Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Pitti Filati 77: quello che c’è da sapere

luglio 6 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Como, News, Prato

 

Pitti Immagine Filati: laboratorio globale delle tendenze

Pitti Immagine Filati, la manifestazione internazionale di riferimento del settore dei filati per maglieria, si svolgerà alla Fortezza da Basso di Firenze dall’1 al 3 luglio 2015. Laboratorio di ricerca e allo stesso tempo autorevole osservatorio per le tendenze lifestyle del futuro, Pitti Filati presenta l’eccellenza della filatura su scala internazionale al suo pubblico di buyer provenienti da tutto il mondo e designer dei marchi più importanti del fashion business, che arrivano a Firenze in cerca di spunti creativi. Protagonista di questa 77esima edizione, l’anteprima mondiale autunno-inverno 2016/17 delle collezioni di filati per maglieria.

E tutto questo in una geografia dinamica, che accoglie il visitatore in un clima insieme business oriented e di piacere e intrattenimento. Un viaggio sempre nuovo e originale, attraverso i mille cortocircuiti di moda, arte, sport e design.

MAKE IT, il nuovo Spazio Ricerca

Si evolve per definizione la struttura dello Spazio Ricerca, centro di tutte le espressioni legate alla creatività. Osservatorio sperimentale dove vengono analizzate e lanciate le tendenze, in scena al piano inferiore del Padiglione Centrale, lo Spazio Ricerca di Pitti Filati 77 celebra con MAKE IT, tema e titolo di questa stagione, il concetto di manualità e di mestieri. Un viaggio attraverso la storia dell’umanità guardando agli oggetti sopravvissuti al tempo. Non solo prestigiosi oggetti di design ma effetti ordinari, quotidiani, popolari, dove l’artigianalità si fonde con la necessità e con il saper fare. Senza indugi nostalgici, un percorso che parte dalle radici per arrivare alla contemporaneità del produrre, attraverso atmosfere legate a mestieri specifici che condizioneranno il modo di intendere i prodotti per l’autunno-inverno 2016/17. Con leitmotiv quali: “Niente si butta, tutto si ripara”. “Acquisire una storia, rendere unico un oggetto”. Con la direzione artistica del fashion designer Angelo Figus e dell’esperta in maglieria Nicola Miller e l’allestimento di Alessandro Moradei.

KNITCLUB, cresce l’area che rende protagonisti i maglifici di qualità

Cresce KnitClub, l’area di Pitti Filati al piano inferiore del Padiglione Centrale che vede protagonisti i maglifici di qualità. KnitClub nasce per raccogliere una sempre più importante e qualificata selezione nazionale e internazionale di aziende capaci di interpretare le volontà tecniche e creative dei visitatori del salone. Una valida opportunità di confronto commerciale tra i maglifici espositori e i buyer, i designer e gli uffici stile dei più famosi brand internazionali di moda che frequentano da sempre Pitti Filati. Un progetto che alimenta idee e favorisce una più avanzata integrazione di tutta la filiera produttiva, organizzata nei tempi del calendario internazionale più consoni per il settore della maglieria. I marchi a questa edizione: Linea Adani, Bruno Atelier, Burns & Factory, Maglificio Capelli, Clouds, Elsa Carlani, Cashmere Lab, Gli Angeli Tricot, Ellynore, Maglificio Gottardi, Maglificio Mgs, Maglificio Pini, Maglificio Pisani, Maison New Club, Mely’s, Ommy, Teodori, Tous Les Garçons, Ventanni.

FEEL THE YARN, focus sulla creatività delle nuove leve del design

Perfettamente integrata all’interno di Pitti Filati, e con la regia di Pitti Immagine, al via la sesta edizione di Feel the Yarn, il concorso dedicato agli aspiranti stilisti provenienti da una selezione tra le migliori scuole di moda internazionali e finalizzato ad ampliare la creatività espressa dai filati prodotti dalle più qualificate filature toscane. Un progetto nato dalla collaborazione tra Consorzio Promozione Filati, Elementi Moda e Pitti Immagine. A metà strada tra il progetto formativo e il concorso, in occasione di Feel the Yarn si sfideranno – sul tema DUAL, contrasto e fusione di elementi opposti per volume, materia, lavorazione e colore – 21 studenti provenienti dalle più importanti scuole di fashion design del mondo, con una proposta di capi progettati e fatti a maglia usando i filati forniti dalle aziende toscane. Esposti nell’area del

Cavedio, al piano inferiore del Padiglione Centrale, i progetti dei giovani designer saranno valutati da tutti i visitatori della manifestazione. Una giuria ufficiale – composta da Eleonora Stefanel (Gruppo Stefanel), Nicola Nicolini (SHE’S SO), Patrizia Gatti (Vogue Italia), Philippa Watkins (Textile View /Textile Outlook International) Elke Dieterich (Textil Wirtschaft), Karin Veit (Chef Designer Marc Cain) e da Janet Prescott (Independent writer and journalist, Fabric and Yarns Editor Twist) – avrà poi il compito di esaminare in dettaglio i contenuti di innovazione e di aderenza al tema del concorso. In palio: una borsa di studio erogata da Consorzio Promozione Filati e destinata a finanziare ulteriori corsi di formazione e uno stage altamente specializzato offerto dal Gruppo Stefanel. La premiazione si svolgerà venerdì 3 luglio alle ore 12, nella Taste Lounge.

THAT’S PITTICOLOR! è il tema-guida dei saloni estivi e parlerà di colore e di colori, quelli in cui siamo da sempre continuamente immersi, quelli che ci stanno attorno, che portiamo addosso, che sono dentro di noi e davanti ai nostri occhi. Il linguaggio del colore è anche uno dei codici fondamentali della moda, e porterà ancora una volta un’energetica immersione in nuovi stili e modi di vivere. Con un set design a cura di Oliviero Baldini, la Fortezza da Basso accoglie i visitatori con una caleidoscopica esperienza tra installazioni, giochi di luce e speciali incursioni cromatiche. Ad accogliere il pubblico di Pitti Filati anche la scritta That’s PITTICOLOR!, formata da grandi tappeti srotolati lungo la scalinata esterna che dal Padiglione Centrale conduce al Piano Attico. Curata dal fashion designer Angelo Figus, l’insegna rappresenta l’eccellenza del made in Italy, attraverso una selezione di maglie e punti significativi per la stagione in corso. E ancora, animerà la Fortezza un sorprendente spettacolo di fumogeni colorati, scandendo, a orari differenti, i tre giorni del salone.

THAT’S VINTAGECOLOR!. In Fortezza, un’installazione realizzata da Stazione Leopolda per Vintage Selection n.26

In occasione di Pitti Filati 77, al piano inferiore del Padiglione Centrale, va in scena That’s Vintagecolor!, l’installazione realizzata da Stazione Leopolda per Vintage Selection n.26, con la direzione creativa di Angelo Figus, dedicata al tema dei saloni estivi di Pitti Immagine, That’s Pitticolor!. Inno al colore e alle sue grandi potenzialità espressive, l’installazione sarà composta da 20 manichini, ciascuno con un proprio outfit, suddivisi per gradazione di Pantone, allineati e illuminati, in un gioco di luci e rifrazioni, da una rassegna di neon. Ancora, dei cubi colorati esporranno gli accessori abbinati a ciascun look. Gli abiti e gli accessori, per l’autunno-inverno 2016-17, saranno forniti da una selezione di espositori di Vintage Selection.

A FASHION AT WORK anche il meglio della tecnologia e della ricerca sulla produzione di Filati

Al piano inferiore del Padiglione Centrale, la sezione FASHION AT WORK di Pitti Filati da sempre riunisce espositori italiani e stranieri impegnati in consulenze stilistiche, progettazione punti e prototipi, stampa su maglia, macchine per maglieria, bottoni e minuterie, accessori e passamanerie, ricami e applicazioni, tintorie e finissaggi, quaderni di tendenza e bureaux de style, sistemi di codifica del colore, sistemi software per il disegno o la confezione. I marchi a questa edizione: Acorn, Albini & Pitigliani, All Knitted Swatch Design, Arteviva, Bdp Blu di Prussia, Bobble, Cierre Ricami, Code, Dip & Dye, Fashion Room, FMG Fashion Manufacturing Group, Forza Giovane, Gary Rooney, Julia Pines, Make Up-Stardust-Essence, Marcel Art Stamperia, Meilian Handpainting, Mertiz Ofset, Moda Futuribile, Mode…Information, Naturale, Nyn, Nyn Wooden Hanger, Passamani, Peclersparis

Sax & Co., Puntoart, San Patrignano Design Lab, Sophie Steller, Stamperia Marra, Texlabel, The Collection, Tintoria di Quaregna e Yellow Minnow.

Alla Stazione Leopolda, la 26esima edizione di VINTAGE SELECTION Con il tema-guida THE COLORS OF FOOD

In scena dall’1 al 4 luglio alla Stazione Leopolda di Firenze, Vintage Selection è la mostra-mercato di abbigliamento, accessori e oggetti di design vintage, in concomitanza con Pitti Filati 77. Laboratorio di ricerca che guarda alla moda del passato e archivio da cui i designer di oggi traggono suggestioni creative, a questa 26esima edizione, con il tema guida The Colors of Food, Vintage Selection coinvolgerà espositori e pubblico con una ricca serie di novità anche legate a un tema caldo del lifestyle contemporaneo come lo street food. A Vintage Selection il colore sarà declinato attraverso la ricchezza e il fascino del cibo, per un vero e proprio festival della cultura vintage che offrirà occasioni di shopping, sorpresa, intrattenimento e… gusto.

MODA FUTURIBILE, focus su artigianato e tecnologia

Il progetto Moda Futuribile, a cura di Dyloan Studio, si propone di valorizzare le eccellenze del sistema moda attraverso lo sviluppo di una serie di manufatti, espressione dei know-how e delle sinergie progettuali createsi tra manifattura e creatività. A Pitti Filati 77, al piano inferiore del Padiglione Centrale, va in scena la terza edizione del progetto, focalizzata sul tema della fusione tra l’artigianalità e la tecnologia, come aspetto imprescindibile della moda futuribile. Uno slancio evolutivo verso uno nuovo concetto di artigianato tecnologico, indagando le interazioni che nascono tra artigianalità e tecnologia e fornendo elementi di spunto e riflessione sulle soluzioni possibili e futuribili. Tre designer, Alan Maughan, Maria Schmiedt e Laura Theiss mostreranno il loro talento creando delle capsule collection che ruoteranno intorno a questo focus. Maglie dal sapore artigianale, lavorazioni manuali e pattern tradizionali acquisteranno nuova vita grazie a speciali tecnologie come termosaldatura, stampa digitale, sagomatura, laser e trattamenti come resine e gommature.

e-PITTI.com: stand in digitale, contenuti editoriali e trend forecasting

Dal 9 luglio l’area riservata del sito ospiterà la versione digitale di Pitti Filati 77 e racconterà le tendenze dell’A/I 2016-17 attraverso schede tecniche, immagini e video di collezione, approfondimenti sui marchi. Pitti Immagine, con e-PITTI.com, offre agli utenti certificati l’opportunità di continuare online il proprio business ed estendere così il proprio network professionale. Recentemente e-PITTI.com ha lanciato una collaborazione con Nextatlas, servizio innovativo di trend forecasting basato sull’analisi di big data in tempo reale. Un servizio che e-PITTI.com offre alla propria community in maniera continuativa. L’utente registrato può seguire in real time i trend attraverso moodboard visuali, consultare report sulla popolarità geografica, la palette colori, le macro aree di interesse e l’evoluzione delle tendenze.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Pitti Filati 77: quello che c'è da sapere";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.