Giornale on line del tessile, moda, abbigliamento

Meccanotessile: inaugurato il centro di formazione tecnologico in Vietnam

dicembre 12 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Como, News, Prato

E’ stato inaugurato lo scorso 29 novembre a Ho Chi Minh City (Vietnam) il centro di formazione italiano per le macchine tessili presso la sede della Hochiminh City University of Technology (HCMUT). Alessandro Zucchi, Presidente ACIMIT: “Il centro di formazione è un’ulteriore occasione per consolidare la presenza del meccanotessile italiano in questo mercato emergente”.

Dopo la firma dell’accordo tra i partner principali del progetto, ICE-Agenzia e HCMUT (Hochiminh City University of Technology), avvenuta nell’aprile 2016 si è svolta la cerimonia di inaugurazione del centro italiano di formazione tecnologica per le macchine tessili in Vietnam, a cui hanno partecipato anche Alessandro Zucchi e Raffaella Carabelli, rispettivamente Presidente e Immediate Past President di ACIMIT, l’Associazione Costruttori Italiani Macchine Tessili, partner del progetto insieme a PISIE (Politecnico Internazionale per lo Sviluppo Industriale ed Economico).

Il progetto, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito del Programma Straordinario per la promozione del Made in Italy – Progetto Paese Vietnam, intende sostenere lo sviluppo dell’industria tessile locale attraverso la realizzazione di un centro tecnologico, destinato alla produzione di calze da uomo, dotato di una linea completa di macchinari ed attrezzature italiani. Il progetto, ha visto l’adesione dei seguenti costruttori italiani: BELLINI, FADIS, GAVAZZI, LAWER, LONATI e MESDAN.

La cerimonia di inaugurazione del centro è avvenuta nel contesto della Missione imprenditoriale in Vietnam, svoltasi a Hanoi ed Ho Chi Minh City dal 27 al 29 novembre, ed ha visto la presenza del Vice Ministro dello Sviluppo economico Ivan Scalfarotto, dell’Ambasciatrice Cecilia Piccioni e del Presidente dell’ICE-Agenzia Michele Scannavini.

Con l’avvio dell’operatività del centro di formazione, commenta il Presidente di ACIMIT Alessandro Zucchi, il nostro settore pone le basi per ulteriori opportunità di business in un mercato emergente per l’intero meccanotessile mondiale”. Il mercato vietnamita rappresenta, infatti, l’ottava destinazione del nostro export. Nel 2016 sono state esportate macchine per un valore di 49 milioni di euro, mentre nei primi sei mesi del 2017 le vendite italiane sono aumentate del 53% rispetto al medesimo periodo 2016. Le macchine tessili sono di gran lunga la tipologia produttiva più esportata in Vietnam tra i diversi macchinari compresi in FEDERMACCHINE, la federazione nazionale delle associazioni dei produttori di beni strumentali.

Sono sicura, ha dichiarato Raffaella Carabelli, la Past President, sotto la cui presidenza si era avviato il progetto, che l’iniziativa potrà avere un ritorno di immagine non solo sulle singole aziende italiane che partecipano fornendo i macchinari, ma sull’intero meccanotessile italiano”.

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Meccanotessile: inaugurato il centro di formazione tecnologico in Vietnam";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.