Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Tessile-abbigliamento: dichiarato lo stato di agitazione

ottobre 5 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Carpi, Como, News, Prato

Ecco il comunicato congiunto  delle segreterie Nazionali Filctem Cgil Femca Cisl Uiltec Uil

Il 29 settembre u.s. si è riunita a Bologna la Delegazione Trattante del contratto Tessile e Abbigliamento e del contratto Calzaturiero per valutare, a sei mesi dall’apertura del confronto l’andamento del negoziato.

A fronte della indisponibilità, confermata nel corso dell’incontro con SMI del 4 ottobre a rivedere la posizione sul modello contrattuale, la delegazione trattante ritiene impercorribile una soluzione contrattuale che prevede una definizione ex post del salario.

La Delegazione Trattante, nella consapevolezza che la categoria ha già rinnovato il contratto nazionale per oltre 400.000 lavoratori/lavoratrici dei settori Manifatturiero associati a Confindustria, alcuni dei quali appartenenti al comparto Moda con una previsione ex ante degli incrementi sui minimi salariali,

DICHIARA lo STATO DI AGITAZIONE,

con conseguente blocco degli straordinari e delle flessibilità per i lavoratori e lavoratrici del settore Tessile e Abbigliamento a partire dal 5 ottobre 2016.

Viene confermata la plenaria per il 20 ottobre a Milano presso la sede di SMI, al termine della quale la delegazione trattante assumerà le eventuali iniziative finalizzate allo sblocco della trattativa.

Per quanto riguarda il contratto Calzaturiero resta confermata la ristretta dell’11 ottobre p.v.

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Tessile-abbigliamento: dichiarato lo stato di agitazione";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.