Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

A Expo 2105 si parlerà di sostenibilità nella moda

settembre 18 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Pianeta Lombardia, lo spazio della Regione all’interno di Expo 2015 ospita “Lombardia: the cradle of sustainable fashion”, una tavola rotonda dedicata alla moda consapevole e ai temi legati all’innovazione nel tessile, sabato 19 settembre alle ore 11.30 al primo piano di Pianeta Lombardia al Cardo – Padiglione Italia. CNA Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa ha organizzato un incontro tra imprenditori, docenti universitari e associazioni culturali per discutere sullo stato di in un settore sempre più in espansione come quello della moda sostenibile.

In particolare lo stilista Simone Marulli presenterà la sua collezione di abiti da sposa realizzata in occasione dell’Esposizione Universale con fibre del latte. Marulli ha ricavato da una fibra di scarto alimentare, la caseina, un filato e successivamente un tessuto utilizzato per sofisticati abiti da sposa. Nell’occasione verranno illustrate le particolari proprietà di questo filato che, combinato con altre fibre naturali, dà vita a tessuti morbidi che arrivano ad idratare e profumare la pelle.

Francesca Romana Rinaldi, direttore del “Master in Fashion Direction: Brand & Retail Management” presso Milano Fashion Institute, docente di  SDA Bocconi e creatrice di Bio-Fashion condividerà il suo punto di vista sulle strategie vincenti nello storytelling della filiera Made in Italy con un focus sull’ “ingredient branding”, ovvero, come valorizzare la qualità del prodotto attraverso il racconto degli “ingredienti”, analizzandone il forte potenziale per i marchi della moda sostenibile.

Dall’imprenditoria, all’università, alla cultura: Elisabetta Mezzapesa illustrerà l’attività di Connecting Cultures nella promozione di nuova cultura della moda basata su comportamenti etici, consapevoli e propulsivi anche di nuove idee imprenditoriali.

La tavola rotonda sarò introdotta da Antonio Franceschini, Responsabile Nazionale CNA Federmoda che dichiara: “Sul tema CNA Federmoda sta investendo e ci fa piacere vedere che oggi sta guadagnando attenzione in ampi spazi dell’opinione pubblica e del mondo associativo. In particolare riteniamo che il made in Italy non possa scindere valori economici, sociali ed etici. Con il nostro progettoCucire, Tramare, Ordire, Tessere .. Etica !! da anni stiamo portando all’attenzione dei media e delle istituzioni la necessità di affrontare gli aspetti dell’internazionalizzazione dei processi produttivi ponendo in primo piano questi aspetti”.

Modera l’incontro la giornalista Paola Baronio, specializzata  nel settore della moda etica e sostenibile.

CNA Federmoda ha pochi mesi fa illustrato le proprie posizioni sul tema all’OCSE in occasione del 3° Global Foru‌‌m on Responsible Business Conduct e sarà presente al prossimo evento internazionale sulladue diligence nel settore tessile abbigliamento e calzature che sempre l’OCSE ha messo in agenda a Parigi per i prossimi 1 e 2 ottobre.

La tavola rotonda è aperta al pubblico. Per i partecipanti sono disponibili biglietti per l’ingresso a Expo 2015 al prezzo ridotto di 23 euro. Per informazioni: cnaexpopoint@cnamilanomb.it.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="A Expo 2105 si parlerà di sostenibilità nella moda";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.