Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Saldo commerciale oltre i 120 miliardi per il Made in Italy, secondo CGIA di Mestre

maggio 16 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Il saldo commerciale del 2015 (dato dalla differenza tra l’export e l’import) dei prodotti ascrivibili al cosiddetto “Made in Italy” è stato di ben 122,4 miliardi di euro.

Lo sostiene la CGIA di Mestre che nel dato vede un vero e proprio successo delle specializzazioni produttive italiane nel mondo che sono costituite soprattutto da quattro grandi aree merceologiche: l’automazione meccanica, l’abbigliamento-moda, l’arredo-casa e l’alimentare-bevande.

Un risultato, quello raggiunto nel 2015, comunque in linea con gli esiti toccati negli ultimi anni. Se nel 2009 il saldo positivo era sceso a 88,4 miliardi, nel 2010 è salito a 92,3 miliardi, nel 2011 a 103,7 miliardi, nel 2012 a 119,5, nel 2013 a 120,2 e nel 2014 a 122,3: un crescendo continuo che ha toccato il picco massimo nel 2015: 122,4 miliardi di euro.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Saldo commerciale oltre i 120 miliardi per il Made in Italy, secondo CGIA di Mestre";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.