Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

300mila operatori da 160 paesi: al via il Salone del Mobile

aprile 12 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Anche quest’anno Milano è pronta ad accogliere quel Salone del Mobile che da oltre mezzo secolo conferma alla città il ruolo di capitale internazionale del design. Un ruolo che quest’anno si consolida anche grazie alla concomitanza con la XXI Triennale Internazionale (dedicata anch’essa al design), inaugurata lo scorso 2 aprile e in scena fino al prossimo 12 settembre in 19 sedi cittadine.

Da oggi a domenica nel quartiere espositivo di Rho sono attesi più di 300mila operatori da 160 Paesi, oltre a 30mila visitatori non professionali in arrivo nel week-end, che verranno a conoscere le novità di circa 2.400 aziende espositrici, di cui il 30% estere. Protagoniste di questa 55esima edizione – che si apre nel segno di una generale ripresa del comparto (+3,5% rispetto al 2014, a quota 25 miliardi di euro) – sono in particolare le rassegne biennali dedicate al mondo della cucina (Eurocucina FTK) e del bagno (Salone del bagno), due comparti che più degli altri hanno accusato i contraccolpi della crisi, ma che nel 2015 hanno dato importanti segnali di vitalità, recuperando sia sul mercato interno, grazie alla spinta del bonus mobili, sia soprattutto su quelli esteri.

E non a caso il carattere internazionale del Salone del Mobile di Milano è quello che lo rende unico al mondo e imprescindibile per le tante aziende del made in Italy che sui nello sviluppo oltreconfine devono cercare le occasioni migliori per crescere.
«Abbiamo lavorato molto per promuovere sui mercati più dinamici l’eccellenza delle imprese italiane e la fiera che le rappresenta – spiega Roberto Snaidero, presidente del Salone e dell’associazione di categoria, FederlegnoArredo, che lo organizza –. Grazie al sostegno del ministero allo Sviluppo economico e dell’Ice abbiamo realizzato eventi, missioni B2B e progetti di incoming di buyer soprattutto negli Stati Uniti e in Cina, dove le esportazioni di mobili hanno registrato nel 2015 ritmi di crescita straordinari». Ma l’attenzione della federazione è stata rivolta anche alle “nuove frontiere” del mobile italiano: dall’Iran del dopo-sanzioni al Messico, dall’Estremo Oriente nel suo complesso al continente africano. Senza dimenticare la vecchia Europa, che lo scorso anno ha dato buoni segnali di risveglio (+6% l’export di arredo made in Italy verso i Paesi dell’Unione) e che rappresenta da sola oltre la metà dell’export del settore.

«Grazie alle attività di incoming svolte durante l’anno, ci aspettiamo un aumento di buyer dagli Stati Uniti – dice Snaidero – che da sempre arrivano numerosi al Salone (l’anno scorso erano oltre 5mila, ndr). Arriveranno delegazioni qualificate di developer, studi di progettazione e architettura e interior designer». Anche la pattuglia dei cinesi (la più numerosa: l’anno scorso sfiorò le 22.600 unità) dovrebbe crescere, anche in vista del Salone del Mobile di Shanghai che debutterà nella metropoli asiatica il 19 novembre.
Tra le novità di quest’anno, si segnala un focus, all’interno del Salone, dedicato al settore dell’arredamento classico, spesso meno considerato rispetto a quello del contemporaneo-design, ma che ha invece un valore importante non solo in termini di fatturato ed export, ma anche di tradizione e competenze artigianali da preservare. Un’eccellenza che sarà raccontata nella mostra «Before Design: Classic» e da un corto firmato da Matteo Garrone. Inoltre, un intero padiglione, battezzato «xLux» sarà dedicato all’alto di gamma, con spazio in particolare per i brand del lusso, della moda e dell’auotomotive.

Ricchissimo il “fuorisalone” e tantissimi gli eventi e le collaborazioni. Vediamone alcune.

Il frigorifero? E’ un’opera d’arte: parola di Dolce & Gabbana
Al prossimo Salone del Mobile Dolce & Gabbana presenta un’edizione speciale, in collaborazione con Smeg, del frigorifero “FAB28″. Su ognuno dei 100 esemplari, diversi artisti siciliani hanno dipinto a mano limoni, trinacrie, la ruota del carretto, cavalieri medievali, scene di battaglie, tutti elementi caratteristici della poetica del teatro dei pupi e del carretto siciliano, motivi simbolo dell’estetica di Domenico Dolce e Stefano Gabbana. I temi sviluppati su ciascun prodotto sono poi abbelliti da classici motivi decorativi floreali.

Missoni: “Knitown” by Aldo Lanzini e Angela Missoni per lo Spazio Missoni
“Knitown” é uno scenario concepito per lo Spazio Missoni dall’artista Aldo Lanzini con la direzione creativa di Angela Missoni. Si tratta di un paesaggio astratto, surreale, onirico di mini-architetture istoriate di pattern. Uno skyline in scala domestica di edifici con porte e finestre, che ha muri morbidi e colorati, ricoperti e decorati da tessuti di maglia emblematici e diversi. Una “Knitown” a onde e a zigzag, a righe e a greche, in cui si coniugano la memoria e la vitalità nel presente del linguaggio Missoni. Fantasia di accordi cromatici, disegni e note musicali.

N°21 e Kartell collaborano per la lampada “Tatì”
Alessandro Dell’Acqua ha vestito di pizzo macramé la lampada “Tatì” di Ferruccio Laviani per Kartell. Lampada da tavolo rettangolare, “Tatì” è caratterizzata da un’estrema pulizia formale e da un mood di ispirazione Déco. Per celebrare la collaborazione, la lampada “Tatì” sarà protagonista di un allestimento nel nuovo flagship store N°21 (il brand di Alessandro Dell’Acqua) di Via Santo Spirito 14, a cura dell’architetto Hannes Peer.

JD.com presenta il progetto di design “Walking Box, Travel Life”
Il più grande retailer online cinese presenta al Fuorisalone il progetto di design “Walking Box, Travel Life”: 10 top designer cinesi, 10 top designer italiani, 10 stanze uniche dedicate a progetti collaborativi per promuovere il meglio del design italiano in Cina. Tutto in Via Tortona 37. Gli incontri: Mercoledì 13 aprile, dalle h 15.00 alle h 16.30 “The birth and the significant of ‘Walking box, travel life”, dalle h 16.30 alle h 17.30 “The relevance of innovation and design, the Sustainability of design”. Giovedi 14 aprile, dalle h 15.00 alle h 16.30 “Thorough the system design’s innovation, discover the possibility of design”, dalle h 16.30 alle h 17.30 “Thinking Travel”.

Natsuko Toyofuku con “Hands on Design”: il design incontra l’artigianato e pensa con le mani
Natsuko Toyofuku, designer di gioielli da più di venticinque anni sulla scena dell’arte contemporanea, è tra gli artisti che esporranno al Fuorisalone 2016. Partecipa al progetto “Hands on Design” con le sue opere segnate da ispirazioni che vengono da una natura al di fuori dal tempo e dallo spazio, trasformate in poesia calligrafica di grande suggestione. Le due nuove collezioni sono il frutto della collaborazione dell’artista con l’orafo Raffaele Calzolari: la “Tombu”, formata da anello, orecchini e pendente, e la “Quacetri”, tris di anelli ed orecchini in argento e bronzo. “Hands on Design” presenterà la collezione 2016 nel negozio inaugurato lo scorso 18 febbraio nello storico palazzo di Via Rossini 3, disegnato da Paolo Ortelli per gli studenti e gli artisti dell’Accademia di Brera. La mission di “Hands on Design” è quella di connettere il mondo della manifattura artigiana con quello del design, creando una produzione che insiste sull’alta qualità tecnica ed estetica, fatta di oggetti che conservano la memoria della mano che ha lavorato.

GUM Gianni Chiarini Design illuminato da Flos in vetrina da Vergelio
L’imprenditore toscano Gianni Chiarini ha scelto la Design Week e il Salone del Mobile per svelare le linee, le nuance e i volumi che definiscono la sua nuova linea di borse, e ha deciso di ”accendere la luce” sulla sua nuova collezione primavera-estate grazie alla filosofia e alla sua creatività di Flos, marchio pioniere nel campo dell’illuminazione da circa 50 anni. Flos incornicia lo stile Chiarini grazie al design fluido e modulabile delle nuove lampade “AIM”. Un’istallazione che si ispira al moto, alla poesia, al cambiamento inarrestabile dell’acqua, che trova i propri argini nei contorni esclusivi della vetrina Vergelio, mentre l’orizzonte si descrive nello stile della nuova linea GUM Gianni Chiarini Design, sfiorata dalla luce di un tramonto Flos.

CO|TE: la capsule “Graphic Creatures” in collaborazione con SlobsCasa
I designer Francesco Ferrari e Tomaso Anfossi, in collaborazione con SlobsCasa, presentano una capsule collection anticipatrice di un nuovo progetto Home firmato CO|TE. Un connubio tra design e moda che ha portato alla ideazione di tre sedute imbottite “vestite” con i tessuti che hanno reso celebre il brand Made in Italy. “Carpa Diem”, “Tropicana Chilling” e “Chaise Ramage”, questi i nomi evocativi scelti per le tre opere: un omaggio al mondo della natura che è da sempre fonte di ispirazione per le stampe che contraddistinguono le collezioni CO|TE. Le creazioni saranno esposte presso lo showroom SlobsCasa, spazio creato da Vera Montanari e Barbara Vergnano dedicato ai migliori artigiani-artisti italiani, al Fuorisalone 2016. La capsule collection sarà presentata mercoledì 13 aprile dalle 17 presso SlobsCasa in Largo Richini 2.

MULTIPLE [ricerche]: collettiva di 11 brand nello showroom di Strategia Shoes
MULTIPLE [ricerche], il concept espositivo curato da Patrizia Boscherini (titolare del brand Douuod) e Davide Mariani (titolare del brand All’Origine), presenta al Fuorisalone dal 12 al 17 aprile (da martedì a sabato dalle 10 alle 22 e domenica dalle 10 alle 20) i progetti e i prodotti di 11 brand in Piazza XXV aprile 9 a Milano. Lo spazio, oggi showroom del brand Strategia Shoes, nella realtà del ‘800 milanese era una ferramenta di 300 mq. Gli eventi: mercoledì 13 alle 20 e giovedì 14 sempre alle 20, Badeggs, in collaborazione con Bulbo, presenta “Fuori Menù“. Scelta gastronomica a cura dello Chef Federico Bassi e dalla pasticcera Veronica Amoroso del team Badeggs. La serata coinvolgerà in prima persona i commensali che avranno la possibilità d’interagire con i piatti di Badeggs e gli oggetti di design di Bulbo.

Officine Panerai: “Light in Time”
La Maison fiorentina di alta orologeria sportiva Officine Panerai partecipa al Fuorisalone 2016 con l’esposizione firmata da Moritz Waldemeyer “Light in Time”. La mostra si sviluppa in tre luoghi iconici di Milano, all’interno dei quali saranno esposte le opere del designer ispirate all’universo Panerai: “COG”, “MING” ed “EGG56″. Le tre creazioni dell’artista prendono vita da un intreccio di luce e materia per celebrare il fascino del tempo attraverso un percorso che inizia dallo Spazio Rossana Orlandi (con ”COG”), in Via Bandello 14, prosegue all’hotel “Park Hyatt” (“EGG56″) e si conclude alla boutique Panerai in Via Montenapoleone con “MING”.

Wolford organizza la mostra per il progetto “Back Ahead – New Austrian Design Perspectives” a Villa Necchi Campiglio
Una collaborazione all’insegna della creatività Made in Austria quella che unisce il fashion brand Wolford, una delle aziende leader nel settore del legwear, dell’intimo e del bodywear di alta gamma, e il progetto “Back Ahead – New Austrian Design Perspectives” che, con i suoi 60 espositori (tra produttori, aziende tradizionali e giovani stilisti), costituisce il meglio della creatività dell’industria austriaca legata al mondo del design. Quest’anno la location scelta per l’esposizione, che avrà luogo dal 12 al 17 aprile, è il gioiello architettonico Villa Necchi Campiglio, nel cuore di Milano. Le hostess della manifestazione saranno vestite con creazioni Wolford. Gli abiti e gli accessori scelti sono i modelli “Pure Plus Dress” e “Love Tights”, capi ideali per un look professionale e minimal. Organizzazione a cura di Advantage Austria e concept creativo ad opera del designer austriaco Georg Öhler.

Anteprima: con “Graceful Geometry” incontra il design insieme a Saba
Anteprima, la casa di moda nata dalla visione creativa della stilista giapponese Izumi Ogino, incontra il design con un cocktail party mercoledì 13 aprile dalle 18.30, presso la boutique di Corso Como 9. In collaborazione con Saba, nasce 
Graceful Geometry”, un percorso in cui gli IT piecesprimavera-estate di Anteprima dialogheranno armoniosamente con le nuove collezioni outdoor firmate Emilio Nanni e Paolo Grasselli per Saba, in una sinfonia di forme geometriche e di note di colore di bianco, verde e blu. Insieme a Saba, verranno presentate anche le sculture dell’artista milanese Carlo Cossignani, le cui esili ma potenti opere alternano pieni e vuoti d’effetto, dando vita a un gioco di richiami con le borse della maison, realizzate a mano in tricot utilizzando un particolare filo di pvc. Dal debutto nel 1998, la “WireBag” è stata realizzata in oltre 500 varianti con 80 colori diversi. Anteprima ospiterà le installazioni per tutta la durata della Design Week, dal 12 al 16 aprile 2016 a Milano.

Momonì e Coral Flower organizzano l’evento “Flower Design Dressing”
I brand Momonì e Coral Flower realizzeranno durante il Salone del Mobile un evento speciale che avrà luogo mercoledì 15 aprile, dalle ore 18 alle ore 21, all’insegna del “Flower Design Dressing”. Cornice di questo appuntamento sarà lo store “Momonì” di Corso Como 3, le cui vetrine e l’interno saranno impreziositi dalle decorazioni floreali, usate come veri e propri complementi d’arredo. Questa speciale simbiosi tra fashion e natura sarà completata dallo staff Coral, che terrà all’interno della boutique un workshop di 
flower design. Per l’occasione sarà allestito un corner in cui gli ospiti dell’evento, sotto la guida dell’esperta floreale, potranno creare un loro particolare oggetto, una spilla, una coroncina, un piccolo vaso…

Ju’Sto: 4 nuovi quadranti watercolor per il “J-Watch”
Al Ju’Store di Via Tortona 20, il marchio di borse e accessori Ju’Sto presenta in anteprima 4 nuovi quadranti per il suo “J-Watch”. I colori freschi, vivi e dal sapore romantico delineano il tatto delicato ed elegante dell’acquerellista Giorgia Bressan. Attratto da questi disegni molto delicati e femminili, il designer Emanuele Magenta (ex FullSpot) ha iniziato una collaborazione con l’illustratrice, fondendo così le sue creazioni con l’arte dell’acquerello. Il ”J-Watch” della collezione estiva di Ju’Sto arriva quindi ad essere, nelle intenzioni del brand, un’opera d’arte firmata a quattro mani.

Buccellati: nuova collezione di vasi, ciotole e bicchieri in argento “Caviar” con Venini
Buccellati presenta una collezione di vasi, ciotole e bicchieri in argento con la collaborazione di Venini, azienda famosa a livello mondiale per il vetro soffiato a mano, con una storia che risale al 1921, quando Paolo Venini, avvocato milanese, e Giacomo Cappellin, antiquario veneziano, la fondarono, con il pittore Vittorio Zecchin che ne fu il primo direttore artistico. Insieme a Buccellati, Venini ha eseguito una particolare versione della linea “Caviar”. In sintesi, due eccellenze di artigianalità, grandi firme dell’autentico “Made in Italy”, hanno unito le loro forze ed ispirazioni. I vetri della linea sono soffiati con, all’interno, un foglio di argento, che esplode in frammenti durante la soffiatura, lasciando una decorazione casuale e originale sulla superficie trasparente. I vasi, le ciotole e i bicchieri così prodotti hanno tutti una base e un bordo in argento martellato, caratteristica tipica dello stile “Caviar”. Ricordiamo che il marchio di alta gioielleria Buccellati possiede oggi boutique a Milano, Venezia, Firenze, Cala di Volpe, Capri, Monte Carlo, Parigi, Londra, Mosca, Dubai, New York, Chicago, Aspen, Beverly Hills, Bal Harbour, San Francisco, Palm Beach, Hong Kong, Tokyo, Seoul, Osaka e Nagoya. Invece Venini alla fine del 2001 è stata acquisita dal gruppo Italian Luxury Industries, gestito da Gabriella e Giancarlo Chimento insieme a Giuliano e Guglielmo Tabacchi, con l’intento preciso di focalizzare l’azienda sul lusso e il design.

Aldo Bruè ospita “Unconventional Frame”, un progetto di Fonderia Novara
Dal 12 al 17 aprile, dalle 10 alle 19, la boutique milanese del marchio di abbigliamento Aldo Bruè, in Corso Matteotti 5, ospita ”Unconventional Frame”, un progetto di Fonderia Novara. Cocktail/Shooting Party il 14 aprile alle 18. Il progetto nasce dalla volontà di evadere gli schemi di precisione e rigore richiesti dalla realizzazione di pezzi meccanici in alluminio. La Fonderia Novara viene fondata alla fine degli anni ’40 nella realtà milanese dell’industria di successo. Trasferita nel cuore della Brianza prosegue lo sviluppo della sua attività ampliando la gamma dei servizi fino a mettere piede nel mondo del design attraverso la novità di “Unconventional Frame”. Un’interpretazione personale e personalizzata, nessuna struttura potrà mai essere uguale all’altra, pezzi unici come unica è la tecnica per realizzarli.

Valdo festeggia i 90 anni con la ”Valdo Floral Edition 2016″, firmata Fabrizio Sclavi
Il marchio di spumanti Valdo, di Valdobbiadene (TV), è presente per il terzo anno consecutivo alla settimana del design milanese, all’interno del Superstudiopiù. Per festeggiare il suo 90° anno di vita, il marchio dà appuntamento alla “Superdesign Floral Lounge con Valdo”, per degustare il suo “Rosé Brut” nella speciale bottiglia nippo-pop “Valdo Floral Edition 2016″ disegnata dal fashion editor Fabrizio Sclavi e dedicata a tutti i 
life lovers e per guardare lo skyline del Fuori Salone di Via Tortona in un’area tutta dedicata all’arte e alla natura con l’installazione dell’opera di Michelangelo Pistoletto “Terzo Paradiso”, in versione green, e i “Flowers”, le grandi sculture di Flavio Lucchini. La “Superdesign Floral Lounge” è stata realizzata in collaborazione con Gruppo 2A e FRIDA’s, la prima catena take away di fiori creata in Italia.

L.B.M. 1911 accoglie il design in boutique con Mangiarotti, Agapecasa e The Benedini Collection
Durante il Fuorisalone, il marchio di menswear sartoriale d’alta gamma L.B.M. 1911 ospita nella propria boutique di Via della Spiga 30 alcuni prodotti di arredo contemporaneo. Una presenza simbolica rappresentata dal sistema “Multiuse”, ancora incredibilmente attuale, disegnato nel 1964 da Angelo Mangiarotti. Sempre dello stesso architetto milanese, designer e scultore, la sedia in legno e cuoio “Tre 3″ e le sedute per esterno in marmo bianco di Carrara. La produzione è di Agapecasa. La presenza di prodotti di arredo è completata da alcuni elementi della The Benedini Collection, come, in particolare, il tavolo “Exdoor”. La scelta di accogliere Agapecasa e Benedini Associati non è casuale, ma nasce dalla comune appartenenza alla rete MaMa, Mantova Makers (mantovamakers.com).

Marvis: “Italian Everyday Archetypes” in collaborazione con Fattobene
Il dentifricio Marvis, prodotto da Ludovico Martelli, è stato selezionato per la collezione di Fattobene, la piattaforma di ricerca e promozione degli oggetti archetipici della tradizione italiana entrati di diritto nell’immaginario collettivo. Per il debutto al Salone del Mobile, Fattobene inserisce quindi fra i brand proposti anche l’iconico Marvis 
contemporary toothpaste, che va ad aggiungersi alla selezione di eccellenze per l’occasione presentate nel cuore del Brera Design District di Milano. In Via Palermo 1, dal 12 al 17 aprile, Fattobene presenta infatti un piccolo atlante di icone senza tempo con cui dare vita a un viaggio nel tessuto industriale italiano.

Baccarat presenta “Lumières Out of the Box”
Il marchio francese Baccarat presenta “Lumières Out of the Box”, un’’installazione inedita e sorprendente con oggetti di luce, arredi e meraviglie, in collaborazione con Hans van Bentem, Arik Levy, Marcel Wanders, Maurice Ostro, alla Sala Napoleonica dell’Accademia di Brera, Via Brera, 28 Milano. Tutti i giorni dalle 10 alle 19 (il 12 aprile fino alle 17).

Hodara Art Designer presenta la nuova collezione di sedute “LOVALE”
Lo studio milanese Hodara Art Designer, di Vittorio Hodara, presenta “LOVALE”, una nuova collezione di sedute “chic&curvy”, dalla linea sinuosa e dai materiali pregiati, per l’occasione proposte insieme alle sculture d’acqua e titanio di Giacomini Design disegnate da Massimo Marzorati e al rigore dei complementi d’arredo del luxury brand Bougeotte. La presentazione, dal titolo “Linea, forma, materia: le affinità elettive di Bougeotte, Hodara Art Designer e Giacomini Design”, si svolgerà allo Showroom Hodara Art Designer, in Via G. Morone, 8 a Milano, mentre la mostra sarà visibile tutti i giorni dalle 10 alle 19.

Ungaro lancia la linea Emanuel Ungaro Home Fragrance
La firma francese Emanuel Ungaro, che partecipa per la terza volta al Salone del Mobile, presenterà la sua collezione di mobili e di oggetti di arredamento (lampade, specchi, tappeti e cuscini) nel salone ufficiale della Design Week della Fiera di Milano all’interno del nuovo spazio dedicato ai marchi di lusso. La linea Emanuel Ungaro Home esiste dal 2013 ed è prodotta e distribuita su licenza dal gruppo belga JNL. In occasione di questa 55a edizione del Salone del Mobile, la Maison lancerà la linea Emanuel Ungaro Home Fragrance, nuova collezione di profumi per interni, candele e saponi “prodotti con metodi artigianali”, ma anche diffusori di fragranze e portasaponi realizzati in vetro soffiato o in metallo rivestito di pelle preziosa.

TRE-Più: nel negozio di Sartoria Botto l’evento “Continuum & Pavilion in Sartoria”
TRE-Più, uno dei marchi leader nel panorama mondiale delle porte di design, organizza giovedì 14 aprile l’evento “Continuum & Pavilion in Sartoria” a partire dalle ore 18 fino alle ore 22. Il cocktail di presentazione, che si terrà  presso lo store Sartoria Botto in Viale Piave 29 a Milano, sarà l’occasione per conoscere ed apprezzare da vicino i progetti Continuum & Pavilion e la poliedricità delle loro applicazioni.


var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="300mila operatori da 160 paesi: al via il Salone del Mobile";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.