Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Pensioni anticipate 3 anni prima con prestito garantito

luglio 1 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Economia

Il Ministro del lavoro Poletti e il sottosegretario Nannicini hanno presentato ieri ai sindacati il piano per l’anticpio pensionistico “APE” che dovrebbe introdurre una maggiore flessibilità nell’uscita dal mondo del lavoro . Come noto il piano del Governo è di permettere di andare in pensione fino a tre anni prima dell’età attualmente fissata a 67 anni e 3 mesi, con una minima penalizzazione  ma per limitare i costi sulla finanza pubblica   si è lavorato ad un  meccanismo di “prestito”  garantito dalle banche, gestito dall’INPS .

Rispetto alle anticipazioni dei giorni scorsi  le novità emerse sono

  • il prestito sarà da rimborsare in 20 anni e godrà di  un’assicurazione sui rischi senza necessità di garanzia reale (come ad esempio la casa ).
  • Il montante pensionistico sarà quello raggiunto al momento della richiesta dell’anticipo senza contare la contribuzione degli anni mancanti alla soglia per la pensione di  vecchiaia
  • il coefficiente di trasformazione utilizzabile sarà quello relativo all’età di vecchiaia.
  • La rata per la restituzione del prestito potrebbe arrivare al 15% della pensione piena potenziale.
  • I soggetti  più disagiati (disoccupati, lavoratori in mobilità)  godranno di una “decurtazione implicita” dell’assegno per effetto di apposite detrazioni fiscali.

I leader sindacali hanno mostrato apprezzamento per il nuovo clima di confronto aperto con il Governo, che ha assicurato un nuovo incontro di approfondimento per individuare le fasce di lavoratori da “sostenere”,  entro il mese di Giugno.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Pensioni anticipate 3 anni prima con prestito garantito";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.