Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Il Panorama si prepara ad accogliere i “profughi” del Bread&Butter

dicembre 12 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Eventi, News

Il Panorama è palesemente uno dei due saloni che traggono maggiore vantaggio dall’annullamento del Bread&Butter, provvedimento ufficiale da martedì 9 dicembre.
Il Panorama annuncia così l’aggiunta a gennaio di un nuovo padiglione, che offre 4.000 metri quadrati supplementari. Si chiamerà ‘Urban UP’ e accoglierà una quarantina di marchi, finora prevalentemente visibili all’aeroporto Tempelhof. Sono attesi presso il centro fieristico brand come PME Legend, Dreimaster, Solid, Hummel, Tailored & Originals, Lindbergh, Shine, Goodyear, Hümor, Nümph, Anerkjendt Smash, ecc. Jörg Wichmann, patron del Panorama, assicura che la prossima estate la mostra avrà più servizi e strutture per ospitare altri marchi del denim e dell’urbanwear, nonché del menswear più progressista.

La fiera, nata nel gennaio del 2013, giusto dieci anni esatti dopo l’arrivo del Bread&Butter a Berlino, secondo le indiscrezioni era stata sostenuta dal governo per avere un salone dedicato ai marchi più commerciali, che non avevano più un salone dedicato in Germania, e anche nel timore di uno spostamento del Bread&Butter. Mustang è stato più o meno il primo fra i produttori di jeans ad annunciare che lasciava il Bread&Butter per il Panorama allo scopo di raggiungere i dettaglianti nazionali.

In totale, dal 19 al 21 gennaio prossimi, il Panorama dovrebbe ospitare 521 brand su 37.500 metri quadrati di superficie espositiva ripartiti in dieci padiglioni.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Il Panorama si prepara ad accogliere i "profughi" del Bread&Butter";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.