Giornale on line del tessile, moda, abbigliamento

Feedback positivi per i 112 brand italiani a CPM Mosca con Ente Moda Italia

marzo 4 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Feedback molto positivi per la partecipazione di Ente Moda Italia   a CPM Mosca col progetto “Italian Fashion”: buona l’affluenza di compratori, grande concretezza e apprezzamenti per le nuove collezioni dei 112 brand italiani protagonisti. Tra gli operatori del settore si è respirata aria di normalità e di positività,e il salone ha confermato in pieno il suo ruolo di piattaforma commerciale per la Russia e i paesi limitrofi. Soddisfazione anche per le iniziative strategiche di promozione in collaborazione con Agenzia ICE e Sistema Moda Italia.

Dal 24 al 27 febbraio 2020, all’Expocentre di Mosca è andata in scena la 34esima edizione di CPM Collection Première Moscow, il più importante salone moda della Russia e dell’Europa dell’Est, che ha visto una nuova partecipazione di EMI Ente Moda Italia con il progetto “Italian Fashion” dedicato alla moda donna, uomo e bambino di abbigliamento e accessori.

Si sono registrati feedback molto positivi per i 112 brand italiani protagonisti – una delle partecipazioni nazionali tra le più numerose e rappresentative – che hanno presentato le loro novità per l’autunno-inverno 2020/2021 ad un’edizione della manifestazione che ha attirato un totale di 22.000 operatori, ospitando oltre 1.300 collezioni da circa 30 paesi del mondo.

Tra le diverse iniziative speciali in campo dal punto di vista promozionale, grazie all’importante progetto sostenuto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e realizzato da ICE-Agenzia sede di Mosca in collaborazione con EMI - Ente Moda Italia e SMI - Sistema Moda Italia, c’è stato innanzitutto l’incoming di una selezione di oltre 40 top buyer provenienti dalle diverse regioni della Russia e della Bielorussia; e sempre grazie al supporto di Agenzia ICE, anche a questa edizione è andata in scena l’Italian Fashion Lounge, che si è confermata ancora una volta l’hub di riferimento del padiglione italiano, punto di incontro tra espositori, buyer e stampa per la sua atmosfera di relax dalla forte impronta italiana.

Da segnalare anche la visita al salone, giovedì 26 febbraio, del Sottosegretario del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale Ivan Scalfarotto, che assieme all’Ambasciatore Italiano a Mosca Pasquale Terracciano ha incontrato una selezione di buyer Russi e Bielorussi specializzati in prodotti italiani, e fatto visita alle aziende delle aree “Italian Fashion @ CPM”. Una visita dai riscontri molto positivi, a conferma di come il mercato russo continui a rappresentare grandi opportunità per le imprese italiane e dell’impegno a promuovere la qualità e l’originalità del Made in Italy lavorando insieme agli importatori e ai distributori della regione.

“E’ stata un’edizione molto positiva e concreta, in cui gli operatori del retail russo e dei paesi limitrofi hanno espresso grande voglia di consolidare relazioni commerciali con le nostre aziende e crearne di nuove – dice Stefano Festa Marzotto, Presidente di Ente Moda Italia – Abbiamo registrato una buona affluenza in tutti e quattro i giorni di manifestazione, che devo dire si sono svolti in un’atmosfera di normalità, senza allarmismi creati dall’evoluzione dello scenario legato al Coronavirus. Per questo torniamo con la soddisfazione espressa dalle nostre aziende, per la generale positività che gli operatori russi ci hanno espresso, dimostrando grande attenzione per il prodotto italiano e grande voglia di rimettere in moto il business moda del paese. La Russia si conferma come uno dei mercati di riferimento per la moda italiana, e continuare a trasmettere fiducia ai suoi operatori è di assoluta importanza: è quello che vogliamo fare con il progetto “Italian Fashion” a Mosca, assieme i nostri partner strategici – Sistema Moda Italia e la sede di Mosca di Agenzia ICE – con cui facciamo un eccellente lavoro di networking, e che ci consente di organizzare a ogni edizione una presenza molto qualificata di gruppi di compratori russi, di aggiungere servizi di accoglienza ed eventi promozionali”.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti per questa edizione della fiera CPM: oltre all’ottima affluenza in generale, i nostri buyer russi e bielorussi hanno svolto durante la manifestazione oltre 430 incontri BtoB, confermando la fedeltà alla moda italiana. Abbiamo presentato l’eccellenza della Moda Made in Italy uniti come Sistema Italia nel suo complesso, con l’importante presenza del Governo e delle Istituzioni e Associazioni che lavorano quotidianamente per affermare i nostri prodotti nel territorio della Federazione Russa e questa volta anche in Bielorussia”, – dichiara il Direttore dell’Ufficio ICE di Mosca, Francesco Pensabene.

EMI – ENTE MODA ITALIA, è la società creata nel 1983 su iniziativa di Sistema Moda Italia e del Centro di Firenze per la Moda Italiana per promuovere, diffondere e valorizzare il Made in Italy all’estero. Nell’ambito di questa missione, EMI organizza la partecipazione di qualificate aziende italiane ad alcune delle più importanti manifestazioni fieristiche internazionali, tra queste Italian Fashion @ CPM Collection Première Moscow, Italian Fashion @ Liberty Fairs a New York e Las Vegas, Italian Fashion @ Cabana & Capsule a New York, La Moda Italiana @ Almaty (Kazakhstan), La Moda Italiana @ Kiev, La Moda Italiana @ CENTRESTAGE a Hong Kong,  La Moda Italiana @ Project Tokyo e La Moda Italiana @ Seoul.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.