Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Rinnovato il contratto per l’area tessile-moda imprese artigiane e PMI

luglio 29 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Carpi, Como, News, Prato

Raggiunto l’accordo tra i sindacati di categoria (Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uilta-Uil) e le organizzazioni di categoria dell’artigianato e delle PMI (Confartigianato-Federazione nazionale della moda, CNA Federmoda, CNA Servizi alla comunità, Casartigiani e CLAAI-Confederazione delle Libere Associazioni Artigiane Italiane) per il rinnovo dei contratti collettivi nazionali di lavoro dell’area tessile-moda.

L’accordo – sottolineano i rappresentanti delle confederazioni artigiane e delle PMI – tiene conto delle difficoltà che le imprese stanno attraversando e contiene impegni comuni di imprenditori e sindacati per affrontare la crisi del settore e rilanciare la manifattura Made in Italy.

In particolare, tra gli aspetti del nuovo contratto, secondo le organizzazioni imprenditoriali, l’intesa conferma positivamente l’impegno, già assunto con i recenti rinnovi dei contratti artigiani, per valorizzare l’apprendistato, istituto qualificante e peculiare dell’artigianato. A questo proposito, tra gli aspetti positivi, viene segnalato il prolungamento di 2 mesi del periodo di prova per l’apprendistato, oltre alla proroga di 6 mesi della vigenza contrattuale rispetto alla scadenza naturale.

Altrettanta soddisfazione viene espressa dalle organizzazioni delle PMI per il rinnovo di un contratto che consente la piena rappresentanza anche delle imprese più strutturate del settore.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Rinnovato il contratto per l'area tessile-moda imprese artigiane e PMI";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.