Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Progetto europeo TEX-MED Clusters: primi parziali risultati e nuove iniziative

luglio 2 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News, Prato

Sono a quota 55 i protocolli di intesa generati ad oggi da TEX-MED Clusters: è questo il primo parziale risultato del progetto europeo che ha come capofila l’Unione Industriale Pratese e che coinvolge soggetti di altri sette importanti distretti del tessile-abbigliamento del bacino del Mediterraneo: Sabadell, Salonicco, Tunisi, Monastir, Alessandria d’Egitto, Betlemme ed Amman.

Si tratta in sostanza di accordi che sanciscono una convergenza di interessi e definiscono  delle linee di azione condivise. Li hanno sottoscritti sia soggetti collettivi (associazioni, consorzi, poli per l’innovazione) sia imprese di tutti i distretti coinvolti nel progetto. L’interesse prevalente è per operazioni di cooperazione e di partnership che coinvolgono i distretti tessili europei di Sabadell e Prato da un lato e le attività di confezione degli altri distretti dall’altro, con interessanti esperienze già realizzate di utilizzazione e valorizzazione di tessuti di alta qualità di collezioni precedenti a quelle in corso. Altri protocolli di intesa riguardano invece lo sviluppo di brand locali dei distretti della sponda sud del Mediterraneo e sono stati recentemente siglati a Monastir, a seguito di un workshop organizzato dal Centro Servizi per l’Industria tessile CETTEX sui modelli di business nell’industria del tessile-abbigliamento in Tunisia e nell’area mediterranea: il passaggio dal sub-contracting al co-contracting e al prodotto finito, secondo uno dei principali obiettivi del progetto.

Anche di questo si parla oggi a Firenze alla Fortezza da Basso nell’ambito del convegno “Textile and Clothing Industry in the Mediterranean Area: new models for creativity, production and marketing”, in contemporanea con l’avvio di Pitti Filati. In programma, dopo il  saluto del vicepresidente dell’Unione Industriale Pratese Paolo Crocetta e l’aggiornamento generale sul progetto da parte della coordinatrice Susanna Leonelli, gli interventi di Ornella Bignami di Elementi Moda (con l’illustrazione del progetto Feel the Yarn come caso positivo di promozione della creatività nel settore maglieria), di Sandrine Maggiani di WGSN (con i trend delle prossime stagioni) e di Stephanie Le Berre di Euratex. Quest’ultima concentrerà il suo intervento su proprietà intellettuale e sviluppo sostenibile, con riferimento alla protezione della creatività e dell’innovazione nell’industria del tessile-abbigliamento.

La seconda metà del pomeriggio è dedicata alle iniziative del progetto attualmente in corso: dopo un quadro generale da parte di Francesco Pellizzari, Technical Assistance Manager, saranno presentati alcuni dei protocolli di intesa sottoscritti su iniziative di cooperazione specifiche.

“Il progetto TEX-MED Clusters sta procedendo in maniera positiva, secondo le aspettative dell’Unione Industriale Pratese che lo ha promosso – dichiara il vicepresidente dell’associazione Paolo Crocetta – E’ un importante messaggio già il fatto di essere qui oggi assieme, provenienti da tutti i distretti aderenti al progetto, nonostante le difficoltà in cui si trovano alcuni dei paesi interessati: le imprese del tessile-abbigliamento del Mediterraneo sono determinate a continuare ad esplorare le possibilità di collaborazione. Incontrarsi, conoscersi, promuovere modalità evolute di relazioni fra le imprese è un obiettivo che vogliamo continuare a perseguire.”

“Sia il convegno di oggi che gli incontri fra imprese dei prossimi giorni produrranno, ne siamo certi, ulteriori protocolli di intesa – aggiunge la coordinatrice di TEX-MED Clusters Susanna Leonelli – La crescente instabilità che colpisce l’economia e la sicurezza nell’area del Mediterraneo evidenzia il valore intrinseco di progetti di cooperazione come il nostro, che offrono la possibilità di mantenere aperti canali diretti di comunicazione e di conoscenza reciproca. Occorre lavorare, ed anche questo è uno degli obiettivi del progetto, sulle nuove tecnologie come strumenti in grado di favorire il superamento dei problemi posti dall’instabilità economica e politica. Far viaggiare merci ed informazioni è spesso più facile che far viaggiare le persone: per questo stiamo lavorando anche a piattaforme virtuali per i contatti e la promozione dei rapporti commerciali. Nel frattempo sono il nostro sitowww.texmedclusters.eu ed il servizio Mediterranean Desk a svolgere il ruolo di punti di convergenza per le imprese interessate al progetto. Il contatto personale, comunque, rimane essenziale ed occasioni di incontro come quelle di questi giorni a Prato ed a Firenze sono preziose.”

Le attività di TEX-MED Clusters in Toscana continueranno anche giovedì 2 venerdì 3 luglio, con visite a Pitti Filati e, soprattutto, con nuovi incontri fra le imprese pratesi e gli ospiti coinvolti nel progetto. Sono in programma incontri finalizzati alla cooperazione e all’instaurarsi di partership in materia di produzione, stile, innovazione, sviluppo dei mercati.

TEX-MED Clusters – Strategie innovative transnazionali per lo sviluppo della cooperazione fra i distretti del tessile-abbigliamento nel bacino del Mediterraneo è un progetto finanziato dal Programma europeo ENPI CBC Bacino del Mediterraneo 2007-2013 (www.enpicbcmed.eu).

Il progetto TEX-MED Clusters coinvolge otto partner, in rappresentanza dei distretti del tessile-abbigliamento di altrettante regioni del Mediterraneo: Unione Industriale Pratese (capofila, in rappresentanza del distretto di Prato/Toscana), TEXFOR (distretto di Sabadell/Catalogna, Spagna), SEPEE (distretto di Salonicco/Macedonia centrale, Grecia), CETTEX e MFCPole (distretti di Tunisi e Monastir/Tunisi e Ben Arous, Tunisia), GACIC (distretto di Alessandria/ Governatorato di Alessandria, Egitto), UPTI (distretto di Betlemme/Autorità Palestinese), JGATE (distretto di Amman/Giordania).

L’obiettivo generale di TEX-MED Clusters è di migliorare la competitività complessiva dell’industria del tessile-abbigliamento dell’area del Mediterraneo promuovendo la cooperazione fra i distretti del settore, molti dei quali hanno rilevanza internazionale, e fra le Pmi che ne fanno parte.

La durata del progetto è di 2 anni con un budget totale di 2 milioni di euro di cui 1,7 milioni sono finanziati dal Programma ENPI CBC Med e 0,3 milioni sono cofinanziati dai partner del progetto.

TEX-MED Clusters è uno dei 95 progetti finanziati dal Programma ENPI CBC Med 2007-2013, che con un budget complessivo di 200 milioni di euro e sotto la guida della Regione Autonoma della Sardegna in qualità di Autorità di Gestione, mira a promuovere un processo di cooperazione armonioso e sostenibile al livello di bacino affrontando le sfide comuni e valorizzando il potenziale endogeno dell’area. Si tratta di un’iniziativa di cooperazione transfrontaliera multilaterale finanziata dallo Strumento Europeo di Vicinato e Partenariato (ENPI) che coinvolge 14 Paesi: Cipro, Egitto, Francia, Giordania, Grecia, Israele, Italia, Libano, Malta, Palestina, Portogallo, Spagna, Siria (partecipazione attualmente sospesa) e Tunisia (www.enpicbcmed.eu).

Dichiarazione sul Programma

Il Programma europeo ENPI CBC Bacino del Mediterraneo è un’iniziativa di cooperazione transfrontaliera multilaterale finanziata dallo Strumento Europeo di Vicinato e Partenariato. L’obiettivo principale del Programma è di promuovere un processo di cooperazione armonioso e sostenibile al livello di bacino affrontando le sfide comuni e valorizzando il potenziale endogeno dell’area. Il Programma contribuisce allo sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale della regione mediterranea attraverso il finanziamento di progetti di cooperazione. Attualmente partecipano al Programma i seguenti 14 Paesi: Cipro, Egitto, Francia, Giordania, Grecia, Israele, Italia, Libano, Malta, Palestina, Portogallo, Spagna, Siria (partecipazione attualmente sospesa) e Tunisia. L’Autorità di gestione comune è la Regione Autonoma della Sardegna (Italia). Le lingue ufficiali del Programma sono l’arabo, l’inglese e il francese (www.enpicbcmed.eu).

Clausola di esclusione della responsabilità

Questa pubblicazione è stata realizzata con il supporto finanziario dell’Unione europea nell’ambito del Programma ENPI CBC Bacino del Mediterraneo. I contenuti riportati in questo documento  ricadono sotto la responsabilità esclusiva dell’Unione Industriale Pratese e in nessun caso sono da considerarsi espressione della posizione dell’Unione Europea o delle strutture di gestione del Programma.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Progetto europeo TEX-MED Clusters: primi parziali risultati e nuove iniziative";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.