Giornale on line del tessile, moda, abbigliamento

EMI porta il made in Italy ai saloni CPM di Mosca e CENTRESTAGE di Hong Kong

settembre 27 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Edizione positiva e dinamica di CPM Mosca: sono stati 21.500 i visitatori al salone, ottimismo e fiducia per le aziende italiane che hanno partecipato all’interno di “Italian Fashion” promosso da Ente Moda Italia. Dal mercato russo sempre di più segnali di concretezza e di ripresa, e feedback molto positivi per il piano di incoming buyer e per gli eventi realizzati in collaborazione con Agenzia ICE e Sistema Moda Italia.

La 31esima edizione di CPM Collection Première Moscow, organizzato da Igedo dal 4 al 7 settembre 2018 al Krasnaja Presnja Expocentr di Mosca, si è conclusa con buoni numeri di affluenza e con feedback positivi da parte degli operatori del settore, risultati che registrano un diffuso ottimismo e fiducia per la moda italiana sul mercato russo. I dati finali della manifestazione dicono che sono stati 21.500 in totale gli operatori intervenuti, da più di 50 paesi esteri, per un’edizione che ha visto la partecipazione di 1.300 brand internazionali da circa 30 paesi.

Per le 108 collezioni italiane presentate sotto l’egida “Italian Fashion” c’è stata grande attenzione da parte dei buyer e degli operatori della distribuzione, per quattro giorni intensi di contatti commerciali e presentazione delle novità delle loro collezioni donna, uomo, bambino, intimo e beachwear.

Grandi apprezzamenti sono arrivati anche per il programma promozionale realizzato da EMI assieme a Sistema Moda Italia, con l’importante supporto del Ministero dello Sviluppo Economico e in collaborazione con la sede di Mosca di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, che ha permesso l’incoming al salone di una delegazione di 35 buyer specializzati, provenienti dalle principali città della Russia e da alcuni paesi limitrofi. Sempre grazie al supporto di Agenzia ICE si è realizzata anche a questa edizione l’Italian Fashion Lounge, ormai diventata hub di riferimento del padiglione italiano, e per una selezione di aziende di intimo, beachwear e calzetteria è stato possibile partecipare all’evento speciale “Gran Defilé”, che ha riscosso successo tra top buyer del settore provenienti da tutta la Russia.

Inoltre, nei giorni della manifestazione, è intervenuto al salone anche l’Ambasciatore d’Italia in Russia Pasquale Terracciano, che con la sua visita alle aziende italiane ha voluto dimostrare il suo supporto alle iniziative promozionali di Ente Moda Italia, Sistema Moda Italia e Agenzia ICE.

Si è respirata un’aria di ottimismo generalizzato – dice Alberto Scaccioni, amministratore delegato di Ente Moda ItaliaC’è una fiducia crescente verso il mercato russo, come confermano anche i dati più recenti dell’export italiano verso la Russia elaborati da Confindustria Moda per SMI. Le nostre aziende ci hanno detto di aver incontrato buyer di alto profilo, arrivati al salone con determinazione e grande concretezza, nell’approfondire le nuove collezioni italiane e fare ordini per la prossima stagione. La Russia è uno dei mercati di riferimento per il nostro Paese, e siamo soddisfatti – ci tengo ad aggiungerlo del grande lavoro di networking con i nostri partner strategici, Sistema Moda Italia e la sede di Mosca di Agenzia ICE, che ci consente di organizzare a ogni edizione la presenza mirata di importanti gruppi di compratori russi, di aggiungere servizi di accoglienza ed eventi promozionali”.

Aggiunge il Direttore dell’Ufficio ICE di Mosca, Pier Paolo Celeste: “I 35 buyer invitati da Agenzia ICE, provenienti da 22 citta’ russe, hanno apprezzato le nuove collezioni estive e gamme di colori, effettuando numerosi ordini. Molto gradita anche la sfilata delle aziende italiane di intimo e moda mare – settore che ha una quota di importazione dall’Italia in Russia del 17% del mercato, che si e’ ritenuto di promovere per incrementarne ulteriormente la presenza e visibilità”.

La prossima edizione di CPM – Collections Première Moscow si svolgerà dal 25 al 28 febbraio 2019, con le collezioni per l’autunno-inverno 2019/2020.

***********************************

Grande soddisfazione e ottimismo per la prima partecipazione di Ente Moda Italia al salone Centrestage di Hong Kong: feedback positivi per i brand italiani protagonisti del progetto espositivo “La Moda Italiana”, il salone si conferma fashion-hub per la moda creativa e per il business sui mercati del Far-East

Sabato 8 settembre si è conclusa con grande successo l’edizione 2018 di CENTRESTAGE, uno dei più importanti e innovativi format dedicati alla moda in Asia, andato in scena negli spazi dell’Hong Kong Convention and Exhibition Center, a cui EMI ha partecipato per la prima volta con una selezione di 11 brand italiani.

L’evento di quattro giorni (5-8 settembre), organizzato dall’Hong Kong Trade Development Council (HKTDC), ha portato nella metropoli cinese 230 marchi provenienti da 22 paesi, attirando 8.700 compratori da 80 regioni del mondo: numeri in crescita del +2,4% rispetto allo scorso anno.

A questa edizione i buyer asiatici hanno rappresentato il 35% del totale, con importanti performance di presenze da Cina continentale e dai paesi ASEAN.

“Dopo una prima partecipazione promozionale e di networking – dice Alberto Scaccioni, amministratore delegato di Ente Moda Italia – questa edizione di Centerstage è stata la prima in cui abbiamo presentato le collezioni di una selezione di aziende italiane, che da subito ci hanno dato feedback molto positivi sul salone. E’ una piattaforma in crescita, sia in termini di dimensioni sia di importanza come evento moda nell’area Asia-Pacifico, e il suo format che unisce esposizione a eventi, sfilate, presentazioni, seminari e incontri b-to-b, è sicuramente una modalità innovativa e vincente su questi mercati. Il ruolo di Hong Kong come hub per la moda e il lifestyle è innegabile, e lo dimostra la presenza di compratori da tutto il mondo. Anche se l’evento è giovane, gli organizzatori di HKTDC hanno una solida esperienza nell’organizzazione di eventi internazionali, e per le aziende italiane partecipare a Centerstage rappresenta un’opportunità reale di sviluppo del proprio business”.

Nei giorni del salone c’è stata anche la visita di Clemente Contestabile, Console Generale Italiano a Hong Kong, che ha apprezzato le collezioni delle aziende italiane capitanate da EMI e il lavoro di promozione fatto sul mercato locale e quelli limitrofi.

Ecco gli 11 marchi italiani che sono stati protagonisti nei moderni spazi dell’Hong Kong Convention and Exhibition Center: ANNECLAIRE, CARDITOSALE, CHIARA ALLEGRANZI – MILANO, CHICCA LUALDI BEEQUEEN, COLLIROSSI, COMPLIT, EYELET MILANO, MORA1962, SGUARDI, THE PACKING MAN e VIAMONTENAPOLEONE.

EMI – ENTE MODA ITALIA, è la società creata nel 1983 su iniziativa di Sistema Moda Italia e del Centro di Firenze per la Moda Italiana per promuovere, diffondere e valorizzare il Made in Italy all’estero. Nell’ambito di questa missione, EMI organizza la partecipazione di qualificate aziende italiane ad alcune delle più importanti manifestazioni fieristiche internazionali, tra queste Italian Fashion @ CPM Collection Première Moscow, Italian Fashion @ NY Women’s – Coterie, Edit a New York, Italian Fashion @ Project Womens a Las Vegas, Italian Fashion @ Central Asia Fashion ad Almaty (Kazakhstan), La Moda Italiana @ CHIC a Shanghai, La Moda Italiana @ CENTRESTAGE a Hong Kong e La Moda Italiana @ Magic Japan a Tokyo.

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="EMI porta il made in Italy ai saloni CPM di Mosca e CENTRESTAGE di Hong Kong";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.