Giornale on line del tessile, moda, abbigliamento

ASL e CTN, un progetto comune per la sicurezza nel tessile

maggio 2 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News, Prato

Dopo l’accordo quadro, un progetto attuativo che dà sostanza agli impegni assunti. Il 17 aprile l’Azienda USL Toscana Centro, Confindustria Toscana Nord e le altre categorie economiche pratesi hanno sottoscritto un protocollo che riattiva il tavolo di coordinamento provinciale sulla sicurezza e salute sui luoghi di lavoro e si propone di realizzare azioni condivise tra tutti i soggetti portatori di interesse su queste materie; oggi, dopo pochi giorni dalla firma del protocollo, arriva il primo importante tassello operativo, costituito da un progetto per la sensibilizzazione e assistenza nel settore tessile.

Gli infortuni e le malattie professionali riscontrate nel tessile pratese richiedono infatti, anche sulla base dell’esperienza sul campo della ASL, specifiche aree di intervento prioritario soprattutto su tre temi: la minimizzazione del rischio di schiacciamento dell’operatore da parte della struttura del carrello in caso di ribaltamento; la sicurezza nelle filature a cardato; la movimentazione manuale dei carichi e movimenti ripetitivi.

“Confindustria Toscana Nord ha voluto dare, subito dopo la sottoscrizione del protocollo generale, un segnale di impegno diretto sul settore prevalente nel territorio – ha commentato il presidente di Confindustria Toscana Nord Giulio Grossi -. Questa iniziativa si accompagna a quanto stiamo facendo in tema di legalità, presupposto indispensabile per un corretto sviluppo economico e sociale, per il rispetto delle regole e l’adeguatezza delle condizioni di lavoro.”

Le attività previste dal progetto vedranno impegnati i funzionari ASL in un’opera di sensibilizzazione ma anche di confronto con datori di lavoro e esperti aziendali sui temi individuati.

“Un altro importante passo nella costruzione di un’alleanza tra le parti sociali per migliorare la sicurezza nei luoghi di lavoro aggredendone congiuntamente i punti più critici. Non solo controlli quindi, – ha aggiunto il direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda USL Toscana centro dottor Renzo Berti – ma la promozione di percorsi condivisi finalizzata ad una prevenzione non subita ma responsabilmente interpretata e pertanto potenzialmente più efficace “.

“E’ nostra consuetudine incontrare periodicamente i vertici del Dipartimento di Prevenzione, che ringraziamo per la disponibilità sempre dimostrata, per un confronto sull’andamento del loro lavoro e per capire quali criticità verificano sul campo – conclude il presidente della sezione Sistema moda di Confindustria Toscana Nord, Andrea Cavicchi, che assieme al presidente Grossi ha sottoscritto il documento -. Per noi è un riscontro importante perché ci consente di orientare di conseguenza le nostre iniziative. Quando, nel dicembre scorso, abbiamo capito che poteva essere importante una specifica attività su questi temi abbiamo subito chiesto la collaborazione del Dipartimento e siamo lieti di avviare oggi, con la sottoscrizione di questo accordo, la fase operativa della collaborazione, che vedrà il coinvolgimento dei colleghi imprenditori”.

 

Nella foto il presidente di Confindustria Toscana Nord  Giulio Grossi

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="ASL e CTN, un progetto comune per la sicurezza nel tessile";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.