Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Il Bread&Butter è morto, viva il Premium

luglio 15 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Gli organizzatori del Premium a Berlino, gli stessi che si trovano già a manovrare i posti di comando del Seek, hanno annunciato l’acquisto del Bright, il salone specializzato nello skate.

The Premium Group guiderà adesso tre grandi saloni berlinesi, oltre a Premium Order Munich nella capitale bavarese.

Marco Aslim e Thomas Martini, i fondatori, che hanno venduto le loro quote nella transazione, restano direttori della manifestazione nata a Francoforte dieci anni fa. In un comunicato, gli organizzatori assicurano che le varie entità del gruppo manterranno la propria identità.

In questa stagione, dall’8 al 10 luglio, il Bright si è tenuto per la prima volta nella stessa location del Seek, dedicato alla moda contemporanea e street. Una sovrapposizione che ha dato ai visitatori la possibilità di scoprire 600 brand. Tuttavia, è risultato evidente che da salone di nicchia dello skate e dell’urban, il Bright è diventato anche un evento alquanto mainstream, accogliendo i pesi massimi del settore e un numero maggiore di marchi fashion molto noti. All’Arena di Berlino, il Seek, lanciato nel 2009, con il rinforzo del Bright, offriva un’atmosfera di “già visto”, con Levi’s, Reebok, Puma, Vans, Ben Sherman, Fred Perry… riuniti insieme in due ampi padiglioni sulle rive dello Spree.

In tutti i casi, Berlino, che ha dovuto confrontarsi con molte incertezze e incognite con la moltiplicazione delle iniziative, troverà così un po’ di calma e serenità.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Il Bread&Butter è morto, viva il Premium";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.