Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Bilancio positivo per la 7^ edizione di ‘La Moda Italiana a Seoul’

luglio 22 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Bilancio positivo per il settimo appuntamento con ‘La Moda Italiana a Seoul’: il progetto espositivo di Ente Moda Italia, andato in scena il 13 e 14 luglio, ha fatto registrare oltre 500 operatori del settore, tra cui i più importanti department store e negozi multibrand della Corea del Sud.

Per i 27 brand italiani che hanno partecipato con le loro nuove collezioni alla settima edizione è stata un’edizione di grande soddisfazione e di importanti contatti di business avviati e conclusi. Complessivamente nei due giorni del salone sono oltre 500 gli operatori del settore intervenuti, che hanno molto apprezzato le nuove collezioni per la primavera-estate 2016 di moda donna e uomo, pelletteria e accessori proposte dalle aziende italiane.

Tra i buyer e gli operatori del retail coreano ci sono stati i rappresentanti dei più importanti department stores del paese (nomi come L otte, Shinsegae, Mcm, Hyundai), grandi gruppi moda come LF e Samsung, e tutti i top retailer e multimarca indipendenti di riferimento.

“Le vendite di prodotti moda italiani in Corea del Sud vanno a gonfie vele – afferma Antonio Gavazzeni, presidente di Ente Moda Italia – è tra i paesi che sta registrando performance economiche migliori (i dati di Sistema Moda Italia nei primi tre mesi del 2015 hanno rilevato un +28% per l’export del tessile-moda italiano verso la Corea), e questa nostra settima partecipazione a Seoul ha dimostrato ancora una volta le potenzialità e il grande interesse degli operatori coreani per la moda italiana. Le nostre aziende hanno lavorato molto bene in tutti e due i giorni, non solo chi aveva già partecipato ma anche i nuovi ingressi; e ci hanno detto di aver incontrato i rappresentanti sia dei department stores più importanti sia del retail indipendente, che nel paese è molto sviluppato ed evoluto. La Corea del Sud è sempre più strategica per Ente Moda Italia e per le nostre aziende: è un mercato su cui investire con operazioni promozionali e commerciali, e con i nostri partner locali di People of Tastes lo faremo con sempre maggiore concretezza nelle prossime edizioni”.

“La presenza a Seoul di un gruppo nutrito di piccole e medie imprese italiane di qualità si è rivelata ancora una volta un’occasione importante per valorizzare al meglio il nostro prodotto”, aggiunge Alberto Scaccioni, amministratore delegato di EMI. “Nel corso delle diverse edizioni abbiamo sperimentato diverse formule di presentazione delle collezioni italiane, e quest’ultimo appuntamento ci ha confermato che il format attuale – con il progetto in scena nella sofisticata Grand Ballroom del Westin Chosun Hotel di Seoul, una delle più belle strutture ricettive del centro della capitale – è quello giusto e con prospettive di crescita migliori”.
“Per la prossima edizione invernale 2016 - annuncia – stiamo valutando un allungamento del salone a tre giorni, e una nuova collocazione in calendario a fine gennaio, che farebbe de “La Moda Italia a Seoul” il primo tra i saloni internazionali della moda che si svolgono nella prossima stagione nell’area del Far East”.

Nelle sale del Westin Chosun Hotel di Seoul, sono questi i marchi che hanno partecipato: Amina Rubinacci, Silvano Biagini, Basetti Collection, V Lab Laboratorio N°5, R and CO, VLT’s by Valentina’s, Laboratoriotoscano Firenze, Martika Milano, H.A.N.D., Gorreri, JNC, 070Studio, Giancarlorossi, Landi, Le Fate, AFG 1972, Reali26, Fontanelli, Filosofia, Paolo Masi, Piccola Commenda, Giorgio Magnani Luxury, Rossi, Sani Gualtiero Firenze, Lorena Benatti, Twin-Set e Dismero.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Bilancio positivo per la 7^ edizione di 'La Moda Italiana a Seoul'";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.