Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

70 marchi pieni di colori per Pitti W 15

gennaio 16 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Eventi, News

Colori, ricerca, iniziative speciali caratterizzano le offerte dei 70 marchi presenti nel salone Pitti W, l’area all’interno di Fortezza da Basso, dedicata alle proposte femminili. Il colpo d’occhio è sugli accessori, borse e scarpe soprattutto, ma anche sciarpe, maglieria, occhiali da sole (quelli di Kyme Sunglasses) e auricolari (Frends li propone in metalli scintillanti e dettagli dal gusto vintage).

Da Le fille des Fleurs, shopping in neoprene decorate e stampati in mille fantasie cromatiche diverse. Da Jeffrey Campbell, brand nato a Los Angeles, dominano i sandali con zeppe altissime e gommate, gli stivaletti stringati tipici dello stile rock del marchio e i nuovi sandali ingioiellati di borchie. Da Mou Mou arriva il tipico boot del brand nato in Gran Bretagna e distribuito in Italia dall’azienda fiorentina Art Craft, rialzato con una zeppa interna invisibile. I nuovi modelli in montone rovesciato sono ricamati a disegni cachemire, oppure decorati con pietre colorate, stampati a macchie animalier o in colori metallici (oro, argento e platino). Da Giosà, La Bottega del Coccodrillo, la novità è il pregiato pellame che l’azienda milanese riesce a lavorare come un tessuto, stampato in bianco e nero a effetto paesaggio innevato. I modelli sono shopping, piccole tracolle, buste, morbide sacche. Nuova anche la lavorazione effetto gommato. Per la sera, le pochette in coccodrillo sono golden con chiusura gioiello di swarovski.
La giovane stilista ucraina Anna K (Kolomoets) che ha esordito a 16 anni, prosegue con la sua collezione di T-shirt stampate a tema. Stavolta propone tre limited edition: Fashion Circus con le immagini di top model, Fashion Film e Fashion Dictionary. Ancora scarpe da d-s!de, ma sono sneakers dall’anima vintage, in lamine dorate effetto used, pelli di bufalo e cavallino dal sapore rodeo. L’azienda fiorentina Distante Cachemire lancia una sacca che pesa 1,5 chilogrammi: dentro possono esserci dai due agli 11 capi nel prezioso filato, perfetti per un guardaroba da viaggio.

Da Es’givien c’è il kimono in ecopelliccia, ma da Marita Huurinainen si usano pellicce vere ma provenienti da animali che vengono cacciati per mantenere l’ecosistema in Finlandia. Una scelta responsabile fatta assieme al Wind Finnish Fur Association.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="70 marchi pieni di colori per Pitti W 15";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.