Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Riapre a Caraglio (Cn), il Museo del setificio piemontese

aprile 9 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Il filatoio di seta più antico d’Europa (la sua costruzione risale al 1676) riapre al pubblico a Caraglio, in provincia di Cuneo, con l’esposizione permanente di macchinari e oggetti raccolti nel “Museo del setificio piemontese”, in cui si possono ammirare filatoi e torcitori lungo percorsi guidati alla scoperta dell’antica tecnica della filatura della seta.

L’antico palazzo, aperto il sabato, la domenica e i giorni festivi, ospita fino al 7 giugno anche la mostra “Moda Futurista”, 40 progetti per stoffe, ricami, foulards, sciarpe, cuscini e tappeti realizzati da uno degli esponenti del movimento futurista, Giacomo Balla.

Il Filatoio Rosso di Caraglio gli rende omaggio a 100 anni dalla pubblicazione nel 1915 del noto manifesto in cui, insieme a Depero, proclamava la Ricostruzione futurista dell’Universo. Esposta una selezione di opere realizzate tra il 1914 e il 1929, per lo più a tempera su carta nel suo inconfondibile stile caleidoscopico, che ne sottolineano l’intento rivoluzionario e innovativo anche nel campo della moda e che provengono da Casa Balla a Roma.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Riapre a Caraglio (Cn), il Museo del setificio piemontese";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.