Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

ACIMIT presenta il 10 ottobre a Canton la tecnologia italiana per tessuti tecnici e nontessuti

settembre 11 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Como, News, Prato

L’OFFERTA TECNOLOGICA ITALIANA PER TESSILI TECNICI E NONTESSUTI VERRÀ PRESENTATA A CANTON

Cresce in Cina la produzione di tessili tecnici e nontessuti, di pari passo con la maggiore richiesta locale per questa tipologia di prodotti. Si rende quindi necessario anche macchinario ad hoc per questo settore. A Canton i costruttori italiani presenteranno la tecnologia più avanzata per la produzione di tessili tecnici e nontessuti.

Si svolgerà il prossimo 10 ottobre a Canton il simposio tecnologico organizzato da ACIMIT, l’Associazione dei Costruttori Italiani di Macchinario Tessile, e da ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, dedicato alla tecnologia italiana per tessili tecnici e nontessuti.

Il settore dei tessili tecnici e dei nontessuti rappresenta una voce in costante crescita per l’industria tessile cinese (oltre il 20% della produzione). Dall’inizio del 2013 la crescita del valore aggiunto del comparto è stata la più elevata del tessile cinese.

La richiesta proveniente dal mercato cinese per tessili tecnici e nontessuti è in crescita, spiega Raffaella Carabelli, Presidente di Acimit. Gli investimenti nelle infrastrutture, il settore della filtrazione, quello medicale e dell’igiene personale spingono la domanda cinese di tessili tecnici e nontessuti nei prossimi anni”.

“Il simposio che si terrà a Canton ha lo scopo di far conoscere agli operatori cinesi la validità dell’offerta tecnologica italiana, prosegue Carabelli. Nella provincia del Guandong vi sono circa 500 aziende che operano nel settore (soprattutto nontessuti); un mercato importante dunque per le nostre imprese”.

Il simposio a Canton segue di pochi mesi quello svolto a Nanchino e focalizzato sulle tecnologie tessili sostenibili. “Un chiaro segnale dell’attenzione che stiamo dando al mercato cinese, precisa il Presidente di Acimit. Nonostante un calo delle vendite italiane (-24% nei primi cinque mesi dell’anno), il mercato cinese rappresenta per i costruttori italiani di macchine tessili la principale destinazione estera (130 milioni di euro nei primi cinque mesi dell’anno, pari al 20% dell’export italiano)”.

A Canton saranno presenti le seguenti aziende italiane: Biancalani, Bianco, Cormatex, Dell’Orco & Villani, Itema, Loptex, Roj.

Le aziende italiane partecipanti al simposio sono solamente alcune di quelle che in Italia producono macchinario destinato ai tessili tecnici e nontessuti.  Acimit stima che oltre un centinaio di imprese meccanotessili italiane sono attive nel comparto (di queste una cinquantina sono quelle che producono macchinario per nontessuti).

Gli operatori cinesi potranno conoscere nel corso del simposio le ultime novità in merito alla tecnologia utilizzabile in alcune specifiche fasi del processo produttivo. Nella sezione dedicata ai tessili tecnici ed ai nontessuti del sito Acimit (Tessili Tecnici) potranno trovare il partner tecnologico adatto a fornire loro le soluzioni necessarie alle proprie richieste.

 

ACIMIT rappresenta un settore industriale che comprende circa 300 aziende (che impiegano circa 12.000 persone) e che produce macchinari per un valore complessivo di circa 2,4 miliardi di euro, di cui l’80% viene esportato. La qualità della tecnologia tessile italiana è testimoniata dal numero elevato di Paesi in cui le macchine italiane sono vendute: circa 130. Creatività, tecnologia, affidabilità e qualità sono le caratteristiche che hanno reso le macchine tessili italiane leader in tutto il mondo.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="ACIMIT presenta il 10 ottobre a Canton la tecnologia italiana per tessuti tecnici e nontessuti";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.