Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

It’s italian yarn. Workshop a Shangai per l’eccellenza italiana dei filati

settembre 3 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Carpi, Eventi, News, Prato

Quindici filature italiane occuperanno dal 4 al 6 settembre l’ex padiglione italiano dell’expo di Shanghai.

L’iniziativa si avvale della collaborazione di Sistema Moda Italia, Pitti Immagine, Ice e Uib e consentirà alle aziende italiane di presentarsi unite ai potenziali clienti del mercato asiatico.

Le 15 filature, useranno il marchio comune “It’s Italian Yarn”, ideato da Simone Parlamento della Filatura Di.Vè, promotore dell’iniziativa insieme a Renato Costella di Zegna Baruffa Lane Borgosesia. Daranno vita a un workshop dei filati italiani d’eccellenza che si svolgerà in contemporanea con una delle principali fiere mondiali del settore, allestita nell’area adiacente: Spin Expo. «Per la prima volta le singole aziende hanno scelto di fare davvero sistema – commenta Emanuele Scribanti, vice presidente dell’Unione Industriale Biellese (Uib) – addirittura condividendo gli indirizzi dei clienti per invitarli al workshop: per affrontare mercati importanti come Cina e Far East serve apertura alla collaborazione».
Per il direttore dell’Uib Pier Francesco Corcione «la crisi attuale ha creato le condizioni perché la vivacità della concorrenza si trasformasse in una proficua collaborazione». Costella sottolinea come in Cina «la voglia di prodotto italiano di alta gamma e qualità è forte e il filato italiano concretamente richiesto. Ma presentarsi al mercato in modo adeguato è vitale». Gli fa eco Simone Parlamento: «Partecipare come singole imprese a fiere come Spin Expo è una strategia debole. L’alto valore aggiunto del prodotto italiano finisce per essere disperso in un’esposizione che non valorizza i filati d’eccellenza». La sinergia sta già raccogliendo ulteriori adesioni che verranno accolte sotto il cappello di “It’s Italian Yarn” in occasione di un secondo workshop già in programma per marzo 2013. Sempre in chiave sinergica, di fronte al padiglione italiano aprirà a settembre una sede della Marangoni Fashion School, con la quale le aziende stanno ipotizzando collaborazioni mirate.
Sei le filature piemontesi aderenti: Zegna Baruffa Lane Borgosesia, Botto Poala, Lane Cardate, Loro Piana, Di.Vè, Filatura Luisa. Otto quelle toscane: Pinori Filati, Industria Italiana Filati, L’insieme filati, GTB, Igea, Pecci, New Mill, Linea più. Una emiliana: Papi Fabio.

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="It’s italian yarn. Workshop a Shangai per l’eccellenza italiana dei filati";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un Commento

Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.