Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Segnali positivi a Obuv’ Mir Koži per le calzature italiane

marzo 30 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Buona l’affluenza alla 45esima edizione di Obuv’ Mir Kozhi, fiera internazionale della calzatura e degli articoli di pelletteria di livello medio-alto e alto in Russia, che si è chiusa il 24 marzo all’Expocentre di Mosca. Buyer in forte aumento rispetto alla precedente edizione, mentre sono state 130 le aziende italiane presenti (65% del totale, e tra queste 18 erano le new entry) occupando una superficie espositiva di 3.250 metri quadrati, pari al 72% dell’area complessiva della fiera. I visitatori sono stati circa 12.000, l’80% stranieri da 25 nazioni, tra le quali emerge l’Italia.

“In Russia e nell’area CSI stiamo finalmente registrando una ripresa degli ordinativi. Tra i clienti, nonostante perduri un atteggiamento di prudenza, emerge una prospettiva più ottimistica per i mesi a venire e si guarda alle prossime stagioni con la consapevolezza di una maggior stabilità sul mercato”, afferma Arturo Venanzi, consigliere e coordinatore del “Laboratorio Russia e Paesi CSI” di Assocalzaturifici, a margine della manifestazione russa. “Il recupero dei livelli di export del 2013 è ancora lontano, ma ciò che chiedevamo al nostro evento a Mosca si è realizzato: Obuv’ Mir Kozhi rimane un appuntamento centrale per le imprese italiane che lavorano in Russia e nell’area della CSI e, dopo theMICAM a Milano, è il momento più importante collocato verso la fine della stagione di vendita”.

Fondamentale in tal senso rimane la sinergia con ICE Agenzia, grazie a cui Assocalzaturifici sta affinando una strategia di consolidamento sul mercato attraverso un progetto di ampio respiro che partirà da una mappatura e profilazione del mondo retail del comparto moda calzature-abbigliamento e proseguirà con azioni mirate per intercettare nuovi buyer, indica la nota ufficiale.

Per questa edizione ICE ha portato 25 clienti selezionati da alcune delle regioni della Federazione e ha allestito una ‘Lounge Area’ per il networking tra espositori italiani e operatori.

Molto apprezzato da buyer ed espositori anche il nuovo visual espositivo della manifestazione: dopo theMICAM, anche Obuv’ Mir Kozhi ha portato a termine un percorso di rinnovamento degli spazi espositivi, rendendoli più glamour e funzionali. Un cambio di immagine che ha trovato la sua più profonda espressione nel cammino dantesco, allineandosi alla nuova campagna promozionale di Assocalzaturifici, che ha per fil rouge “La Divina Commedia”.

Il programma di Assocalzaturifici nell’area CSI proseguirà con due ulteriori rassegne promosse e organizzate in collaborazione con ICE Agenzia: Shoes From Italy Almaty, dal 5 al 7 di aprile nella capitale economica del Kazakistan, e Shoes from Italy Kiev, dal 12 al 13 aprile in Ucraina.

La prossima sessione di Obuv’ Mir Kozhi, che è organizzata da Expocentre AO insieme a Bologna Fiere, con la partecipazione italiana supportata ufficialmente da Assocalzaturifici e in collaborazione con il Ministero delllo Sviluppo Economico, si terrà invece dal 24 al 27 ottobre prossimi, sempre all’Expocentre di Mosca.

 

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Segnali positivi a Obuv’ Mir Koži per le calzature italiane";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.