Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Milano Unica conferma la sua proiezione internazionale e dà appuntamento a ottobre a Shanghai

settembre 11 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Como, News, Prato

Silvio Albini, Presidente di Milano Unica: “Un’edizione che conferma l’importanza della nostra proiezione internazionale  e che mi permette di effettuare un solido passaggio di consegne al mio successore Ercole Botto Poala”

Le aziende che hanno visitato Milano Unica sono state 6.322. In calo la partecipazione italiana (-10%) ampiamente compensata dalle presenze (706) registrate a PRIMA. Soddisfacente la partecipazione di aziende internazionali

Dal 13 al 15 Ottobre, 94 Espositori saranno a Shanghai per Milano Unica China

La XXII edizione, che sarà guidata dal nuovo Presidente,  continuerà a svolgersi al Portello dal 9 all’11 Febbraio 2016

Milano, 10 Settembre 2015 – La XXI edizione di Milano Unica, il Salone Italiano del Tessile, dove sono state presentate le collezioni di tessuti e accessori per la stagione Autunno/Inverno 2016-2017, si è conclusa con un bilancio complessivamente soddisfacente per gli organizzatori e per gran parte degli espositori.

All’inaugurazione erano intervenuti: Cristina Tajani, Assessore Moda e Design del Comune di Milano; Carlo Capasa, Presidente Camera Nazionale della Moda Italiana; Claudio Marenzi, Presidente SMI; Millard Drexler, Presidente e A.D. di J. Crew Group; Carlo Calenda, Viceministro, Ministero dello Sviluppo Economico, Wonjoon Jung, Direttore Kotra Milano e Steven Kolb, Ceo del Council Fashion Designers of America.

Durante la tre giorni milanese sono state 6.322 le Aziende che hanno visitato gli stand dei 404 espositori, di cui 77 europei, affiancati da 47 aziende dell’Osservatorio Giappone, cresciute del 62% rispetto alla prima edizione e 10 aziende dell’Osservatorio Corea, per la prima volta a Milano. Un dato, già di per sé, soddisfacente che va, tuttavia valutato all’interno dell’evoluzione delle proposte fatte al mercato nazionale e internazionale da Milano Unica.

Questa edizione, infatti, è stata preceduta agli inizi di Luglio dalla presentazione delle precollezioni a Milano Unica PRIMA e poi, due settimane dopo da Milano Unica New York, e sarà seguita a Ottobre da Milano Unica Cina a Shanghai. Un’offerta, articolata quanto impegnativa sul piano organizzativo, tesa a rispondere alle esigenze di internazionalizzazione dell’industria tessile italiana e, contemporaneamente, alle richieste di articolazione dei servizi richiesti agli espositori dal mercato.

E’ in questo quadro complessivo che vanno, dunque, valutati i dati riguardanti il numero di visitatori che, a una prima lettura, potrebbe apparire non del tutto soddisfacente per quanto riguarda le presenze italiane, in calo del 10%, che però risultano ampiamente compensate dalle presenze (706) registrate a PRIMA. A livello internazionale, se si esclude la partecipazione di aziende di Paesi le cui produzioni di abbigliamento sono maggiormente condizionate dalla crisi con la Federazione Russa, come Germania (-12%), Repubblica Ceca (-37%) e Turchia (-29%), la partecipazione estera risulta più che rassicurante: Cina (+2%) con ben 465 aziende presenti, Gran Bretagna (+6%), Corea del Sud  (+20%) e Francia (+2%). Stabili con 201 aziende partecipanti sono risultati gli Usa. Incoraggiante quanto inaspettata la fiducia sul futuro segnalata dalla partecipazione di 101 aziende della Federazione Russa (+1%), in controtendenza rispetto alle aspettative dei loro più importanti Paesi fornitori.

Con la prossima edizione di Milano Unica Cina a Shanghai – ha dichiarato Silvio Albini, Presidente di Milano Unica terminerà il mio mandato alla guida del Salone Italiano del Tessile. Sono certo che Ercole Botto Poala, a partire dalla sua solida conoscenza dei mercati internazionali, saprà imprimere ulteriori accelerazioni alla qualità della nostra offerta commerciale e di marketing. Gli consegno il timone di una fiera che nel frattempo è cresciuta facendo importanti esperienze innovative a Milano e a livello mondiale, attraendo un numero crescente di clienti di alto profilo. Risultati positivi che ci sono riconosciuti in primo luogo dai tanti autorevoli e importanti amici internazionali che ci sono vicini, come Millard Drexler, Steven Kolb e Sir Paul Smith. Un ruolo che ci è stato autorevolmente riconosciuto anche dal Ministero dello Sviluppo che, su iniziativa del VMinistro Carlo Calenda, ha deciso di stanziare a nostro favore importanti risorse finalizzate a fare di Milano Unica un imprescindibile strumento di marketing del Made in Italy, non solo tessile, a livello internazionale. A Carlo Calenda voglio esprimere un sentito ringraziamento a nome di tutta la tessitura italiana oltre che di Milano Unica”.

“Assieme alla soddisfazione manifestatami da tantissimi espositori – continua il Presidente di Milano Unica –, voglio sottolineare il successo della straordinaria sfilata di On STAGE, ampiamente apprezzata dai media, in via Montenapoleone, per la quale voglio ringraziare il Sindaco Giuliano Pisapia e il Presidente dell’Associazione di via Montenapoleone, Guglielmo Miani.  L’iniziativa che, in collaborazione con Woolmark, punta a far dialogare le eccellenze della nostra produzione tessile con i migliori stilisti emergenti della scena internazionale, è risultata, a giudizio di tantissimi ospiti, davvero efficace nel far percepire il rapporto che si è venuto a creare con coloro che diventeranno interlocutori importanti  per il futuro della nostra industria. Voglio infine ancora una volta ringraziare per il loro prezioso contributo Agenzia ICE, SMI, The Woolmark Company, DHL e Banca Sella”.

La XXI edizione di Milano Unica si è chiusa all’insegna di risultati apparentemente contraddittori – ha commentato Massimo Mosiello, Direttore Generale di Milano Unica –, che, a mio avviso, suggerirebbero di rivedere i criteri prevalentemente quantitativi con cui normalmente vengono valutati e comunicati. Il numero complessivo di visitatori è risultato in calo, ma paradossalmente c’è stata la partecipazione di un soddisfacente numero di aziende, in linea con l’edizione del Settembre 2014. A ciò si aggiunge, nel complesso, un buon grado di soddisfazione da parte degli espositori. Tenuto conto che molti buyer erano già stati coinvolti con l’edizione di PRIMA e di New York ritengo che il bilancio finale sia più che soddisfacente. Le novità che abbiamo introdotte in questa edizione hanno raccolto lodi e apprezzamenti che non ci devono accontentare, ma che ci spronano a ulteriormente migliorare e innovare. In particolare la nuova Area Trend, curata dal nuovo Direttore Creativo Stefano Fadda, ha riscosso unanimi apprezzamenti”.

Ercole Botto Poala, 44 anni, Amministratore Delegato del Lanificio Reda di Vallemosso (Biella) che recentemente ha festeggiato i 150 anni di attività, assumerà la Presidenza di  Milano Unica al termine di Milano Unica Cina che si svolgerà a Shanghai il 13-14-15 Ottobre.

 

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Milano Unica conferma la sua proiezione internazionale e dà appuntamento a ottobre a Shanghai";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.