Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Il made in Italy che al mondo piace

aprile 16 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Nella settimana del Salone del Mobile, Milano diventa capitale dell’arredo, un settore che conta oltre 28mila imprese e dà lavoro a quasi 150mila italiani. In questa fotografia, scattata da Confartigianato Lombardia, tutti i numeri di un settore simbolo del Made in Italy che piace al mondo.

ITALIA: Delle 28.206 imprese attive nel settore del mobile alla fine del 2014, 15.375 sono imprese artigiane, vale a dire il 55% del totale. Tradotto in termini occupazionali, vuol dire 147.159 addetti di cui 50.571 in imprese artigiane. Questo sotto il profilo della dimensione aziendale significa che quasi la totalità (il 98%) delle aziende ha meno di 50 dipendenti. Eppure l’export del settore del mobile italiano vale 2,378 miliardi di euro (dati IV trimestre 2014), pari al 2,4% del totale dell’export manifatturiero. Su questo fronte i dati sono incoraggianti: in un anno le esportazioni di mobili Made in Italy sono cresciute in media del 4,3%, un dato che raggiunge il 4,9% se si considerano le esportazioni verso i mercati fuori dall’Europa a 28, che accolgono il 49,7% dei mobili Made in Italy venduti all’estero.

LOMBARDIA: Delle 5.783 imprese attive nel IV trimestre 2014, 3.619 sono artigiane, vale a dire il 62,6% del totale. Tradotto in termini occupazionali, vuol dire 30.011 addetti, di cui 12.703 in imprese artigiane. Questo sotto il profilo della dimensione aziendale significa che il 98,5% delle imprese ha meno di 50 dipendenti. Sul fronte dell’export, il settore del mobile lombardo vale 684 milioni di euro (IV trimestre 2014) pari al 2,4% del totale dell’export manifatturiero. Sotto questo aspetto i dati registrano una crescita che per alcuni mercati è a doppia cifra. In un anno le esportazioni di mobili made in Lombardia, infatti, sono cresciute del 9,6%, dato che arriva a 10,2 se si considerano i mercati extra UE 28, destinatari del 58,5% dei mobili lombardi venduti all’estero.

MILANO E PROVINCIA: Delle 1.055 imprese attive nel IV trimestre 2014, 2.447 sono artigiane, vale a dire il 42,4% del totale. Tradotto in termini occupazionali, vuol dire 2.821 addetti, di cui 927 in imprese artigiane. Questo sotto il profilo della dimensione aziendale significa che il 99,4% delle imprese ha meno di 50 addetti. Sul fronte dell’export il settore del mobile vale 117 milioni di euro (IV trimestre 2014), pari all’1,3% del totale delle esportazioni del manufatturiero. Sotto questo aspetto, i dati parlano di una forte accelerazione negli ultimi 12 mesi: in un anno le esportazioni di mobili made in Milano sono cresciute del 24,2%, un dato che si ferma al 21% a livello di mercati extra UE 28, destinatari del 69,1% dei mobili venduti.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Il made in Italy che al mondo piace";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.