Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Buona la prima per “Proposte” a Shanghai

settembre 8 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Como, Eventi, News

Si è conclusa la prima edizione di Proposte a Shanghai in collaborazione con Messe Frankfurt: 27-28-29 agosto 2013.

Domani gli storici definiranno la sfida economica della nostra generazione come la prima vera crisi a livello mondiale. È ormai sotto gli occhi di tutti che nel corso dell’ultimo decennio i mercati si sono radicalmente modificati spinti da nuovi bisogni e bloccati dalla scarsità di denaro.

Di fronte a questa situazione, gli organizzatori di Proposte hanno sempre cercato, dove è stato possibile, di incitare espositori e visitatori a far fronte comune al nuovo assetto che di anno in anno avanzava.

Se analizziamo in particolare il nostro settore tessile arredamento, ci rendiamo conto che la clientela ha mandato segnali che reclamavano un cambiamento.

Per quello che è stato in suo potere, Proposte ha cercato di incitare gli espositori ad adeguarsi a questi cambiamenti. Mediante comunicati, conferenze, convegni, abbiamo coinvolto anche i visitatori, ivi compresi architetti e designer, suscitando interesse e dibattito. Il che ha confermato la nostra missione di essere responsabili in solido con i nostri espositori, analizzando ogni possibilità di ricerca, di sviluppo, di lavoro per l’immediato presente e per il futuro. Oltre vent’anni di manifestazione ci hanno dimostrato che la nostra fiera è sempre più internazionale. Ogni anno giungono visitatori da circa 80 Paesi del mondo ed è ormai accertato che i prodotti tessili made in Europe dettano la legge della decorazione su tutti i mercati.

È giunto il momento perché Proposte, mantenendo inalterati la propria immagine e i propri contenuti di prestigio e selettività, apra le porte anche in altri Paesi per contatti sempre più vicini alla clientela, esportando anche al di fuori di Cernobbio il grande patrimonio tessile tipico delle nostre industrie espositrici per le quali il design, la cultura, la tecnologia sono ormai prerogative irrinunciabili.

Dopo un attento esame delle varie possibilità, la scelta si è fermata sulla Cina, l’immenso paese che più di ogni altro ha subito in tempi rapidi una grande evoluzione nell’economia e nel costume.

In occasione di Proposte 2013 a Cernobbio lo scorso maggio abbiamo quindi lanciato il PROGETTO PROPOSTE CHINA accettando l’offerta di Messe Frankfurt di partecipare all’edizione autunnale di Intertextile Shanghai Home Textile il 27-29 agosto. Hanno aderito 23 aziende, radunate nel Proposte Pavilion con un’immagine, nei limiti del possibile, uniformata a quella dell’edizione italiana. Esse sono SA Guegain, Casalegno Tendaggi Spa, Mario Cavelli Spa, Clerici Tessuto Spa-Divisione Luna Home, Clerion Spa-JR Dynamic, Manifattura Fossa Divisione della Danzo Srl, D’Etoffe Spa, Escolys Textiles Nv, Fidertessile Spa, Fiorete Group Spa, Hield, Libeco-Lagae Nv, Lodetex Spa, Manifattura Tessile Di Nole M. T. Spa, MYB Textiles, Nelen & Delbeke Nv, Pozzi Industria Tessile Srl, Raymakers, Sirio Tendaggi Srl, Texao Spa, Angelo Vasino Spa Divisione Home, Viganò Spa, Textiles Vilber S.L. Ora, a fiera conclusa, le opinioni degli espositori sono state in generale concordi: molti e buoni sono stati i contatti con i visitatori perlopiù provenienti dai Paesi orientali: più precisamente, in ordine di importanza, da Cina, Corea del Sud, Taiwan e Giappone, seguiti da Russia, Australia e Emirati Arabi Uniti.

Le tipologie dei visitatori sono state in prevalenza: interior designer, grossisti, distributori e operatori del contract.

L’attenzione di tutti i visitatori è stata attratta dal made in Europe che caratterizza fortemente la nostra fiera. L’interior decoration europea appare come un modello da seguire per i visitatori orientali che si stanno elevando verso stili di vita più raffinati.

Per quanto il governo cinese abbia recentemente affermato che i modi di vivere occidentali non sono da imitare, si sviluppano in quasi tutti i paesi dell’est scuole e corsi orientati al design, all’architettura, all’arredamento, la qual cosa dimostra chiaramente che la classe emergente si ispira al life style dei paesi occidentali.

Apprezzata da tutti gli espositori è stata l’aggregazione con Messe Frankfurt, che consente di approfittare di esperienze già consolidate in un paese così diverso dal nostro e insieme di ridurre costi e rischi che, per aziende in difficoltà come le nostre, non è cosa da poco.

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Buona la prima per "Proposte" a Shanghai";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.