Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

In attesa di Filo, buone notizie sull’export del tessile biellese

gennaio 12 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, News

La 47a edizione di Filo, il Salone dei filati e delle fibre, è in programma nei giorni 22 e 23 febbraio 2017 al Palazzo delle Stelline di Milano. Tutte le informazioni utili per la partecipazione alla fiera si possono trovare sul sito www.filo.it.

Prosegue a pieno ritmo il lavoro di preparazione in vista della 47a edizione di Filo. Con la scelta di aprire i battenti in febbraio, il Salone dimostra una volta di più la sua centralità all’interno del calendario fieristico del tessile e dell’abbigliamento internazionale e la sua capacità di rispondere alle esigenze di mercato delle aziende, sia di quelle espositrici sia di quelle visitatrici. Filo mostra così con i fatti la sua adesione piena al modello di sviluppo per il sistema tessile made in Italy che si fonda su una filiera sempre più deve mostrarsi unita e compatta.
Per avere un quadro completo delle aziende partecipanti e delle iniziative legate alla 47a edizione di Filo, è sufficiente consultare il sito internet www.filo.it. In particolare, i visitatori e i giornalisti possono richiedere on-line il badge di ingresso.

Bene l’export di made in Biella

Nei primi nove mesi del 2016 il valore delle esportazioni biellesi ha superato i 1.302 milioni di euro, registrando un incremento del 2,7% rispetto allo stesso periodo del 2015.

I dati acquistano un valore particolarmente positivo se letti nel contesto generale, che nel periodo gennaio-settembre 2016 vede l’export stazionario a livello nazionale (+0,5%) e in calo a livello regionale, per la flessione del 4,9% registrata dal Piemonte. Tra le attività manifatturiere del Biellese, che segnano nel complesso un aumento del 2,4%, si segnalano gli articoli di abbigliamento (+3%), la meccanica (+6,6%) e i prodotti tessili (+1,1%). In particolare l’export di filati cresce del 3,9%. Il tessile rappresenta il primo settore di esportazione per il Biellese, con una quota pari al 60,7% del totale.
“Decisamente positiva la crescita in ambito Unione europea – dichiara Alessandro Ciccioni, Presidente della Camera di commercio di Biella e Vercelli – Occorre però sottolineare come permanga la difficoltà per l’export al di fuori dei confini dell’Unione, specie in paesi che tradizionalmente hanno rivestito peso e importanza come mercati di sbocco. Da sempre le Camere di commercio si sono impegnate per favorire l’apertura verso i mercati esteri delle aziende del territorio, con particolare attenzione alle esigenze delle Pmi. Da oggi, con la riforma del sistema camerale in atto, dovremo impegnarci a formare le imprese (soprattutto le piccole) per affrontare l’internazionalizzazione, lasciando agli altri enti preposti le attività di promozione sul territorio estero, in un periodo in cui gli scenari sugli scambi internazionali lasciano molti interrogativi irrisolti”.

Tecnologia contro i falsi

Arriva un nuovo strumento nella ricerca di soluzioni tecnologiche per la prevenzione e la lotta alla contraffazione: è lo “Sportello Autentico” promosso dal ministero dello Sviluppo economico e dall’Istituto poligrafico e zecca dello Stato.

L’iniziativa garantisce alle imprese suggerimenti concreti per l’adozione di soluzioni tecnologiche che permettano di tutelare i propri prodotti.
Le aziende interessate potranno incontrare gli esperti dello “Sportello Autentico” previa prenotazione attraverso la compilazione di un modulo disponibile sul sito www.uibm.gov.it da inviare all’indirizzo uibm.tecnologieac@mise.gov.it. Gli incontri si terranno ogni secondo martedì del mese a Roma.

Marchi storici, un patrimonio da valorizzare

Rilancio dei marchi storici per favorire la capacità competitiva delle piccole e medie imprese italiane: è questo l’obiettivo di un bando che prevede agevolazioni per le Pmi che abbiano depositato il proprio marchio prima del 1° gennaio 1967. Le imprese interessate potranno presentare domanda a partire dal 4 aprile 2017.

Il bando pubblicato dalla Direzione generale per la lotta alla contraffazione – Ufficio italiano brevetti e marchi – del ministero dello Sviluppo economico prevede agevolazioni finalizzate all’acquisto di beni strumentali e di servizi specialistici esterni per favorire la valorizzazione produttiva e commerciale del marchio e dei prodotti e servizi correlati, nonché il rafforzamento del marchio, la sua estensione a livello comunitario o internazionale e l’ampliamento della sua protezione. Le risorse disponibili ammontano complessivamente a 4,5 milioni di euro.
La versione integrale del bando e la relativa documentazione per la presentazione delle domande sono disponibili sulle pagine dedicate dei siti:
Ufficio italiano brevetti e marchi
Unione nazionale delle Camere di commercio
Marchi storici

Textile Innovation Day: uno sguardo sul tessile di domani

Tanti gli spunti offerti dal 22° Textile Innovation Day organizzato a Biella dal Polo di innovazione Tessile – PoinTex e dal Polo di innovazione Ict e dedicato al tema “Smart Textiles per l’IoT (Internet of Things)”.

Il Textile Innovation Day ha portato a Biella professionisti coinvolti in prima persona nello sviluppo di tecnologie e applicazioni innovative in vari settori e in particolare nel tessile-abbigliamento. Così Gianfranco Costamagna (Abinsula-sede di Torino) ha sottolineato come l’innovazione sia ormai orientata a raccogliere le sfide dell’industria 4.0, per eliminare i colli di bottiglia nei processi produttivi industriali, automatizzando, rendendo intelligenti e interconnessi i dispositivi industriali. Mentre Alessia Moltani (Comftech-Monza) ha illustrato le opportunità per il tessile rappresentate dai “wearable e smart garments” (indumenti indossabili e intelligenti) come sistemi di monitoraggio non invasivi. A partire dal minuscolo coprispalle, ideato dalla sua azienda, che garantisce un sistema di monitoraggio wireless per i bambini nelle prime ore di vita.
Nel complesso, dal convegno è emerso il bisogno di un coinvolgimento dell’intera filiera tessile per far sì che prodotti così innovativi possano avere una reale possibilità di accesso al mercato, integrando gli aspetti tecnologici a quelli di comfort e piacevolezza.

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="In attesa di Filo, buone notizie sull'export del tessile biellese";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.