Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Tutto pronto per la seconda edizione di Milano Unica Shanghai

ottobre 19 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Carpi, Como, Eventi, News, Prato

Dal 22 al 25 Ottobre  Milano Unica Cina,con la collaborazione dell’Agenzia ICE, sbarca a Shanghai Dopo il successo della prima edizione a Pechino, 124 espositori (+30%) presentano a Intertextile Shanghai le collezioni Autunno/Inverno 2013-2014  dei tessuti e degli accessori italiani di alta gamma

Shanghai, 19 Ottobre 2012 –   Vincenzo De Luca, Console Generale italiano a Shanghai, Maurizio Forte, Direttore Ufficio ICE Shanghai, Xu Ying Xin, Executive Vice Chairman of CCPIT TEX,  Wendy Wen, Director Trade Fairs for Messe Frankfurt (HK) Ltd, e Silvio Albini, Presidente di Milano Unica, hanno presentato oggi, al Three on the Bund – Shanghai Gallery Art, la seconda edizione di Milano Unica Cina.

Nei grandi spazi dello Shanghai New International Expo Centre, dal 22 al 25 ottobre si terrà la seconda edizione di Milano Unica Cina, organizzata in collaborazione con ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, nell’ambito di Intertextile Shanghai Apparel Fabric, la più grande fiera tessile a livello mondiale organizzata da Messe Frankfurt e da Sub-Council of Textile Industry China Council, CCPIT.

Un’edizione a cui partecipano 124 espositori, in crescita del 30% rispetto all’edizione di marzo a Pechino, che presenteranno le loro collezioni Autunno/Inverno 2013-2014 di tessuti e di accessori italiani di alta gamma.

Più della metà dei 95 espositori presenti a Marzo – ha commentato Silvio Albini, Presidente di Milano Unicanon avevano mai partecipato a manifestazioni in Cina. Alcune erano aziende, anche di piccole dimensioni,  che difficilmente sarebbero approdate ad un mercato così lontano e complesso. Il passaparola della loro ampia soddisfazione, anche per i contatti avviati, ha fatto sì che la seconda edizione facesse segnare questo importante successo prima ancora di iniziare”.

Quella in Cina – continua il Presidente di Milano Unicaè un’avventura impegnativa, ma è un caso molto bello in cui abbiamo abbandonato il nostro individualismo e, unendo le forze,  abbiamo espresso un’immagine positiva, coerente con il livello e l’eccellenza dei nostri prodotti. Abbiamo anche dato e daremo una buona immagine del nostro Paese. L’Ambasciata italiana, il Ministero dello Sviluppo Economico, lo stesso Presidente del Consiglio, ci sono stati vicini e insieme abbiamo avuto successo. Un grazie particolare va al Presidente ICE, Riccardo Monti, e al management dell’Agenzia di Pechino e Shanghai. Altrettanto importante è stata la collaborazione di Sistema Moda Italia e del suo ufficio di Shanghai. Grazie a tutti questi indispensabili apporti, sono certo che anche la seconda edizione ci darà grandi soddisfazioni”.

Oggi, da tanti punti di vista, la Cina è un mercato già estremamente importante per molte aziende tessili italiane. Insieme ad Hong Kong, la Cina è il secondo mercato di sbocco per i tessuti italiani dopo la Germania. La Cina, fatta eccezione per il comparto laniero, vanta la prima posizione come esportatore di tessuti per tutte le altre diverse tipologie. Ciò nonostante, la qualità dei prodotti italiani permette di esportare in Cina. Esportazioni che hanno segnato un +8,7% nei primi sei dell’anno rispetto al corrispondente periodo del 2011. Circa la metà delle nostre esportazioni complessive è rappresentata dai tessuti pettinati di lana, seguiti dai tessuti di cotone e da quelli cardati di lana.

La Cina – ha concluso Silvio Albiniè un mercato i cui potenziali di crescita sono ancora enormi. Ma  è  un  mercato ‘diverso’, complesso, estremamente esigente ed impegnativo, che richiede una conoscenza approfondita e focalizzata, insieme a uno sforzo economico non indifferente. Da qui l’esigenza di sfruttare le competenze dell’Agenzia ICE e di SMI e di affiancarci nell’organizzazione a Intertextile.

Durante la quattro giorni di Shanghai, 124 espositori italiani, provenienti da tutti i distretti tessili italiani presenteranno le loro collezioni A/I 2013-2014 in un Padiglione di grande immagine, coerente con l’eccellenza dei nostri tessuti ed accessori,  progettato dall’Arch. Misa Poggi, che già firma i padiglioni di Ideabiella e Shirt avenue a Milano. I metri quadri espositivi netti occupati sono 2.115 (contro i 1.620 di Pechino) su una superficie complessiva di oltre 2.500 mq.

L’evento straordinario organizzato da Milano Unica Cina avrà come tema la ‘Creatività Italiana e Cinese’ e punterà, ancora una volta, al coinvolgimento di giovani emergenti sulla passerella di On STAGE. Tre designer cinesi, scelti in base alla loro capacità di rappresentare originalmente lo stile locale, insieme a tre stilisti italiani, avranno l’opportunità unica di presentare le proprie creazioni ad un pubblico composto dai clienti, dalla stampa e dagli invitati di Milano Unica Cina.

La sfilata di On STAGE si avvarrà dell’apprezzato scenario dello Shanghai Italian Centre, padiglione che ha ospitato con grande successo il nostro Paese all’Expo di Shanghai nel 2010 e diventato sede di qualificate rassegne connesse all’eccellenza italiana nel campo del design, dell’arte e della cultura.

Sono felice di prendere parte ancora una volta al progetto On Stage – ha dichiarato Franca Sozzani, Direttore di Vogue Italia – e in particolare all’evento che si terrà a Shanghai, in Cina, che rappresenta uno sguardo al futuro da parte di Milano Unica. Sostenere la creatività è un compito preciso di chi, come noi, fa parte del sistema moda e invitare sei giovani designer italiani e cinesi a confrontarsi in un contesto così importante e internazionale rappresenta un’azione concreta e una grande opportunità per questi stilisti. La Cina è un Paese in evoluzione costante e così veloce che oggi i Cinesi non hanno solo negozi meravigliosi con i più grandi stilisti del mondo, ma anche molti giovani stilisti locali interessanti che si affacciano con le loro linee. Una creatività giovane che emerge in tante discipline e che io ho avuto l’opportunità di incontrare e conoscere nel corso della realizzazione dell’ultimo numero de L’Uomo Vogue, interamente dedicato alla Cina e che verrà presentato proprio in occasione dell’evento di On Stage a Shanghai”.

La seconda edizione di Milano Unica Cina  è stata così commentata da: Riccardo Monti, Presidente dell’Agenzia ICE, Michele Tronconi, Presidente di Sistema Moda Italia, e Detlef Braun, membro del Comitato Esecutivo di Messe Frankfurt GmbH.

“L’Agenzia ICE, in partnership con Milano Unica, ha concepito e realizzato molte iniziative di comunicazione sui media cinesi e ha invitato i produttori locali di abbigliamento di qualita’ provenienti dai più importanti distretti manifatturieri – ha commentato il Presidente dell’Agenzia ICE, Riccardo Monti -. In Cina l’Italia è leader per il settore dei tessuti in lana, secondo fornitore per lino e seta e quarto per il cotone. Anche io – ha aggiunto Riccardo Monti - desidero ringraziare il Presidente Albini e tutto lo staff di Milano Unica per aver interpretato alla perfezione il gioco di squadra fra attori privati e organizzazioni pubbliche come l’Agenzia ICE. Si tratta di una esperienza positiva che vogliamo trasferire anche in altri comparti del Made in Italy per un approccio di sistema al mercato cinese”.

Tra SMI e Milano Unica – ha detto Michele Tronconi, Presidente di Sistema Moda Italia – c’è molto di più di un rapporto di partenariato legato a uno o più eventi. Questo non solo perché molti espositori tessili sono associati alla nostra Federazione e viceversa, ma perché condividiamo l’idea strategica che le sfide sui mercati internazionali si possono vincere solo facendo gioco di squadra”.

E’ un grande piacere poter dare il benvenuto a Milano Unica Cina all’edizione 2012 della Fiera Intertextile Shanghai Apparel Fabrics. Dopo la prima collaborazione con Messe Frankfurt e con il Sub-Council of Textile Industry CCPIT presso la Fiera di Pechino nella scorsa primavera 2012, Milano Unica Cina ha deciso di partecipare alla nostra fiera di Shanghai con una presenza ancora più allargata di 124 espositori, 30% in più rispetto a Pechino. Intertextile è diventato un brand sinonimo delle tendenze e design più contemporanei per l’industria dei tessuti di abbigliamento  e accessori. Il nostro obiettivo è ottenere il massimo delle condizioni di mercato, fornire agli espositori una piattaforma di eccellenza professionale e offrire ai visitatori null’altro che il contatto con fornitori di qualità. Per i fornitori italiani, in particolare le piccole imprese che si affacciano al mercato cinese, crediamo che Intertextile possa servire come trampolino per penetrare questo mercato sempre più sofisticato”, ha osservato Detlef Braun, membro del Comitato Esecutivo di Messe Frankfurt GmbH.

La seconda edizione di Milano Unica Cina è state resa possibile dalle partnership di: Ministero dello Sviluppo Economico; ICE, Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane; SMI, Sistema Moda Italia, Federazione Tessile e Moda; ITEMA, 150 anni di esperienza nella produzione di macchine tessili ad alta tecnologia; DHL, leader mondiale nel settore del trasporto espresso internazionale e nazionale; INTESA SANPAOLO, il maggiore Gruppo Bancario in Italia e tra i primi in Europa che, grazie a una presenza strategica e radicata sui mercati asiatici, si pone come interlocutore primario per tutte le imprese italiane, in particolare per quelle del settore tessile e della moda, che intendono accrescere capacità competitiva e presenza in Cina.

A loro vanno i ringraziamenti di Milano Unica.

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Tutto pronto per la seconda edizione di Milano Unica Shanghai";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un Commento

Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.