Giornale on line del tessile, moda, abbigliamento

Bocchese, Confindustria Vicenza: “ Nella moda e nel tessile serve un ricambio”

novembre 27 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Porte aperte ai giovani che vogliono imparare un mestiere

Michele Bocchese, Presidente di Sezione di Confindustria Vicenza: “ Nella moda e nel tessile serve un ricambio. L’età media è alta e con ‘Quota 100’ rischiamo di perdere alcune competenze prima che ci sia un vero passaggio generazionale”

Una riflessione importante, tema centrale dell’incontro del Consiglio della Sezione Moda e Tessile di Confindustria Vicenza, con la presenza dell’ Assessore regionale Elena Dozzan, svolto presso Sellerie Equipe di Valdagno – un’azienda gioiello che, nel particolare campo della produzione di selle equitazione e accessori cavallo, è apprezzata e conosciuta in tutto il mondo.

Stiamo registrando un grande interesse dei giovani ad entrare nel mondo del fashion, ma per trasformare questo desiderio in una vera professione c’è bisogno di avviare dei percorsi strutturati che permettano alle nuove generazioni di imparare il mestiere dai ‘maestri’ che operano nelle nostre fabbriche”.

Così Michele Bocchese, Presidente della Sezione Moda e Tessile di Confindustria Vicenza, commenta i dati dell’Osservatorio sulle prospettive e aspettative at work 2018 di PwC, presentato in occasione del XXIII Fashion & Luxury Summit di Pambianco.

Il report indica infatti che ben il 61% dei Millennials (i nati dal 1980 al 1994) e il 65% della Generazione Z (i nati post 1995) desiderano lavorare nel settore della moda.

La Regione Veneto sta da tempo lavorando  per ridurre la distanza tra le esigenze dell’impresa e le aspettative dei giovani con la promozione di alta formazione tecnica ITS (Istruzione Tecnica Superiore).

In una provincia che rappresenta la quarta forza nazionale del settore sia per numero di addetti, sia per export – continua Bocchese – è un’iniziativa incoraggiante perché degli oltre 60.000 addetti impiegati in Veneto, un terzo ha un’età superiore ai 50 anni e l’eventuale approvazione della cosiddetta ‘Quota 100’ rischia di comportare una fuoriuscita di molti professionisti esperti che non hanno attualmente un vero e proprio ricambio. “

Oggi è reale la difficoltà nel reperire personale altamente qualificato indispensabile per poter garantire l’elevatissima qualità dei prodotti richiesta dal mercato (ad esempio non si trova il 37% degli addetti in grado di far funzionare gli impianti 4.0 di abbigliamento e calzature), e come sia necessaria un’azione significativa nei confronti dei giovani e delle famiglie.

Si è di fronte ad una grande sfida.  La maggior parte di chi lavora nel manifatturiero ha imparato negli anni a sviluppare un’altissima manualità oltre che un’eccellente conoscenza dei tessuti, dei materiali e dei macchinari: competenze che non si acquisiscono in un giorno ma sono il frutto di tanto studio e la possibilità di imparare guardando e lavorando fianco a fianco dei ‘maestri’ artigiani.

Il lavoro congiunto delle categorie che rappresentano il settore manifatturiero  è indispensabile:  scuole,  autorità regionali mettono in campo soluzioni per avvicinare i giovani alle scuole e le scuole alle aziende. Già un dato confortante:   la recente esperienza del PMI day che ha portato nella sola Vicenza, ben 1400 studenti nelle aziende .

In un momento in cui il Made in Italy e le aziende del lusso crescono e possono creare lavoro, manca chi questo lavoro lo possa svolgere, peraltro con grandi soddisfazioni ”, conclude Michele Bocchese.

Profilo

Michele Bocchese è attualmente amministratore delegato del Gruppo Miles e Presidente della sezione Moda di Confindustria Vicenza. Nasce da una famiglia di imprenditori tessili. Il padre Giuseppe infatti con gli altri fratelli si è occupato del Setificio Bocchese, fondata dal nonno nel 1908.

Laureato a Ca’ Foscari in Economia Aziendale ha lavorato nel mondo della consulenza di direzione prima di entrare nel 2002 nel Maglificio Miles l’azienda di famiglia specializzata nella progettazione e produzione di maglieria di alta gamma, con mansioni nelle aree commerciale e sviluppo prodotto.

Attivo nell’ambito confindustriale  ha rivestito diversi incarichi associativi: dal 2007 al 2011 è Presidente della sezione Moda di Confindustria Veneto  e Presidente della sezione maglieria di Sistema Moda Italia,  carica che riveste dal 2008 al 2010. Dal 2013 al 2018 è consigliere di presidenza di Sistema Moda Italia con delega alla Politica Industriale

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Bocchese, Confindustria Vicenza: “ Nella moda e nel tessile serve un ricambio"";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.