Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Visitatori in calo per Mode City

luglio 15 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Mode City in ribasso nell’edizione 2015. Mentre in queste ultime annate i suoi visitatori erano rimasti stabili attorno alla cifra di 15.000 (a periodi comparabili 15.258 nel 2014, 15.330 nel 2013 e 15.324 nel 2012), il numero dei visitatori di quest’estate è passato sotto la soglia dei 14.000 buyer per il salone parigino di Eurovet.

Un calo del 10% da imputare al contingente francese, che potrebbe spiegarsi con l’assenza dei buyer “Fashion Pass” dal profilo moda che, a seguito del cambiamento di date delle altre fiere fashion della Porta di Versailles, in particolare il Who’s Next, hanno ignorato Mode City.

Ma anche per la forte ondata di caldo, che potrebbe aver consigliato molti dettaglianti di starsene nelle loro boutique nell’ottica di realizzare delle belle vendite, o a venire da soli invece che in due o tre come avevano previsto inizialmente.

Comunque, questo calo è da relativizzare perché, secondo numerosi espositori, che hanno trovato il sabato e il lunedì un po’ calmi e la domenica dinamica, esso è stato compensato dalla qualità dei visitatori. Un punto di vista condiviso da Taya de Reyniès, responsabile della divisione intimo-beachwear di Eurovet.

“Le cifre sono cifre, c’è un calo dei visitatori, ma non va identificato nel nostro target di riferimento. I visitatori che abbiamo perso erano dei piccoli buyer dal profilo più moda, che a volte sono venuti in altre edizioni solo per osservare le tendenze. Quelli presenti hanno dimostrato dinamismo e i feedback avuti dagli espositori sono stati eccellenti”.

Così, anche se il contingente francese passa dal 30% al 28% delle presenze globali, l’Esagono rimane ancora in testa alla Top 10 dei visitatori. Logicamente, i visitatori esteri sono passati al 72% dell’insieme, contro il 70% dell’anno scorso. In cima ci si muove poco, eccetto per l’Italia che, dopo molti anni, cede il suo primo posto alla Germania e arriva in seconda posizione davanti al Regno Unito. La Spagna e Hong Kong arrivano rispettivamente 4° e 5° in questa classifica.

Più lontano in classifica, tre nazioni crescono in modo significativo (di circa il 15%): il Brasile (non più vittima dell’effetto Coppa del Mondo di calcio), gli Emirati Arabi Uniti e, fatto piuttosto sorprendente, l’Ucraina i cui acquirenti stanno poco a poco tornando.

Infine, questa edizione ha anche rappresentato l’occasione per Eurovet di svelare il suo nuovo concept per Mode City. Quest’ultimo, che mira a rompere coi codici classici, attraverso una nuova organizzazione e una nuova divisione e strutturazione dello spazio fra Mode City e Interfilière, ha ottenuto, secondo Taya de Reyniès, un vero successo.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Visitatori in calo per Mode City";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.