Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Milano Unica e l’approccio olistico al fenomeno moda

luglio 12 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Carpi, Como, Eventi, News, Prato

. Lo slancio dell’anticipo di data a luglio, con nuove e significative adesioni soprattutto nel settore “donna” (+ 29%) ha rafforzato la determinazione degli organizzatori a completare il percorso espositivo con i numerosi i servizi, gli eventi, le aree speciali che arricchiscono la visita al Salone secondo un approccio olistico che vede il tutto della moda non disaggregabile. Monte e valle, tradizione e futuro, esperienza e formazione, arte e artigianalità, festosità e anima, accoglienza e cultura enogastronomica. Milano Unica e le Aree specialiOrigin Passion and BeliefsJapan ObservatoryKorea Observatory.

In questo contesto, l’attenzione alle tendenze si conferma sempre fondamentale. Queste hanno acquisito negli anni un’impronta sempre più “moda”, fungendo da vero trait d’union tra il monte e il valle. L’area dedicata alle elaborazioni tessili-accessori degli espositori realizzate in base alle suggestioni A-I 2018/19 sarà ancora una volta una eccellente guida visiva alle collezioni. Le tendenze e l’Area dedicata sono a cura di Stefano Fadda e della Commissione Stile di Milano Unica.

Le iniziative dedicate ai giovani, incluso il progetto The Fabric Program realizzato in collaborazione con CFDA e dedicato a giovani già affermati, mostrano l’interesse degli imprenditori per le generazioni nuove. “E’ fondamentale creare conoscenza e consapevolezza tra i professionisti di domani, abbiamo il dovere di promuovere i nostri valori e la tecnicità dei nostri prodotti tra i giovani”, afferma Ercole Botto Poala, Presidente di Milano Unica.

L’evento serale è un altro cavallo di battaglia della manifestazione che completa il quadro. Sin dagli esordi gli organizzatori hanno avuto ben chiara la liaison tra buon gusto, arte tessile e territorialità e, quindi, l’esigenza di contestualizzare il tessile nel suo substrato culturale italiano ed europeo. L’arte rinascimentale, per esempio, nasce dal talento insito nel patrimonio genetico nazionale e lo fa proliferare diventando, a sua volta, alimento per altra bellezza che da sempre impernia la vita del nostro popolo. A questo concetto si ispira ON Tour: il dialogo del made in Italy con il mondo. La Campania e lo “stile Capri” a Milano Unica! Sarà dedicato alla creatività italiana, al saper fare tessile, al buon gusto, allo stile sartoriale: le origini, le radici di questi valori sono nella terra, nascono dalla gente, si respirano nell’aria. Milano Unica presenta un’Italia conosciuta nel mondo, da molti amata, tramite una nuova esperienza e nuovi sapori, tutti da gustare. Un evento che arricchirà di energia la XXV edizione, quella della nuova estate della moda: “O’sole mio”, i colori e i profumi della Campania, la sua gente, il suo spirito.

I servizi fashion
Trend Area
: la guida visiva e tattile di suggestioni e informazioni. Un allestimento unico, dei contenuti fondamentali: le produzioni tessili-accessori degli espositori declinate secondo i temi della stagione. Infostile: l’area dedicata alle informazioni di tendenza. Modelli e libri raccolti in uno spazio riservato alle creazioni innovative per il mondo della moda. Trade Press: lo spazio dedicato all’informazione tessile e alla moda internazionale con le più importanti riviste di settore e le loro proposte editoriali da sempre presenti a Milano Unica. Video Area: un parallelismo tra l’arte del montaggio cinematografico, di cui è fatto un film, e l’accurata alchimia sperimentale delle materie prime, di cui sono fatti gli abiti, ha ispirato le tendenze di Milano Unica Autunno/Inverno 2018-19. L’Area Disegnatori tessili è una novità a Milano Unica, uno spazio dedicato ai veri artisti che supportano in modo sempre innovativo il sistema moda alla costante ricerca del bello. Vintage Area: l’area della ricerca applicata alla moda d’epoca, patrimonio storico e culturale rappresentato da importanti capi d’abbigliamento, accessori e bijoux. Woolmark: una zona interamente dedicata alle nuove tendenze della lana Merino svelate attraverso The Wool Lab Autunno/Inverno 2018-19. Banca Sella: da sempre al fianco degli imprenditori proponendo loro soluzioni innovative e di successo finanziarie, bancarie e assicurative.

Le Aree Speciali
JOB: Japan Observatory

L’area organizzata da Japan Fashion Week & JETRO è dedicata alle produzioni giapponesi di alta gamma. Protagonisti i tessuti di primissima qualità di 40 espositori, frutto di un’innovazione all’avanguardia e di un antico spirito artigianale.

KOB: Korea Observatory
L’area dedicata alle produzioni coreane d’alta gamma. Organizzato da Kotra, l’area ospita 19 aziende selezionate che garantiscono l’alta qualità dell’offerta.

Origin Passion and Beliefs
ORIGIN PASSION AND BELIEFS, la manifestazione organizzata da ITALIAN EXHIBITION GROUP, debutta l’Opportunity Lounge (pad. 8, stand OPB 402), l’area dedicata a dibattiti, workshop e talks sui temi legati al mondo della manifattura italiana. Tra gli Ospiti Confartigianato Imprese, CNA Federmoda e 5 tra i più famosi designer come ambasciatori a OPB del “Made in Italy” nel mondo: Bruno Simeone (Rossorame), Mario Costantino Triolo, Nicolò Beretta (Giannico), Jessica De Cata e Arnoldo Battois.

ORIGIN PASSION AND BELIEFS è il Salone della manifattura italiana del comparto moda suddiviso nelle 4 aree tematiche textile, leather, stone, technology ed è la prima piattaforma di offerta integrata delle eccellenze del Made in Italy al servizio della filiera della moda.

I giovani
comON: Now is hybrid: l’ibridismo di oggi è il nuovo guardare. comON presenta un laboratorio scientifico dove tessuti e modelli prendono forma, attraverso la lente della progettazione creativa. Polimi: gli studenti della Scuola di Design della Moda del Politecnico di Milano interpretano nuovi materiali e tecnologie in collaborazione con alcune aziende tessili – Candiani Denim, Eurojersey, Fait Plast, FTR e Limonta – e ospitano la Biblioteca Tremelloni.

Le aree del gusto
Tre isole del Food Made in Italy curate dallo chef tristellato “Da Vittorio” sono a disposizione dei clienti che hanno accesso al Salone, l’unico a offrire una ristorazione complimentary di alto livello, perché a Milano Unica il dettaglio dell’accoglienza fa la differenza.

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Milano Unica e l'approccio olistico al fenomeno moda";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.