Giornale on line del tessile, moda, abbigliamento

Un patto per l’export per le imprese moda del mezzogiorno

luglio 26 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

L’industria e il settore della moda si è riunito a Napoli il 24 Luglio, presso la sede dell’università Parthenope per approfondire in un convegno i temi sull’accordo dal MAECI e dei referenti del mondo produttivo.
L’incontro, dal titolo “Patto per l’Export: opportunità per le imprese del Mezzogiorno”, è stato alla presenza dal Rettore Alberto Carotenuto che ha ritenuto la giornata stimolante oltre che occasione di confronto, riflessione e approfondimento.

La moderazione di Vera Viola, giornalista Il Sole 24 Ore, ha portato il convegno a valutare come l’Industria Tessile e Moda del Sud Italia, pur vantando diverse realtà produttive di eccellenza in vari settori merceologici del mondo moda, presenta ancora al suo interno molte potenzialità inespresse, la cui valorizzazione, decisiva per rafforzare la competitività delle aziende del Sud Italia, rientra tra gli obiettivi prioritari dell’Agenzia ICE e di Sistema Moda Italia.

Ovviamente si è dibattuto sul momento attuale e sulla fondamentale importanza di dare impulso alle trasformazioni dei business model delle aziende del settore verso la ripresa dell’export.
Il mondo industriale ha rinnovato la piena disponibilità ad una fattiva collaborazione alle iniziative di Governo, mentre starà al mondo universitario implementare la formazione specifica per il settore.

Al termine dell’incontro sono state diverse le interviste dei protagonisti, riportate nel comunicato stampa: Manlio Di Stefano ci ha tenuto ad evidenziare alcuni dati tecnici, parlando di volumi di esportazioni nel 2019 per il valore 56 miliardi di euro, rimarcando la grande rilevanza del digitale, della sostenibilità e dell’innovazione.
Carlo Maria Ferro, Presidente Agenzia ICE ha affermato: “Il piano dell’ICE nell’ambito dell’attuazione del Patto per l’export si focalizza proprio su: digitale, e-commerce, fiere virtuali, piattaforme b2b, formazione per digital export manager, utilizzo della tecnologia blockchain per la tracciabilità dei prodotti, requisito fondamentale per la sostenibilità degli stessi. Stiamo perciò lavorando con gli tutti gli attori del sistema affinché il post-Covid non accentui le differenze sociali e territoriali dell’economia del Paese. Voglio per questo ringraziare Sistema Moda Italia che con ICE ha organizzato questo evento.”

Marino Vago, Presidente di Sistema Moda Italia, oltre a sottolineare come il sostegno al sistema fieristico potrà consentire la gestione delle eccellenze Made In Italy ha delineato alcune specificità del comparto come l’affiancamento allo sviluppo dell’e-commerce, per esaltare la filiera e trasferire al consumatore il valore intrinseco delle nostre produzioni.

Ercole Botto Poala, Vice Presidente Confindustria Moda ha voluto citare l’importante sistema tra imprese, Stato e parti sociali per competere con strumenti adeguati nei nuovi scenari del mondo globalizzato, ed infine Carlo Palmieri, Vice Presidente Sistema Moda Italia con delega al Mezzogiorno ha chiuso con ottimismo: “Da questo appuntamento di Napoli partono messaggi di fiducia ed impegno concreto per le aziende meridionali del settore Moda. Il “Patto per l’export” rappresenta un’occasione unica per il rilancio post Covid del Sud. La ripresa del nostro Paese non può prescindere dall’internazionalizzazione tanto più per le nostre aziende manifatturiere del Mezzogiorno e siamo pronti a questa sfida anche attraverso una crescita in condivisione di progetti, analisi e servizi che federazioni come Sistema Moda Italia e Confindustria Moda sono in grado di offrire.

 

Carmine Russo

26 Luglio 2020

 


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.