Giornale on line del tessile, moda, abbigliamento

Dolce&Gabbana porta a Firenze l’Alta Moda

giugno 26 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Eventi, News

Anche Stefano Dolce e Domenico Gabbana, stilisti ormai di fama mondiale, hanno deciso di mandare un segnale forte al settore della moda in vista della ripartenza di fiere e progetti speciali.
Nello specifico il prossimo settembre, mercoledì 2 settembre e giovedì 3, nella kermesse fiorentina di Pitti Immagine Uomo 98, ci sarà una preziosa collaborazione tra gli eventi Alta Sartoria e Alta Moda di Dolce&Gabbana.

I due Stilisti faranno sfilare le loro creazioni e in più selezioneranno personalmente un gruppo di artigiani per esprimere al meglio i concetti di Made In Italy e di Fiorentinità alla ricerca della migliore espressione artistica possibile e della propria idea di bellezza per rendere omaggio alla storia, all’arte ed all’eleganza senza tempo della città e alla maestria dei suoi laboratori artigiani che attraverso le loro abilità maestri, con amore, passione e dedizione saranno trasmessi anche in streaming sulle piattaforme di Pitti Immagine.

In attesa di nuove informazioni sugli spazi che ospiteranno gli avvenimenti, Stefano Dolce e Domenico Gabbana hanno affidato ad un comunicato le loro impressioni: “Siamo molto felici che i nostri prossimi eventi di Alta Moda si svolgeranno a Firenze, una città che amiamo molto e che, in questo momento, ha un valore speciale” – aggiungendo – “Firenze è stata la culla del Rinascimento, dell’italianità, di una sapienza antica che si tramanda e che continua a trasferire la sua influenza sulla cultura e sull’estetica contemporanee. Portare il nostro lavoro in luoghi iconici della città è un sogno che diventa realtà.
E ancor più lo è il poter lavorare a stretto contatto con gli artigiani della città, che conservano nelle loro botteghe un saper fare prezioso e senza tempo. Ringraziamo Firenze e Pitti Immagine per questa opportunità; insieme daremo vita a un nuovo Rinascimento, una nuova Rinascita tutta italiana”.

Non ha tardato ad arrivare la risposta di Antonella Mansi, presidente del Centro di Firenze per la Moda Italiana che ha sottolineato come la possibile catalizzazione dell’attenzione sulla città di Firenze ed i riflettori che porteranno ospiti internazionali e nuove tematiche possano rivitalizzare tutto il settore Moda e Made in Italy, legando il nome di due grandi artisti agli artigiani del capoluogo Toscano.

Le lavorazioni preziose e le tecniche uniche di queste botteghe sono state al centro dell’intervento di Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine, che ha inoltre parlato di forte messaggio forte di positività che accompagnerà e conferirà valore alle collezioni estive e alle aziende presenti online su Pitti Connect, nuova “arma” per avvicinare il mercato attraverso il digital, con una preview del clima che spera di tornare ad assaporare a gennaio con la riapertura dei saloni fisici per le collezioni invernali, Augurandosi infine che potrà essere una sfilata che lascerà il segno.

Anche il sindaco di Firenze Dario Nardella ha voluto manifestare la propria vicinanza: “ Si tratta di uno dei primi passi di ritorno alla normalità e un’ulteriore prova che Firenze ha sempre un ruolo di primo piano nel panorama della creatività e della cultura mondiali” ha dichiarato seguendo ciò che ha sostenuto Tommaso Sacchi, assessore alla Cultura, alla Moda e al Design del Comune di Firenze: “Non si è spenta la voglia di creatività, intraprendenza e cultura che è una delle maggiori caratteristiche di Firenze e l’evento che Dolce&Gabbana creerà come omaggio alla città e a Pitti Uomo, regista dell’operazione, va proprio in questa direzione e ci spinge ancora di più ad impegnarci nella rinascita della città e delle sue istituzioni culturali”.

 

Carmine Russo

26 Giugno 2020

 


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.