Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Pitti Uomo: i dati finali della 90^ edizione

ottobre 21 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Pitti Uomo fa 90 e mette a segno un’altra edizione record: in crescita i buyers, aumenti da Germania, Regno Unito, Cina, Giappone, Stati Uniti, Russia e tutti i mercati dell’est; molto bene anche il numero dei compratori italiani. Il salone raggiunge quota 20.500 compratori, di cui 8.400 esteri e oltre 30.000 visitatori totali.

La 90esima edizione di Pitti Immagine Uomo (Firenze, 14-17 giugno 2016) si è conclusa con un’affluenza e feedback che parlano di un’altra edizione da record: si è respirata grande energia tra gli stand, si sono viste collezioni ricche di creatività e costruite con attenzione al mercato, e il programma di eventi speciali è stato definito straordinario e spettacolare, catalizzando l’attenzione di un pubblico di stampa e buyer internazionale di altissimo livello.

I numeri dei compratori sono in crescita a +2,5% rispetto all’edizione di giugno 2015 – che era già stata da record con aumenti tra i più consistenti delle ultime stagioni – e si sono raggiunti 20.500 compratori totali, di cui circa 8.400 buyer esteri. In totale il salone ha superato ampiamente i 30.000 visitatori complessivi.

A trainare le presenze estere le performance molto positive di Regno Unito (+18%), Cina (+14), Germania (+5%), Belgio (+7%); molto bene anche Giappone (+3,5%) e Stati Uniti (+3%); la confortevole ripresa di Russia (+8%) dopo alcune stagioni di difficoltà, un “clamoroso” aumento di tutta l’Europa dell’est e dei paesi baltici, e ottimi risultati per Portogallo, Danimarca, Messico, Australia, Sud Africa, Singapore, Malesia e Taiwan.

Fanno registrare invece un calo sensibile i numeri della Francia, probabilmente legato anche all’ondata di scioperi in corso, alla cancellazione di numerosi voli aerei e agli Europei di calcio.

L’Italia continua il suo trend di recupero compratori in crescita a +3% – con numeri di presenze che stanno gradualmente tornando sui livelli di qualche anno fa, e con i migliori negozi di moda uomo presenti a fare ricerca alla Fortezza da Basso.

Nella classifica dei primi 20 mercati di riferimento sempre in testa la Germania (997 buyer), seguita da Giappone (847), Spagna (660), Regno Unito (632), Cina (505), Olanda (450), Francia (388), Turchia (374), Svizzera (296), Belgio (293), Stati Uniti (285), Corea del Sud (230), Russia (199), Austria (179), Portogallo (164), Danimarca (134), Svezia (130), Grecia (121), Romania (76) e Norvegia (76).

“Pitti Uomo ha festeggiato 90 edizioni nel migliore dei modi – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine – un salone energetico e scoppiettante, con tante novità tra gli stand e nuovi progetti menswear lanciati sulla scena internazionale proprio dalla Fortezza da Basso. E con un programma di eventi ancor più speciale del solito, tra grandi nomi della moda, talenti emergenti e designer di assoluta ricerca. Un ringraziamento va a tutti protagonisti e ai partner di questa edizione, dalle nostre aziende agli special guest, e grazie anche a tutto il sostegno che è arrivato attraverso il Centro di Firenze per la Moda Italiana dal Ministero dello Sviluppo Economico e da Agenzia ICE, per il programma di incoming, per le iniziative promozionali e  per la realizzazione di alcuni degli eventi speciali in calendario”.

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Pitti Uomo: i dati finali della 90^ edizione";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.