Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Pellepiù: formazione tecnica strategica per il comparto

maggio 16 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Tra gli interventi anche quello dell’Assessore regionale, Cristina Grieco che ha parlato dell’importanza dell’apprendimento nelle aziende

La formazione tecnica, nella pelletteria, è un tema cruciale per il settore e può essere anche il motore di spinta per creare nuovi posti di lavoro. È intorno a questa riflessione che si è sviluppata l’ultima giornata di Pellepiù, la rassegna inedita dedicata alle eccellenze che compongono la filiera della pelletteria. Nel workshop “Settore moda: il valore della formazione tecnica sul territorio”, organizzato oggi alla Fortezza da Basso, ha preso parte anche l’Assessore all’Istruzione e Formazione della Regione Toscana, Cristina Grieco, che ha sottolineato come le esperienze di alternanza scuola-lavoro possono rappresentare un vero e proprio ponte che collega i giovani e le esigenze lavorative delle aziende, consentendo a chi ancora studia di intuire le proprie attitudini ed aspirazioni.

La parola d’ordine, quindi, è “fare sistema”, ovvero unire istituzioni, percorsi di studi e imprese, per programmare gli interventi formativi, affinché la aziende trovino nella scuola le competenze richieste e possano offrire, così, una risposta occupazionale ai giovani.

Una filiera formativa virtuosa dunque che, come evidenziato nel corso del workshop, possa rappresentare una valida risposta all’occupazione giovanile, in un settore – quello della pelletteria – che in Italia è tra i pochi ad offrire nuovi posti di lavoro.

Insieme ai ragazzi della scuola Russell Newton di Scandicci, presenti in sala, si è sviluppato un vero e proprio dibattito sul rapporto formazione-lavoro, nel settore della pelletteria. A tal proposito esistono già dei percorsi avviati, che aiutano i ragazzi ad entrare in contatto con le aziende, già dagli studi, come ad esempio percorsi tecnici offerti dalle scuole, come l’ITS Mita, dove i ragazzi dedicano una buona parte del percorso di studi alla formazione nelle imprese.

La prima edizione di Pellepiù si è conclusa con successo. Molto seguiti, da ragazzi e addetti ai lavori, soprattutto i laboratori di pelletteria, che anche in quest’ultima giornata hanno prodotto portafogli da donna ed altri oggetti di moda, di altissima qualità. Le aziende impegnate nei laboratori, oggi, sono state Tripel Due Srl e B&G, insieme agli studenti dell’ITS Mita che, al termine dell’evento, hanno esposto il lavoro del vincitore del “Progetto Eye”, promosso dallo stesso istituto.

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Pellepiù: formazione tecnica strategica per il comparto";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.