Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Milano inverte la rotta: crescono gli espositori a TheMicam

settembre 16 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Eventi, News

Numeri in leggera crescita in termini di espositori al 76esimo TheMicam, il salone della calzatura che apre i battenti domenica nel quartiere fieristico di Rho. L’edizione al via è stata presentata stamattina nel Micam Point, di stanza a fianco del Museo del Novecento, in piazza Duomo, dal presidente Cleto Sagripanti e dai suoi collaboratori.

Presenti alla conferenza stampa anche Cirillo Marcolin, presidente di Fiamp(Federazione Italiana Accessori Moda Persona), l’assessore alle Attività Produttive del Comune di Milano Franco D’Alfonso e l’a.d. di Fiera MilanoEnrico Pazzali.

Tutti gli interventi hanno ribadito l’importanza del settore degli accessori. Cirillo Marcolin, in particolare, ha ricordato come in primavera – quando TheMicam sulle calzature, Mipel sulla pelletteria, Mido sugli occhiali e, infine, Mifur sulla pellicceria si svolgono in contemporanea – si crei un polo imbattibile, con migliaia di visitatori, di cui il 50% da ogni parte del mondo.

Rispetto alle altre capitali internazionali della moda, Milano – è stato evidenziato –  ha un’arma in più, rappresentata proprio dagli accessori. Per questo è necessario concentrarsi sulla città e le sue potenzialità, lavorando insieme e facendo sistema.

L’intervento di Sagripanti ha sottolineato la straordinarietà di avere un numero di espositori leggermente in crescita a TheMicam, nonostante le difficoltà del momento. Le aziende partecipanti sono in totale 1.581. A crescere sono soprattutto quelle straniere, arrivate a 593, per una rassegna dalla vocazione sempre più internazionale.

Il maggiore problema per i calzaturieri italiani è ancora la debolezza del mercato interno. La politica è distratta e lontana dalle esigenze e dalle richieste di un comparto, che dà lavoro a circa 80mila addetti e, mentre in Europa si parla di reindustrializzazione, nella Penisola si attende un segnale sul fatto che la nazione sia ancora un Paese manifatturiero. “Noi vogliamo fare la nostra corsa alla pari con gli spagnoli, i portoghesi e i francesi”, ha detto Sagripanti con durezza nei confronti del Governo.

Si è parlato anche di TheMicam Shanghai, la cui prima edizione si è svolta nell’aprile scorso con 248 espositori e 6mila visitatori: un progetto a cui Sagripanti e Pazzali tengono particolarmente per le prospettive che implica e che verrà rafforzato ulteriormente in vista dell’appuntamento di ottobre.

Sul tavolo pure l’anticipo delle date dei saloni a partire dalla seconda sessione del 2014: insieme con il nuovo timing verrà lanciato anche un nuovo format per The Micam (“quando si è al massimo del successo è giusto cambiare”), che verrà presentato a marzo, in vista della rassegna in programma dal 31 agosto al 2 settembre 2014.

Tra le maggiori novità di The Micam al via domanica si segnala Foot Rocker, il concept che coinvolge il padiglione 10, grazie alla collaborazione con la rivista Rolling Stone: qui saranno realizzate videointerviste sui marchi più street e alternativi presenti in fiera, da caricare sui siti di The Micam, del magazine e sulla Micam tv, oltre che su Instagram, ma è previsto anche un concorso per giovani designer. Per conoscere l’ampio programma della manifestazione è possibile consultare il sito micamonline.com e scaricare l’apposita App.

 

Elena Azzola per Fashion Magazine

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Milano inverte la rotta: crescono gli espositori a TheMicam";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.