Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Pitti Uomo: +18% i compratori, rispetto a un anno fa

gennaio 16 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Eventi, News

A chiusura della terza giornata di Pitti Uomo 87, arrivano i primi dati sull’affluenza: +20% dei compratori italiani e + 13% per i buyer internazionali. In totale i compratori dovrebbero raggiungere quota 24.000, +18% rispetto a un anno fa, la precedente edizione invernale aveva visto 20.800 presenze.

“Un clima fantastico, e non solo in termini meteorologici – ha detto Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine -. Un’edizione incoraggiante, un’ottima partenza di stagione che porta con sé grande fiducia e ottimismo”.

Guardando alle previsioni dei mercati esteri appare in testa il Giappone, seguito dalla Germania (quasi +20%), cui segue una crescita a doppia cifra per quasi tutti i paesi europei (Gran Bretagna, Olanda, Grecia, Spagna). La Francia, ormai da qualche stagione il primo mercato di riferimento per il menswear italiano, dovrebbe registrare addirittura un +30%.

Pitti Immagine segna aumenti del 30-40% da tutti i paesi del Nord Europa (Svezia, Danimarca, Norvegia, Finlandia), sul versante extra-europeo la Cina mette a segno un +30%, gli Stati Uniti un + 6%. Buone anche le performance per tutto il Medio Oriente, Canada, Messico, India, Sud Africa, Singapore, Taiwan e Tailandia. In calo le presenze da Russia (-25%) e Ucraina (-20%).

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Pitti Uomo: +18% i compratori, rispetto a un anno fa";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.