Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

La crisi russa non fa decollare il “Moscow Mode Lingerie & Swim”

febbraio 10 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Gli eventi politici ed economici di questo momento storico non sono stati favorevoli al lancio di Moscow Mode Lingerie & Swim. Il settore di biancheria intima e moda mare della fiera moscovita CPM, in precedenza chiamato Body & Beach, presenterà il suo nuovo volto nella prossima edizione del 24-27 febbraio prossimi. Ma il contesto attuale ha frenato gli effetti delle sinergie createsi grazie alla nuova joint venture perfezionata fra l’Igedo, organizzatore del CPM, ed Eurovet, società organizzatrice in particolare del Salon International de la Lingerie, di Mode City e di Curve.

Nell’ambito di questo accordo, l’organizzatore francese ha il dovere di fornire le proprie competenze commerciali e il suo ricco carnet di contatti per permettere a questo settore del salone CPM di crescere fino a diventare una fiera a sé stante. Ma è stato molto difficile convincere i marchi internazionali a venire ad esporre a Mosca in una fase in cui il mercato sembra molto instabile.

Alla fine, dunque, i brand, stranieri o russi che siano, saranno meno numerosi di quanto sperato inizialmente: circa 70, contro i 90 della stagione scorsa. Tra i marchi esteri che si recheranno in Russia, sono annunciati in particolare Empreinte, Hanes, Hanro, Rosy, Variance, Mey, Lingadore o Maison Close.

Per fornire l’avvenimento di nuovo dinamismo nonostante il contesto in cui deve operare, Eurovet ha messo a punto il programma ‘VIP’. 200 buyer di riferimento della Russia e della sua area di influenza nelle nazioni vicine sono stati invitati completamente spesati di tutto a Moscow Mode Lingerie & Swim, organizzato negli spazi dell’Expocentre, occupato interamente.

Inoltre, lo stesso salone CPM nella sua totalità ha avuto problemi a riempire i suoi padiglioni come riusciva a fare di solito, visto che annuncia la presenza di 1.100 collezioni, con poco meno di 600 espositori in tutto, contro i circa 700 dell’anno precedente. I visitatori attesi per questa stagione saranno ancora circa 19.000, per la stragrande maggioranza russi.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="La crisi russa non fa decollare il "Moscow Mode Lingerie & Swim"";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.