Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

A Interfilière non pesa il trasferimento da Parigi a Lione

luglio 21 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Mentre il salone dell’intimo Mode City ha visto calare le presenze in fiera da 14.000 a 11.000 visitatori in occasione del suo spostamento a Lione, l’appuntamento della base della filiera della lingerie e della moda mare Interfilière è riuscito a mantenersi in carreggiata, registrando l’intervento di 10.000 professionisti, contro i 10.500 venuti a Parigi nel luglio del 2015, per il 70% provenienti dall’estero.

“Missione compiuta” dunque, per l’organizzatore Eurovet, per il quale la mobilitazione degli attori coinvolti, espositori e visitatori, ha permesso di semplificare e facilitare questa edizione un po’ particolare.

La manifestazione è infatti tornata dal 9 all’11 luglio nella città di Lione, 8 anni dopo averla lasciata alla volta di Parigi. Capitale francese nella quale i prezzi degli hotel erano troppo proibitivi a causa della contemporaneità con l’Europeo di calcio 2016.

I 280 espositori hanno così potuto incontrare buyer venuti principalmente dall’Europa, con la presenza di ampie delegazioni francesi, italiane e spagnole, ma anche croate, rumene e albanesi. La classifica dei Paesi visitatori è simile a quella di luglio 2015, con la Cina, Hong Kong e gli Stati Uniti stabili, mentre la Russia e la Svizzera salgono al 9° e 10° posto, a scapito dei Paesi Bassi e del Belgio.

Tra le corsie della fiera erano rappresentati gruppi e marchi del calibro di Aubade, Etam, Decathlon, C&A, Triumph, New Yorker, Clover, Primark, Calzedonia, Van de Velde, Oysho ed El Corte Inglés. E ancora H&M, Asos, John Lewis, New Look, Topshop, Next, Gap Inc. e Under Armour.

“L’offerta del salone l’ha confermato: i prodotti standard sono relegati ad ultima opzione di acquisto”, indica Eurovet. “Bisogna differenziarsi con delle proposte personalizzate, innovative, specifiche e tecniche. I colori e la fantasia sono decisivi”.

La prossima edizione di Interfilière è prevista per il 21-23 gennaio, questa volta di nuovo a Parigi. Ma prima si terranno le edizioni di New York il 22 settembre, e poi di Shanghai il 12 e 13 ottobre.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="A Interfilière non pesa il trasferimento da Parigi a Lione";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.