Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

La moda italiana sfila a Seoul

febbraio 12 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Una selezione di piccole e medie imprese italiane di qualità in scena per la sesta volta in Corea del Sud grazie a ‘La moda italiana a Seoul’, il progetto espositivo organizzato da Ente Moda Italia in collaborazione con Sistema Moda Italia, negli ambienti del Westin Chosun hotel di Seoul, una delle più belle strutture ricettive del centro della capitale.

Sono 46 i brand italiani partecipanti a questa edizione (in crescita rispetto alle 34 collezioni di un anno fa), che presentano le nuove collezioni autunno-inverno 2015-16 di moda donna, uomo, bambino, pelletteria e accessori.

“La Corea del Sud cresce -afferma Antonio Gavazzeni, presidente di Ente Moda Italia- è tra i paesi che sta registrando performance economiche migliori: nel 2014, secondo i dati elaborati da Sistema Moda Italia, l’export di tessile-abbigliamento italiano verso la Corea è cresciuto del 22%, con punte ancora maggiori per esempio per la moda uomo, le cui esportazioni hanno registrato per certe tipologie di prodotto anche incrementi di oltre il 40% rispetto all’anno precedente”.

“Sulla scia dell’accordo di libero scambio con l’Unione europea -spiega- i contatti commerciali con la Corea del Sud sono andati intensificandosi nelle ultime stagioni, e sono cresciuti l’attenzione e gli apprezzamenti da parte dei consumatori coreani per lo stile italiano, una tendenza forte che stiamo registrando anche nell’ultima stagione per quanto riguarda gli acquisti dei buyer coreani ai saloni italiani”. Per questo, assicura Gavazzeni, “la Corea è sicuramente uno dei mercati più promettenti, e per EMI è importante continuare a investire in una presenza a Seoul, che in cinque edizioni de ‘La Moda Italiana’ ha già dato risultati importanti e una crescente partecipazione di aziende del nostro sistema moda”.

“La distribuzione moda coreana -aggiunge Alberto Scaccioni, amministratore delegato di EMI- presenta un modello fortemente ispirato ai format occidentali, ed è costituito in prevalenza da department stores e boutique multimarca, che sempre più cercano un
prodotto che si diversifichi dalle caratteristiche della griffe, e che incontri un gusto sofisticato e affine allo stile italiano”.

“Essere a Seoul -sottolinea- con una selezione di piccole e medie imprese italiane di qualità è senza dubbio un’occasione importante per valorizzare al meglio il nostro prodotto. E avremo anche l’opportunità di intensificare i nostri legami con gli operatori locali e fare networking, che oggi più che mai si rivela strategico per avere successo sui mercati esteri e continuare a crescere”.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="La moda italiana sfila a Seoul";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.