Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Le tendenze di Pitti Filati 81

giugno 27 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Carpi, Como, News, Prato

Soffici nuvole di filati esclusivi puntano ad emozionare

Nuove atmosfere in grado di esaltare il colore, la luminosità e la natura soffice e impalpabile di filati coerenti con le esigenze contemporanee. Collezioni che puntano ad emozionare ed esaltano il concetto di tutto ciò che è raro e prezioso come il cashmere e la seta, lavorati e valorizzati attraverso effetti diversi, dai volumi estremi e dalla soffice e morbida consistenza. Spiccano nuovi filati pettinati in cashmere per un aspetto pelliccia elegante, straordinariamente soft al tatto. La migliore fibra di cashmere colorata incontra la seta e la tecnica di garzatura ne mette in primo piano l’effetto “brushed” evidenziandone l’assoluta morbidezza.

Sontuose qualità di Baby Alpaca si accostano ai colori mélange dei filati misti alpaca in versioni garzate – o leggermente felpate in Alpaca fine – in titolazioni che vanno fino ai grossi filati artigianali e ritorti dall’aspetto screziato. Sofficità e leggerezza anche per il Superkid Mohair dalla delicata elasticità avvolgente con colori mélange a contrasto. Le fantasie spaziano dai grossi bouclé in mischie con mohair ai dolcissimi effetti pelliccia, fino a grintose qualità fiammate o stoppini corposi. Ampia la ricerca di mélange e mouliné sfumati, fusi o a contrasto.

I filati classici in pura lana irrestringibile interpretano una voglia di maglia multistagionale di qualità, così come le viscose stretch, dal tatto felpato, spesso abbinato ad altri filati per originali effetti maglia. La lucentezza iridescente aggiunge un tocco prezioso alla lana.

La cartella colori per la prossima stagione invernale si concentra su una palette che raccoglie tutte le nuance della terra e le sfumature del mare passando per i toni delicati del cipria e del panna.

Luxury Athleisure: appunti per un nuovo City Wear

L’uomo dell’AI 2018/19 cerca filati in grado di armonizzare tattilità vellutate e piacevoli sulla pelle, capacità di adattamento alle diverse esigenze del quotidiano  – dal lavoro allo sport in una sola dimensione continua – durevolezza nel tempo, artigianalità nella lavorazione e attenzione per l’ambiente. Cresce il desiderio di trascorrere più tempo a contatto con la natura, facendo sport all’aperto e rilassandosi. Nascono divise urbane ispirate al mood sportivo: capi accoglienti, senza tempo e stagione. Titoli sottili per fusioni di Baby Alpaca, Mohair e Lana Merino in una maglieria essenziale. Filati cocoon dalle mani dolci e soffici per silhouette pulite e compatte. Aspetti mouliné e melange per capi sportivi, caldi e accoglienti nelle lavorazioni oversize. E ancora filati di ciniglia – must di stagione – in varie finezze realizzati in Viscosa, Cotone e Lino per trasmettere sensazioni tattili one of a kind. Accanto, una proposta di filati dai connotati tecnici, capaci di accompagnare l’intera giornata nel segno del benessere e della prestazione. Protagoniste, lana merino e cashmere, in purezza o in mischia con fibre dal forte imprinting tech (Tencel, carbonio, nylon siliconato). Versatili, confortevoli sulla pelle, total easy care, i filati performance hanno le carte in regola per rispondere alle esigenze active di un pubblico trasversale. Punto di arrivo, un guardaroba work, leisure, sport e underwear, costruito con filati dalle caratteristiche intrinseche di naturalità, elevato potere di isolamento termico, massima elasticità, potere assorbente, funzione antibatterica e ipoallergenica, leggerezza e morbidezza.

Moderna evocazione di una natura selvaggia o dal gusto animalier

Reminiscenze  di altipiani e montagne, soffici impasti  di fibre protettive e rare (baby alpaca e  Yak). Sapore di arte etnica, rustica, superficie pelosa o come muschio compatto, spugnoso. Ibridi che imitano l’aspetto ri-generato. Per una versione moderna del mitico “maglione”.

Materiali pronti ad dar vita a un capo in maglia che è, o simula, l’hand made: attraverso la tridimensionalità dei punti, le frangiature esagerate, l’impiego di filati voluminosi, che imitano il pelo animale o gli aspetti organici. Superfici e strutture dal gusto animalier, morbide pellicce astrakan in Mohair e Alpaca. Filati altamente tecnologici sviluppati per creare sensazioni tattili più piacevoli, più naturali ma dall’aspetto assolutamente sofisticato. Gli effetti cardine sono nei raffinati melange, dolci, protettivi nelle mischie più nobili. I filati pelosi dall’aria selvaggia sono resi soffici dall’altissima qualità delle materie prime che mantengono la mano morbida e calda. Aspetti opachi e setosi vivono per creare effetti infeltriti e garzati ultraleggeri. I filati per lavorazioni protettive, ed allo stesso tempo leggerissime, imitano la natura: gusci, corazze rugose, fili stampati con effetto legno, marmorizzati, mulinati, malfilé e bouclé adatti anche per tricot fatti a mano, links, dritti e rovescio, doppie finezze, multistrato, imbottiti, lavorazione tubolari e ricami.

Eco-sostenibilità: il valore della scelta unita all’expertise

Sostenibilità come parola d’ordine. Natura, libertà, leggerezza, purezza: valori di una vita odierna da ritrovare. Il mondo sta ritornando al rispetto di se stesso e questo parte soprattutto dal nostro cibarsi della vita. Si vive di quello che la natura ci regala, puntando su filati interamente prodotti con fibre naturali. Le fibre naturali costituiscono le uniche risorse rinnovabili ad impatto zero diminuendo drasticamente la Carbon Footprint. Dall’incontro degli orditi e delle trame, nascono intrecci contemporanei frutto di un’arte tessitoria unica e non ripetibile.

È un percorso di scelte importanti, quello intrapreso da molte aziende di filati per garantire che i loro prodotti siano sempre più naturali, sostenibili e responsabili. Scelte improntate alla responsabilità sociale, che riguardano la sostenibilità e l’inclusione sociale dell’intera filiera produttiva. Ma anche investimenti che portano al focus su una nicchia di fibre pregiate eco-friendly, risultato di una ricerca all’avanguardia. Al centro di questa riflessione, filati incentrati sul senso dell’eccellenza, del non-spreco e della cultura di semplificazione dei processi. Con azioni di recupero e rigenerazione, ma anche di re-ingegnerizzazione. Intuizioni nuove fondate su una profonda expertise unita al dominio delle tecnologie. Una proiezione intelligente sul futuro del pianeta.

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Le tendenze di Pitti Filati 81";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.