Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

A Parigi lingerie stile “50 sfumature di grigio”. Ma i conti del settore sono in rosso

gennaio 31 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Eventi, News

Al Salon International de la Lingerie, che ha chiuso i battenti l’altro ieri a Parigi, è andato in scena il ritorno del sexy, ingannando l’anno d’attesa che separa dall’uscita sul grande schermo di “50 sfumature di grigio”, pellicola tratta dalla piccante trilogia di E.L. James. Ma i conti del settore restano in rosso.

Per il secondo anno consecutivo, nel 2013 il fatturato di intimo e calzetteria in Francia ha perso in valore (-1,7%, che si assomma al -3,2% del 2012), attestandosi attorno ai 3,5 miliardi di euro. «È un mercato in crisi, ma soprattutto un mercato che cambia» commenta Séverine Marchesi, commissario generale della manifestazione, che si è svolta all’expo di Porte de Versailles, alla presenza di circa 500 marchi espositori. «Oggi le francesi – aggiunge Séverine Marchesi – comprano meno ma spendono di più».

Nel 2013 il budget medio, secondo i dati forniti dall’Institut Français de la Mode(IFM), è stato di 99,4 euro, contro i 97 euro dell’anno precedente. «Questo perché – spiega Marchesi – le donne si orientano verso prodotti sempre più funzionali e di qualità».

Anche il fattore seduzione è importante e infatti è tornato in primo piano nelle collezioni autunno-inverno 2014/2015, come fa notare Cécile Vivier-Guérin, marketing manager lingerie dell’ente organizzatore Eurovet: «L’erotico-chic è il filone portante. Anche i marchi più classici esplorano questa tendenza, senza esagerare. L’attenzione si concentra sulla parte alta del corpo, su modelli che valorizzano le scollature».

Promosse quindi le guêpière (Parah ne fornisce una versione in garza di tulle rosso), i push-up, mentre si affermano reggiseni inediti, come il top in organza di seta diRitratti, che gioca sulla sensualità più sussurata di trasparenze e nastri da annodare al collo.

Sul fronte visitatori, l’organizzazione non quantifica per ora gli ingressi, ma riferisce aumenti percentuali di presenze per singoli mercati: +21% Francia, +19% Italia, +8% Belgio, +6% Giappone, +58% area saudita.

Nel corso del salone è stato consegnato il premio Créateur de l’Année 2014 al marchio spagnolo Andres Sarda (nella foto). Porte de Versailles ospiterà nuovamente le collezioni di lingerie e lo swimwear in occasione del prossimo Mode City, dal 5 al 7 luglio 2014.

 

m.b. per Fashion magazine

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="A Parigi lingerie stile "50 sfumature di grigio". Ma i conti del settore sono in rosso";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.