Giornale on line del tessile, moda, abbigliamento

Il meccanotessile italiano espone le ultime novità tecnologiche a Shanghai

ottobre 15 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Carpi, Como, Eventi, News, Prato

Il 15 ottobre aprono a Shanghai i battenti di ITMA ASIA+CITME 2018, la principale manifestazione fieristica asiatica dedicata alle macchine tessili. La tecnologia italiana sarà ancora una volta protagonista con soluzioni innovative e sostenibili.

Circa 130 aziende italiane esporranno alla prossima ITMA ASIA+CITME 2018, che si svolgerà dal 15 al 19 ottobre a Shanghai. Con una superficie occupata di circa 6.300 metri quadrati l’Italia risulta essere tra i principali Paesi espositori presenti alla manifestazione, come già avvenuto nelle edizioni precedenti.

L’Asia rappresenta la principale destinazione per i costruttori italiani del settore. Nella prima metà del 2018 il 46% dell’export italiano di macchine tessili si è diretto in Asia, contro il 37% assorbito dai Paesi europei e il 12% diretto verso il continente americano. La Cina, invece, è il primo mercato estero per l’industria italiana delle macchine tessili: le esportazioni italiane dirette sul mercato cinese rappresentano il 16% del  totale export del settore. Nei primi sei mesi dell’anno in corso il loro valore è stato pari a 156 milioni di euro (-8% rispetto alla prima metà del 2017). Le altre maggiori destinazioni dell’area asiatica per le aziende italiane risultano essere India, Bangladesh e Pakistan.

“Le prospettive per il mercato cinese restano positive, nonostante la domanda di macchinario estero da parte delle aziende tessili locali in questa prima metà dell’anno abbiano registrato una frenata, afferma il Presidente di ACIMIT, Alessandro Zucchi. La fiducia che i nostri costruttori ripongono nella Cina è testimoniata dai tanti espositori italiani presenti a Shanghai. L’Italia è tra i principali Paesi stranieri per numero di aziende espositrici”.

La richiesta di macchinario in Cina riguarda soprattutto tecnologie in grado di coniugare risparmio nei costi di produzione e attenzione al rispetto dell’ambiente. Il settore tessile cinese è altrettanto sensibile a soluzioni innovative in grado di rispondere alle richieste del mercato, cioè rapido time to market e produzione just in time. “Ritengo che per aumentare la competitività a livello internazionale sia necessario per le aziende tessili in Cina, come per quelle di altri Paesi, puntare sulla digitalizzazione dei processi produttivi e sulla sostenibilità delle soluzioni tecnologiche adottate”, conclude Zucchi.

A ITMA ASIA + CITME una sessantina di aziende italiane presenteranno la loro offerta tecnologica all’interno del National Sector Groups, organizzati con il supporto di ICE Agenzia, mentre ACIMIT sarà presente in fiera presso l’INDUSTRY INFORMATION HUB – Association Village (Hall 1, Stand F58).

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Il meccanotessile italiano espone le ultime novità tecnologiche a Shanghai";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.