Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Pratto chiude il 2016 col segno più

febbraio 1 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News, Prato

Il manifatturiero torna a crescere, la ristorazione è il settore con la erformance migliore Prato seconda in toscana per il tasso di crescita

Si è chiuso con un segno positivo l’anno 2016 per il numero delle imprese del territorio di Prato: le attive sono infatti cresciute dello 0,3%, un dato positivo che si fa notare in un contesto nazionale dove molte province hanno registrato dati negativi. Anche a livello regionale, se si vanno a vedere le imprese registrate, il dato pratese è di tutto rispetto: la media della crescita Toscana è dell0 0,4%, Prato ha registrato un +0,7%, secondo solo a Grosseto che ha chiuso con un +1,5%.

Riprendono a crescere le confezioni: nel 2015 l’anno si era chiuso con crescita zero, ma nel 2016 le confezioni hanno invece segnato un +3,5%. Segno negativo per le industrie tessili, diminuite dell’1,2%. Registra invece una crescita zero l’agricoltura, che invece nel 2015 aveva registrato un +5%.

La performance migliore è quella dell’alloggio e ristorazione, che ha registrato un +2,7%. Un dato inferiore però al 2015, quando il settore aveva chiuso con un +3,6%. In particolare tende ad assestarsi il boom della ristorazione, che nel 1^ trimestre del 2016 aveva fatto un balzo in avanti del 4,7%, ma che a fine ano si è fermato al +2,8%.

Si protrae il momento di difficoltà delle costruzioni, che continuano a diminuire e che nel 2016 hanno chiuso con un -2,5%. Positivo l’andamento del commercio (+1,1%) grazie all’avanzata del commercio all’ingrosso (+1,7%).

Praticamente stabili i servizi (+0,1%), dove solo le attività informatiche crescono (+1,3%).

Nella tabella 2 è rappresentato il contributo alla crescita dei vari settori. Come si può notare dal 2011 è la prima volta che il manifatturiero torna a dare un contributo positivo alla crescita del territorio, invertendo una tendenza che andava avanti da diversi anni. Si nota anche l’importante contributo che commercio e alberghi stanno dando alla crescita economica del territorio.

“E’ positivo che il nostro territorio continui a mostrare vivacità da un punto di vista imprenditoriale, questo è il nostro punto di forza.– commenta Luca Giusti, presidente della Camera di Commercio di Prato – L’avanzata dei servizi di ristorazione e alloggio è la conferma che stiamo sviluppando una nuova vocazione, che il turismo è un settore nel quale possiamo crescere e che i nostro imprenditori si stanno impegnando in questa direzione. Se paragoniamo le nostre performance a quelle toscane, abbiamo la conferma che Prato è un territorio che continua ad attrarre chi fa impresa”.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Pratto chiude il 2016 col segno più";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.