Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Al via Pitti Bimbo, tra moda e lifestyle

giugno 28 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Carpi, Eventi, News

Le “ipotesi prudenziali” (come le definisce Agostino Poletto, vice direttore generale di Pitti Immagine) sulla 75esima edizione di Pitti Immagine Bimbo alle porte sono state contraddette dai numeri: sono 491, di cui poco meno di 200 da oltreconfine, i marchi che partecipano all’appuntamento, in programma alla Fortezza da Basso di Firenze da domani al 30 giugno (nella foto, il rendering di un allestimento di Ilaria Marelli per la sezione Apartment).
Da segnalare, alla voce nuovi ingressi e rientri, nomi come Stillini, Jottum, Cruciani, Unlimited, Gaudì, New Generals, Fiat 500 (prodotta e distribuita da Preca Bummel), Ducati (una new entry in casa Daddato), Fiorucci, 813 e Come nelle Favole. “Abbiamo avuto un’adesione oltre le aspettative – commenta Poletto – in una fase in cui il mercato nazionale è praticamente fermo, ma sull’altro piatto della bilancia ci sono Paesi come Russia, Cina, Stati Uniti e altri che compensano questa défaillance: aree sulle quali si concentra, da parte nostra, un’incessante opera di promozione”. “L’obiettivo che ci poniamo – sintetizza il vice direttore generale – è guardare al mondo del bambino con curiosità e senza paraocchi”. Il che significa un approccio trasversale a un mondo ricco di sfaccettature. Fermo restando il ruolo centrale dell’abbigliamento e degli accessori, si riconfermano per esempio i Pop Up Stores, vetrine di prodotti pensati per i grandi ma adatti anche ai piccoli, mentre nel settore New View irrompe la creatività a briglia sciolta di KidsroomZOOM!, un progetto curato da Unduetrestella di Paola Noé e Thomas Maitz.
“Oltre a rendere viva la rassegna – commenta Poletto – iniziative di questo genere offrono ai negozianti interessanti spunti di visual merchandising”. Quanto alla presentazione in anteprima di MyoTronic di FoppaPedretti (un innovativo passeggino elettrico con telaio in alluminio, già vincitore del Red Dot Design Award) “apre prospettive inedite sia per noi, sia per realtà come questa” precisa il manager.
Terminata la fiera “fisica”, si apriranno le porte virtuali di e-Pitti.com, piattaforma digitale che sta progressivamente coinvolgendo tutte le kermesse organizzate da Pitti. Poletto la definisce “un moltiplicatore di business, con importanti novità in arrivo, come la traduzione in giapponese, oltre a quella in inglese”. C’è dell’altro, ossia la volontà di fare di questo portale non un mero contenitore commerciale ma uno strumento flessibile e informato. “Si torna al discorso che facevo all’inizio – conclude Poletto -. Il salone come sinonimo di numeri e contatti, ma anche di lifestyle, con ‘ponti’ gettati verso realtà diverse, luoghi diversi. È questa la strada che stiamo percorrendo, per l’adulto come per il bambino”.
a.b.

( da Fashion magazine)

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Al via Pitti Bimbo, tra moda e lifestyle";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un Commento

Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.