Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Marenzi:”Nel 2015 il sistema ha tenuto”

giugno 22 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

“E’ un principio di assoluta importanza quello di dare al consumatore finale la certezza della certificazione di origine”. Lo ha detto il presidente di Sistema Moda Italia, Claudio Marenzi, il 21 giugno, a margine dell’assemblea annuale.

“Per noi – ha aggiunto – il Made in Italy vale tantissimo perchè è tra i primi tre marchi più importanti nel mondo e questo è un valore aggiunto per piccole e medie imprese. Questo è comunque un tema difficile sul quale dobbiamo riuscire a portare a casa dei risultati. E per noi è un dovere morale”.

Marenzi, sul fronte dei dati, ha detto: “Il 2015 chiude con una piccola crescita dell’1% che è formato da un pareggio del tessile ed una crescita del 2% dell’abbigliamento. Il nostro è un settore vocato all’esportazione. Il sistema ha tenuto.

Le prospettive sono di una crescita leggera che deve essere confermata con i fatti a fine anno. Abbiamo una situazione internazionale tale che si verificano delle crisi che per noi sono incontrollabili. Il mondo è talmente instabile che è difficile fare delle previsioni esatte”.

SMI rivede stime 2016

Nel primo semestre 2016, secondo le simulazioni economiche Smi-Liuc, lo scenario dell’industria italiana del tessile-moda si presenta con una revisione a ribasso delle previsioni fatte nel dicembre 2015. E’ quanto emerge dai dati resi noti nel corso dell’assemblea del Sistema Moda Italia.

In particolare i primi sei mesi del 2016 vedrebbero un fatturato del +0,9% (rispetto al +2,2% stimato a dicembre), media di una variazione pari al +0,6% per il tessile e al +1,1% per l’abbigliamento moda.

I dati definitivi e circoscritti al periodo gennaio-marzo indicano un export interessato da una bassa dinamica, ovvero +0,8%, mentre l’import inverte il trend e segna una battuta d’ arresto, pari a -0,7% (import che era cresciuto, invece, del +8,2% nel primo trimestre 2015).

Secondo il bilancio settoriale elaborato da Sistema Moda Italia, l’ industria italiana del tessile-moda archivia il 2015 con un fatturato moderatamente in crescita (+0,6%) rispetto al 2014. Il turnover settoriale, pertanto, si porta a 52,4 miliardi di euro, guadagnando oltre 330 milioni rispetto al 2014. Nel 2015 l’export, cresciuto del 2,1%, passa a 29.056 milioni di euro, assicurando cosí un incidenza del 55,5% sul turnover totale.

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Marenzi:"Nel 2015 il sistema ha tenuto"";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.