kong e Cina: guida pratica ad un corretto approccio al mercato”, organizzato dall’Associazione Italia-Hong Kong in collaborazione con Hong Kong Trade Development Council (HKTDC – ente responsabile della promozione dello sviluppo del commercio estero di Hong Kong) e Cathay Pacific. Un incontro rivolto alle aziende interessate a conoscere le problematiche e le necessità immediate per muovere i primi passi ad Hong Kong e da lì sui mercati asiatici, con un particolare approfondimento sul settore moda.

“Hong Kong è oggi considerata la Via Montenapoleone della Cina e dell’Asia ed un punto di partenza strategico per aprirsi una porta di ingresso preferenziale anche sugli altri Paesi di quel continente. Nel 2013, quasi il 45% degli investimenti esteri nelle principali città della Cina sono stati effettuati da società di Hong Kong. Guardando nello specifico all’universo del Fashion, è indubbio che l’ex colonia britannica sia ormai un vero e proprio crocevia per il lusso e la moda in Cina.Shopping mall o distributori asiatici, per cominciare ad occuparsi della distribuzione di nuovi marchi chiedono sempre se questi siano già presenti ad Hong Kong. Non a caso player del calibro di Ferragamo, Prada, Gucci, Vuitton, Chanel o ancora Bottega Veneta vi annoverano numerose boutique”, ha spiegato durante l’incontro Gianluca Mirante, Direttore Italia di HKTDC e Segretario Generale dell’Associazione Italia-Hong Kong.

Avere una location ad Hong Kong è dunque importantissimo per i brand, tenuto anche conto dei milioni di turisti che vi gravitano e del fatto che ogni anno vi si svolgono più di 60 fiere commerciali internazionali, che portano in loco centinaia di migliaia di espositori e compratori provenienti da tutto il mondo. Se grazie all’alto livello di autonomia commerciale e ad una fiscalità molto semplice e conveniente (16% di imposta su stipendi e salari, 16,5% di imposta sugli utili) per le aziende è facile e rapido avviare un’attività ad Hong Kong, subito dopo però esse si trovano a dover affrontare affitti carissimi. “Con oltre 36.500 euro al metro quadro all’anno nelle location più prestigiose, Hong Kong è diventata una delle mete con i canoni di locazione più elevati del mondo. Negli ultimi 10 anni gli affitti sono cresciuti di 4 volte. Per avere un parametro, Via Montenapoleone a Milano costa sui 600 euro al metro quadro”, ha precisato il Dott. Mirante.

Hong Kong, che nel 1997, dopo 150 anni di amministrazione britannica, è divenuta una Regione ad Amministrazione Speciale della Repubblica Popolare Cinese, vanta una rete di infrastrutture tra le più efficienti del mondo. Presso il suo aeroporto transitano regolarmente voli verso 100 destinazioni estere e oltre 40 città della Cina continentale. Hong Kong vanta il centro logistico più attivo del mondo per i trasporti mercantili aerei e marittimi. Sulla rete di trasporti pubblici passano quasi undici milioni di passeggeri ogni giorno. Sono invece quasi 40.000 i veicoli che transitano quotidianamente attraverso Hong Kong e l’entroterra cinese.

L’Hong Kong Trade Development Council (HKTDC), nato nel 1966, è l’ente semigovernativo che promuove il commercio estero di Hong Kong e assiste le aziende che intendono fare di Hong Kong la propria piattaforma commerciale per l’accesso al mercato cinese e ad altri mercati, permettendo loro di reperire, vendere o produrre in maniera più concorrenziale attraverso la collaborazione con i partner e i servizi di loco. L’ente ha oltre 40 uffici in varie parti del mondo e 11 nella Cina continentale. L’associazione Italia-Hong Kong, fondata nel 1984, il cui Presidente è oggi il Cavalier Boselli, è pensata per gli imprenditori italiani che intendono incrementare i loro contatti attraverso gli interlocutori di Hong Kong o semplicemente con altre aziende che hanno già intrapreso rapporti d’affari con Hong Kong.

Elena Passeri per Fashionmag.com

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Hong Kong crocevia per la moda e il lusso in Asia";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.