Giornale on line del tessile, moda, abbigliamento

EMI: la promozione del Made in Italy continua a Tokio

settembre 18 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Al via la stagione fieristica giapponese, con un nuovo appuntamento anche per PROJECT TOKYO, l’evento del 17/18 Settembre di Shibuya Hikaire, nel cuore del quartiere commerciale di Shibuya a Tokyo.
Una piattaforma che combina una selezione di brand creativi nel mondo fashion per un totale complessivamente di circa 140 marchi protagonisti con le loro nuove collezioni di abbigliamento e accessori uomo e donna per la primavera estate 2021/2022.

Project Tokyo prova sempre a contraddistinguersi per la ricerca e la qualità dei suoi visitatori, con brand d’avanguardia del mondo fashion giapponese e i main player della distribuzione internazionale, tra cui, appunto, anche EMI.
Come preventivato a crescere sempre di più l’attività di Matchmaking, che attraverso una specifica piattaforma online permette a tutte le aziende partecipanti di inviare, prima dell’evento, una loro presentazione e richieste di meeting one-to-one in fiera.
Questo per una selezione di circa 140 top retailer, tra cui i più importanti department stores e negozi moda asiatici.

A disposizione per questa particolare e delicata edizione una nuova directory online, una vetrina digitale in grado di aumentare la visibilità dei brand che partecipano alla manifestazione, scegliendo di mantenere l’esperienza della fiera fisica come momento centrale di visibilità e business.

EMI ha deciso di partecipare in questa terza edizione di Project Tokyo con una selezione di brand menswear e womenswear e le parole di Alberto Scaccioni in merito sono molto chiare: “Dopo l’annullamento obbligatorio dell’edizione dello scorso marzo, riteniamo che sia importante tornare ad investire sulla fiera e la manifestazione rispetterà tutte le norme di sicurezza necessarie e attraverso la nostra partecipazione a Project Tokyo vogliamo lanciare un segnale di ottimismo e di speranza per un settore che ha subito un duro colpo.”
L’amministratore delegato di Ente Moda Italia ha poi precisato che “Ripartire è necessario, e lo faremo con novità interessanti e sempre più digital oriented, ma la fiera fisica resta un appuntamento fondamentale per il mondo della moda ed è da qui che vogliamo iniziare: dal contatto diretto e dai rapporti con le persone. La nostra mission è quella di promuovere le aziende italiane di qualità sul mercato giapponese, una realtà che da sempre dimostra un altissimo apprezzamento per lo stile italiano.”

 

Carmine Russo

18 Settembre 2020

 


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.