Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Homi a Milano con 1.400 aziende. Attesi 60.000 operatori

settembre 15 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Eventi, News

E’ ripartita a Rho Fiera Milano, Homi, il Salone degli Stili di Vita che dal 12 al 15 settembre racconta agli operatori il design e l’eleganza per la casa e la persona. La manifestazione si propone come un luogo di eccellenze e di esperienze arricchito da aziende e realtà che vi vedono un riferimento per incontrare nuovi mercati e affermarsi con proposte originali. Attesi tra i 60.000 e i 70.000 visitatori, tutti operatori del settore.

L’edizione 2015 vede la presenza di circa 1.400 aziende, circa 100 in più rispetto allo scorso anno, di cui il 25% estere da 39 Paesi, rappresentanti tutti i comparti che ruotano intorno al settore casa. A confermare una manifestazione dal respiro sempre più internazionale, la presenza di operatori provenienti da oltre 70 merccati tra i quali i più rappresentati sono Russia, Cina, Turchia, Giappone, Francia.

“Le manifestazioni fieristiche come Homi – ha dichiarato Corrado Peraboni, AD di Fiera Milano - si confermano strumento fondamentale per la visibilità delle nostre eccellenze. Per questo, dal lato dell’offerta abbiamo caratterizzato sempre di più la manifestazione arricchendola di novità ed eventi ed ampliando le merceologie e la presenze delle aziende. Dal lato della domanda invece abbiamo svolto un’attenta attività di scouting all’estero in partnership con di Ice – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – che ci ha permesso di migliorare la profilazione dei top buyer ed ampliare mercati e aree di riferimento. In particolare per questa edizione di Homi la nostra collaborazione si è focalizzata su Cina, Canada, Messico e Qatar, paesi sensibili alle proposte del mondo lifestyle”.

“Homi - ha dichiarato Riccardo Maria Monti presidente dell’ICE - si propone come evento di riferimento dedicato alla persona ed agli stili di vita e come vetrina del Lifestyle Made in Italy. Un progetto innovativo di Fiera Milano, al quale siamo lieti di partecipare per il suo potenziamento e la sua valorizzazione nei mercati internazionali”. E per facilitare e rendere sempre più efficaci gli incontri tra buyer e aziende espositrici, Homi ha messo a disposizione la piattaforma di match making Emp (Expo Matching Programme) curata da Fiera Milano, a cui ha aderito l’85% degli espositori e che a pochi giorni dalla mostra ha già generato oltre 5.000 appuntamenti.

Per questo, Homi ospita anche il nuovo progetto di Confartigianato Imprese e Ulaola che ha l’obiettivo di sostenere attivamente le eccellenze artigiane di diversi settori nei processi di digitalizzazione e internazionalizzazione. Ulaola è una startup italiana, partecipata dall’incubatore certificato Digital Magics: è il primo marketplace che aggrega prodotti Made in Italy, proponendosi come porta di accesso all’Europa per le piccole e medie imprese artigianali. Homi lancerà un’iniziativa realizzata da Regione Lombardia in collaborazione con Adi (Associazione per il Disegno Industriale) che partirà da un bando dedicato ai giovani creativi emanato dalla regione Lombardia e culminerà con la creazione di prodotti ispirati ai loro concept. Da ricordare poi l’iniziativa ‘La Magnifica Forma’ che coniuga design e artigianato d’arte e si basa sul concept dell’interazione fra il Made in Italy e il Mibac, alla ricerca di un nuove possibilità per incrementare la visibilità del sistema museale italiano.

L’experimental workshop propone per la sua quarta edizione un tema che viene dalla concomitanza con Expo 2015 e prevede l’allestimento di 7 tavoli ispirati al Banchetto Storico: antico romano, medioevale, rinascimentale, barocco, neoclassico, futurista e razionalista. Ma il percorso di questa mostra non si ferma qui. Dal 24 settembre al 18 ottobre infatti, “La Magnifica Forma” sarà aperta al pubblico presso sala del Collezionista del Palazzo delle Stelline.

Per ospitare la molteplicità di temi e progetti della manifestazione, ai Satelliti di Homi – Living Habits, Home Wellness, Fragrances & Personal Care, Fashion & Jewels, Gifts & Events, Garden & Outdoor, kid Style, Home Textiles, Hobby & Work- si affiancano aree tematiche come gli spazi di Creazioni, Creazioni Designer e Homi Sperimenta – realizzati con Artex, Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana – che mettono al centro l’artigianato d’arte. Per la prima volta in manifestazione inveceHomiclass, un’area che propone il nuovo classico all’interno della simulazione di un palazzo storico, arricchito da eccellenze e prodotti di aziende contemporanee. Si conferma poi Homisphere, il concept di Homi che declina i nuovi stili di vita nelle espressioni dell’enogastronomia, dell’ospitalità e del contract e che torna in mostra per la sua terza volta. E ancora Homi Outdoor, dedicato agli esterni; Homi Wellness che disegna invece nuovi stili di vita muovendo dalla dimensione rilassata del benessere;Homi Food, altra nuova area, dedicata ai prodotti agroalimentari di qualità caratterizzati da una forte caratterizzazione di ricerca sia nella sostanza, sia nella forma: il packaging. Novità di Homi è anche l’area design dedicata al mondo Kids, Homi Kids Style che si concentra sugli ambienti e sulle dimensioni di gioco dei bambini.

Infine, ad Homi saranno presenti anche i 6 giovani creativi che hanno vinto il concorso ‘Homi Maker Design Award’, realizzato da Fieramilano e Artex – Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana, che si rivolge ai giovani produttori, artigiani/artisti/designer under 35, che operano nel campo dell’artigianato artistico di ispirazione contemporanea. Un’iniziativa che Homi sostiene da anni per incoraggiare i giovani ad innovare e per far emergere nuovi universi creativi.

Homi non è solo momento espositivo e afferma la sua anima di laboratorio e incubatore. In questa edizione in particolare ampio spazio è dedicato agli incontri tra architetti e alla loro formazione, oltre che ai workshop e seminari dedicati alla valorizzazione dei punti vendita. La forza di Homi nel panorama nazionale è sancita anche dalla conferma delle partnership con le associazioni di categoria dei settori di riferimento (Art, Anima, Sistema moda Italia), e dai consolidati contatti con grandi realtà del design (scuole, associazioni professionali).

Molta attenzione è stata rivolta al settore Fashion & Jewels, che da questa edizione è stato inserito all’interno dei padiglioni 1-3, proprio all’ingresso della fiera. “Vogliamo che Homi diventi il punto di riferimento per il settore della bigiotteria, che non ha ad oggi una valorizzazione adeguata, né associazioni a rappresentarla”, ha spiegato a FashionMag Cristian Preiata, Exhibitions Manager di Fiera Milano.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Homi a Milano con 1.400 aziende. Attesi 60.000 operatori";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.