Giornale on line del tessile, moda, abbigliamento

Presentata “Bsamply Tradeshow Project”, la prima fiera solo digital

giugno 17 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Sarà, come tutte le novità, da testare, ma la nuova fiera 100% digitale creata da Bsamply è pronta a sorprendere.
Dal 15 luglio al 15 settembre si potrà vivere l’esperienza della manifestazione fieristica digitalmente, simulando dunque i processi di un incontro fisico fra buyer e supplier.

A permetterlo sarà la piattaforma Bsamply Tradeshow Project, che, attraverso l’omonima start-up (bsamply.com), già dal 2017 si era posta l’obiettivo di modificare l’industria fashion.
È stata garantita l’esistenza dell’interazione in tempo reale, immediata e semplice, come in una fiera vera e propria, per stringere i contatti necessari ed ampliare la propria rete di vendita.

Nei nuovi showroom digitali e privati che sostituiranno gli stand fisici sarà quindi possibile richiedere campionature ed effettuare ordini, con aree riservate a un limitato numero di clienti ed altre accessibili a tutti, secondo le diverse esigenze.

Ad Arricchire l’esperienza ci sarà la possibilità di rendere più veloci ed efficienti gli scambi commerciali e di utilizzare i dati in modo strategico per identificare tendenze e prendere decisioni più accurate in tempi brevi.
Questo appuntamento coinvolgerà un centinaio di aziende, con la presenza di alcune eccellenze italiane e internazionali come NIPI Italia, il Linificio e Canapificio Nazionale, TMG – Têxtil Manuel Gonçalves, Nastrificio de Bernardi, Sodà, Clerici Tessuto, Larusmiani.

Andrea Fiume, CEO e fondatore di Bsamply è stato intervistato nel merito dell’ideazione e di come essa possa calarsi perfettamente nel periodo attuale:
“Sin dalla sua fondazione, avvenuta nel 2017, l’obiettivo di Bsamply è stato quello di digitalizzare l’industria del fashion, un settore che su questo fronte non è, purtroppo, ancora sufficientemente al passo con i tempi. Sicuramente la situazione attuale ha dato un grande impulso a questo processo e strumenti come il nostro si sono rivelati vitali nei mesi di lockdown” Ha dichiarato.

Il CEO si è quindi detto entusiasta di questo progetto e orgoglioso del fatto che prestigiosi nomi del settore abbiano deciso di aderire.
Bsamply ha però iniziato anche a proporre il proprio sistema in licenza per fiere e altre realtà del comparto tessile che hanno l’esigenza di avere un proprio sistema white label per interagire con i clienti limitando anche l’impatto ambientale.

Nello specifico sono stati presentati due i pacchetti che Bsamply offre ai suoi clienti: uno basic che permette di caricare 500 articoli e accedere da un solo account e uno standard che include supporto tecnico, caricamento di 1000 prodotti e accesso da molteplici account.

 

Carmine Russo

17 Giugno 2020

 


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.